Città di Vicenza

Cambio di residenza cittadini comunitari

Vai al servizio online

Aggiornato al: 07/06/2022

I cittadini della Comunità Europea che intendono chiedere la residenza devono produrre i documenti sotto indicati.

Come fare

Produrrela seguente documentazione:

  • modulo dichiarazione di residenza compilato in tutti i campi obbligatori  e sottoscritto da tutti i  maggiorenni, con i dati anagrafici di tutti i componenti della famiglia che cambiano residenza attestando il possesso o meno di patente di guida o veicoli intestati;
  • in caso di trasferimento soltanto di minori, modulo dichiarazione di residenza per minori  compilato in tutti i campi dal genitore o tutore presso il quale viene trasferita la residenza dei minori e sottoscritto da entrambi genitori/tutori;
    passaporto o carta d'identità del proprio paese di provenienza, se nella stessa è specificata la nazionalità, in originale e in fotocopia, di tutti i componenti maggiorenni del nucleo familiare che cambiano residenza;
  • tesserino con il codice fiscale proprio e di tutti i familiari che cambiano residenza, in originale e in fotocopia;
  • assenso scritto del capofamiglia, con fotocopia della carta di identità dello stesso, nel caso si chieda la residenza presso cittadini già residenti atto di assenso al trasferimento di residenza

Inoltre, a seconda dei casi, occorre produrre anche la seguente documentazione:

Cittadini dell'Unione Europea che chiedono per la prima volta la residenza in Italia:

1) Cittadini dell'Unione Europea che lavorano

  • originale + fotocopia del contratto di lavoro con dichiarazione del datore di lavoro che il contratto stesso è ancora in corso alla data di richiesta della residenza, con firma in originale e con allegata la fotocopia della carta d'identità del datore di lavoro;
  • originale + fotocopia delle due ultime buste paga;

oppure:

  • originale + fotocopia della certificazione di iscrizione Inps o Inail;
  • originale + fotocopia delle due ultime buste paga.

2) Cittadini dell'Unione Europea che non lavorano

  • polizza assicurativa sanitaria con validità annuale che copra tutti i rischi;

risorse economiche sufficienti da autocertificare con dichiarazione sostitutiva di disponibilità di risorse economiche sufficienti

Per "familiari" ai sensi dell'art. 2 del D.L. 30/2007 si intende:

  • il coniuge;
  • i discendenti diretti di età inferiore a 21 anni a carico e quelli del coniuge;
  • gli ascendenti diretti a carico e quelli del coniuge.

c) certificazione di frequenza a corsi di studio, per coloro che studiano.

3) Cittadini dell'Unione Europea che raggiungono un familiare (di 1° grado), sempre cittadino dell'Unione Europea e già residente

  • I figli che raggiungono i genitori già residenti devono esibire originale o fotocopia del certificato di nascita, legalizzato e tradotto, con indicata la paternità e la maternità;
  • i genitori che raggiungono i figli già residenti devono esibire originale o fotocopia del certificato di nascita del figlio/a, legalizzato e tradotto, con indicata la paternità e la maternità;
  • il coniuge che raggiunge il consorte già residente deve esibire originale o fotocopia del certificato di matrimonio, legalizzato e tradotto.

In ognuno dei tre casi di parentela di cui sopra occorre produrre, inoltre:

  • l'atto notorio del richiedente con il quale dichiara di essere a carico del familiare già residente;
  • l'atto notorio del familiare già residente con il quale dichiara di avere a carico il familiare richiedente.

Cittadini dell'Unione Europea già residenti in un altro Comune italiano

Se in possesso, attestazione di soggiorno (in originale) rilasciata dal precedente Comune di iscrizione.

Chi occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge (art. 5 del Decreto legge. n. 47 del 28 marzo 2014, convertito in Legge n. 80 del 23 maggio 2014). Pertanto, in aggiunta alla documentazione sopra indicata, dovranno essere prodotti:

  • dichiarazione dell'interessato, debitamente sottoscritta, relativa al titolo di occupazione dell'unità abitativa (pagine 4 e 6 del modulo di richiesta di residenza);
  • assenso scritto e firmato dal proprietario dell'alloggio occupato, nel caso in cui l'inquilino non proprietario chieda la residenza in assenza di regolare contratto di locazione/comodato , accompagnato dalla fotocopia di un valido documento identificativo del succitato proprietario;
  • copia del contratto di locazione o del verbale di consegna relativi a immobili di edilizia residenziale pubblica (per i locatari di tale tipologia di alloggio);
  • copia dell'autorizzazione di ospitalità temporanea, rilasciata dall'ente titolare (per chi è ospitato presso alloggi di edilizia  residenziale pubblica).

In assenza di questi documenti, attestanti la regolarità del titolo di occupazione, la dichiarazione di residenza sarà irricevibile.

 

Come e dove presentare la dichiarazione

La dichiarazione di residenza può essere presentata (sempre completa, ossia comprensiva di tutte le  facciate del modulo ministeriale e dei documenti previsti) scegliendo una sola delle modalità sotto indicate. Si precisa che l'eventuale molteplice inoltro in diverse forme ostacola l'avvio del procedimento.

On line

  • Portale ANPR ( per cambio residenza da altro comune italiano), accedendo all'area riservata ai Servizi al cittadino con la propria identità digitale (CIE-SPID-CNS) è possibile compilare on line la dichiarazione  di residenza per sè e per i componenti della propria famiglia anagrafica e inviarla in automatico al comune competente, e verificare online lo stato di avanzamento della pratica. Con questa modalità non è possibile presentare la dichiarazione tramite delegato
  • Portale del cittadino- Comune in casa accedendo con la propria identità digitale (CIE-SPID-CNS) è possibile inoltrare la dichiarazione per il cambio di residenza, con la documentazione prevista, e verificare online lo stato di avanzamento della pratica 
  • email uffanagrafe@comune.vicenza.it (allegando l'apposito modulo di dichiarazione sottoscritto e corredato dai documenti sopra specificati) acquisiti tramite scanner
  • pec vicenza@cert.comune.vicenza.it (allegando la dichiarazione sottoscritta con firma digitale e corredata di tutta la documentazione di cui sopra) acquisita tramite scanner

Per corrispondenza

Di persona

  • all'ufficio Anagrafe in piazza Biade 26 (negli orari di apertura al pubblico su appuntamento da prenotare online)
  • all'Anagrafe decentrata in viale della Pace 89 - villa Tacchi, ex circoscrizione 3 (su appuntamento da prenotare online)

 

Iter della pratica migratoria

Le registrazioni delle richieste di residenza, inviate all'ufficio anagrafe, tramite le modalità sopra descritte, verranno effettuate dall'ufficiale d'anagrafe entro i due giorni lavorativi successivi alla presentazione delle stesse (Decreto Legge 5/2012). Da questo momento sarà anche possibile l'emissione dei soli certificati di residenza e stato di famiglia (per tutti gli altri certificati, compresa la carta d'identità, bisognerà attendere l'invio successivo dei dati personali completi a cura del Comune di provenienza, l'accertamento dei requisiti previsti e l'esibizione di idonea documentazione ove necessiti).
Successivamente alla registrazione delle richieste di residenza, l'ufficiale d'agrafe dovrà provvedere a verificare la veridicità di quanto dichiarato dal richiedente, tramite appositi accertamenti in loco.
Per agevolare le verifiche relative alla residenza, il cittadino dovrà esibire copia del titolo che gli consente di disporre dell'alloggio (ad es. contratto di locazione o di comodato, atto di proprietà etc.).

Avvertenza

Se nella dichiarazione di residenza presentata all'Ufficio anagrafe, si attesta il possesso di veicoli a sè intestati è possibile scaricare, attraverso il portale dell'automobilista (www.ilportaledell'automobilista.it) l'attestazione contenente i dati di residenza, come registrati nell'Archivio Nazionele Veicolo (ANV), da esibire in caso di necessità. 

Sanzioni

Ai sensi dell'art. 5 co 4 e 5 del D.L. 5/2012 e dell'art. 75 del D.P.R 445/2000, le dichiarazioni non corrispondenti al vero comporteranno la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione mendace (perdita dell'ultima residenza e ripristino della situazione preesistente), nonché la segnalazione all'autorità di  pubblica sicurezza, da parte dell'ufficiale d'anagrafe, delle discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti esperiti.
In base all'art. 76 D.P.R. 445/2000, chiunque rilascia dichiarazioni non veritiere è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia.

 

Dove e quando

Ufficio Anagrafe

Palazzo degli Uffici

Indirizzo: piazza Biade 26 (piano terra)

Telefono: centralino anagrafico 0444221409 e 0444221411 (attivi da lunedì a venerdì dalle 11.30 alle 13)

Email: uffanagrafe@comune.vicenza.it

PEC: vicenza@cert.comune.vicenza.it

Orario di apertura al pubblico:

L’accesso agli sportelli è esclusivamente con appuntamento prenotato online.
Il giorno dell'appuntamento si accede allo sportello direttamente con il numero di prenotazione ricevuto via email.

Solo nel caso di effettiva urgenza è possibile trasmettere un'email per ottenere un appuntamento in tempi più brevi, allegando il proprio documento d'identità e documentazione che comprovi l'urgenza.

L'ufficio riceve gli utenti prenotati:

  • lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 8.30 alle 12.30
  • mercoledì dalle 10 alle 14
  • martedì e giovedì dalle 16.30 alle 18

Prenota un appuntamento

Ufficio Anagrafe decentrata presso sede circoscrizione 3

Villa Tacchi (zona San Pio X)

Indirizzo: viale della Pace 89

Telefono: 0444222737 (da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 12.30, martedì e giovedì anche dalle 16.30 alle 18 )

Orario di apertura al pubblico:

L’accesso agli sportelli è esclusivamente con appuntamento prenotato online.
Il giorno dell'appuntamento si accede allo sportello direttamente con il numero di prenotazione ricevuto via email.

Solo nel caso di effettiva urgenza è possibile trasmettere un'email per ottenere un appuntamento in tempi più brevi, allegando il proprio documento d'identità e documentazione che comprovi l'urgenza.

L'ufficio riceve gli utenti prenotati:

  • da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 12.30
  • martedì e giovedì anche dalle 16.30 alle 18 

Prenota un appuntamento

Modulistica e documenti