Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Cittadino

Servizi comunali e informazioni al cittadino

Navigazione di: Commercio e attività produttive

URP

Vendite straordinarie - sottocosto - saldi

Aggiornato al: 22/10/2014


Vendite di fine stagione

Riguardano i prodotti di carattere stagionale e di moda suscettibili di notevole deprezzamento se non sono venduti entro un certo periodo di tempo.
Non è prevista la comunicazione al Comune.
Periodo e durata:
Invernale: dal primo giorno feriale antecedente alla festività del 6 gennaio di ogni anno al 28 febbraio di ogni anno.
Estivo: dal 1° sabato di luglio al 31 agosto di ogni anno
Anche per l'intero periodo.

Vendite promozionali

Con le vendite promozionali, l'operatore commerciale pubblicizza la vendita di uno o più prodotti della gamma merceologica sul mercato, applicando sconti e ribassi sul prezzo ordinario di vendita.In ciascun anno solare l'operatore può svolgere un numero indefinito di vendite promozionali.

L'operatore che pone in vendita prodotti aventi stagionalità non può effettuare vendite promozionali nei trenta giorni precedenti i periodi fissati per le vendite di fine stagione. Tale divieto non si applica agli operatori che pongono in vendita prodotti non aventi carattere di stagionalità.

Non è prevista la comunicazione al Comune.


Vendite di liquidazione

Le vendite di liquidazione devono essere comunicate al Comune almeno 7  giorni prima della data di effettuazione delle vendite.
Le vendite di liquidazione possono essere effettuate in qualsiasi periodo dell'anno per un massimo di 6 settimane.

È possibile effettuarle in caso di:

  1. cessazione dell'attività e trasferimento dell'azienda in altri locali: la comunicazione relativa alle vendite di liquidazione deve essere corredata degli estremi della comunicazione di cessazione dell'attività presentata al comune, ovvero, se trattasi di trasferimento, degli estremi della prescritta segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) o dell'autorizzazione comunale, nonchè dell'indicazione della data prevista per la cessazione medesima;
  2. cessazione dell'affittanza di azienda: la comunicazione deve essere corredata di copia del contratto o dell'atto di risoluzione dello stesso;
  3. cessione dell'azienda: la comunicazione deve essere corredata di copia dell'atto pubblico o del preliminare di vendita registrato; 
  4. rinnovo o trasformazione locali: la comunicazione deve essere corredata da:
    • una relazione in cui vengono descritti puntualmente gli interventi da attuare.Questi dovranno essere tali da non consentire il regolare svolgimento dell'attività commerciale;
    • estremi dell' autorizzazione necessaria per l'esecuzione dei lavori (SCIA, autorizzazione o concessione edilizia, ASL, VV.FF. ecc.);
    • impegno a sospendere l'attività per il tempo necessario ad eseguire i lavori;
    • presentazione di un dettagliato inventario della merce, con esplicita dichiarazione di impegno di non riassortimento della merce in vendita dopo l'inizio della vendita di liquidazione.

Nota

In caso di cessazione dell'attività, la chiusura dovrà avvenire immediatamente dopo la conclusione della vendita di liquidazione.

In caso di rinnovo o trasformazione dei locali è obbligatoria una chiusura immediatamente successiva al periodo di liquidazione, pari al tempo necessario ad eseguire i lavori e comunque per almeno sette giorni; il periodo di chiusura deve essere preventivamente comunicato al Comune.

Durante le vendite di liquidazione è comunque vietato introdurre nuova merce dello stesso genere di quella messa in vendita in liquidazione.


Vendita sottocosto

Per effettuare la vendita sottocosto è necessario presentare al SUAP del Comune apposita comunicazione.
Si richiamano le principali disposizioni che regolano la vendita sottocosto:

  • alla comunicazione va allegato l'elenco dei prodotti destinati alla vendita sottocosto;
  • deve essere comunicata al Comune 10 giorni prima dell'inizio della vendita;
  • può essere effettuata solo 3 volte l'anno;
  • non può avere una durata superiore a 10 giorni;
  • il numero delle referenze oggetto di ciascuna vendita non può essere superiore a cinquanta.

Pubblicità delle vendite straordinarie

La pubblicità delle vendite straordinarie deve essere presentata in maniera tale da non risultare ingannevole per il consumatore e contenere gli estremi delle comunicazioni previste, del periodo e della durata della vendita stessa, nonchè l'esatta indicazione della tipologia di vendita straordinaria ("vendita di fine stagione" o "vendita di liquidazione" o "vendita promozionale").
Le merci, oggetto di vendita straordinaria, devono essere indicate in modo chiaro ed inequivocabile, con separazione fisica così da poter essere chiaramente distinte da quelle poste in vendita al prezzo ordinario.
Fatte salve le vendite giudiziarie, nella vendita o nella pubblicità della stessa è vietato l'uso della dizione "vendite fallimentari".
Durante la vendita straordinaria è fatto comunque obbligo di indicare con apposito cartellino esposto al pubblico, il prezzo ordinario di vendita, la percentuale di sconto e il prezzo scontato. Tali indicazioni devono essere di dimensioni grafiche ben visibili, tali per cui il consumatore non possa essere in alcun caso tratto in inganno.
Prima di esporre qualsiasi materiale pubblicitario si invita la ditta a recarsi all'Ufficio "Pubblicità e Affissioni" sito in piazzetta San Biagio (Palazzo ex A.C.I. 0444/ 222351 -222352) nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle ore 12.00.



Sanzioni


Chi viola le disposizioni che disciplinano le vendite straordinarie è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 516,46 a € 3098,74 in base a quanto previsto dall'art. 22 del D. Lgs. 114 del 31.3.1998


Nota

Tutte le pratiche devono essere presentate esclusivamente con modalità telematica, al SUAP del Comune attraverso la piattaforma informatica www.impresainungiorno.gov.it


Dove

Comune di Vicenza - Settore Sportello unico edilizia privata, attività produttive e commercio - Ufficio Commercio fisso - Piazza delle Biade n. 26 - Vicenza
tel 0444/221986
fax 0444/221989 e-mail: commerciofisso@comune.vicenza.it

Quando

Lunedì chiuso - martedì e giovedì  pomeriggio dalle ore 16.30 alle ore 18.00 - mercoledì e venerdì  mattina dalle ore 8.30 alle ore 12.30.

 

 

Collegamento alle pagine del Settore Sportello unico edilizia privata, attività produttive e commercio:
http://www.comune.vicenza.it/uffici/dipserv/epgesuap/sviluppoeconomico/

 

 

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza