Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

09/04/2013

Suono dell'Olimpico, XXI edizione

Viene presentata oggi la nuova edizione della rassegna musicale che negli anni ha connotato fortemente il ruolo artistico dell’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza: si tratta del Suono dell’Olimpico, rassegna giunta nel 2013 alla sua XXI edizione.

Il Suono dell’Olimpico 2013 è presentato oggi nella prestigiosa cornice di Palazzo Chiericati dall’Assessore alla Cultura del Comune di Vicenza, Francesca Lazzari e dalla Presidente dell’Orchestra, il notaio Anna Maria Fiengo.

Un appuntamento importante che diventa il segno di un nuovo protagonismo, nel palcoscenico culturale e artistico della Città, che vede l’Orchestra nel suo habitat naturale (è l’Orchestra del Teatro Olimpico!). Il programma è frutto di suggestioni diverse, osa mixare il suono classico per celebrare i geni dell’Ottocento musicale europeo, Verdi e Wagner in primis, ma anche riprendere le contaminazioni di sonorità di altri tempi e luoghi, grazie alla collaborazione ormai storica con il Festival Vicenza Jazz, per poi proporre un’interessante progetto speciale che vede interprete con l’Orchestra il maestro, celebrato a livello internazionale per le sue interpretazioni di Bach, Andrea Bacchetti, nel ruolo di pianoforte solista e concertante, mentre il capitolo finale sarà un omaggio operistico alle eroine verdiane del bel canto, un recital per soprano e orchestra.

Il Concerto Inaugurale, in programma domenica 28 aprile alle ore 21.00 Verdi e Wagner al centro per celebrarne il genio sarà un omaggio “sinfonico” alle splendide pagine per sola orchestra tratte dalle più celebri opere dei due grandissimi maestri; l’Orchestra del Teatro Olimpico sarà diretta dal maestro Andrea Battistoni; veronese, giovanissimo, Battistoni è una vera rivelazione a livello internazionale: a soli 25 anni è infatti già presente sui palcoscenici dei più grandi teatri del mondo. Nel primo concerto della rassegna si potranno ascoltare le grandi “fanfare” eroiche di Nabucco e Rienzi, il misurato e possente tema risorgimentale della Battaglia di Legnano e dello Stiffelio, la trasognante ed eterea luminosità di Giovanna d’Arco e dell’Idillio di Sigfrido fino ad arrivare ad una pagina di rara esecuzione ma di grandissimo effetto come “Eine Faust Ouverture” in cui Wagner raggiunge un “climax” comunicativo di notevole pregio e di catalizzante bellezza.

Il secondo appuntamento L’Orchestra incontra il jazz, Concerto nell’ambito del Festival Vicenza Jazz è in programma mercoledì 15 maggio alle ore 21.00; vedrà protagonisti Enrico Pieranunzi al pianoforte, Pedro Javier González alla chitarra, con l’Orchestra del Teatro Olimpico diretta da Giuseppe Acquaviva, in un programma dal sapore prettamente jazzistico. Quello che sulla carta poteva sembrare un concerto molto classico, con un programma che spazia dalle musiche barocche di Johann Sebastian Bach e quelle già trascoloranti verso il classicismo di Baldassare Galuppi, fino al novecentesco Concierto de Aranjuez del compositore spagnolo Joaquín Rodrigo, uno dei capolavori del repertorio chitarristico di ogni tempo, diventerà infatti “altro” rispetto alla pagina scritta, introducendo l’imprevisto dell’improvvisazione e, specie nel caso di Pieranunzi, istituendo un confronto diretto con l’interpretazione jazz.

Ancora un’occasione di forte carattere, con il terzo concerto in programma sabato 25 maggio alle ore 21.00, il Progetto Speciale Bach; protagonista l’eclettico e talentuoso pianista Andrea Bacchetti che farà ascoltare al pubblico la sua personalissima ed affascinante lettura delle più belle pagine del repertorio bachiano. Si potranno ammirare così la sua grande capacità virtuosistica e il profondo studio interpretativo profuso in brani di indiscussa bellezza.

Sarà interessante inoltre vedere l’Orchestra del Teatro Olimpico impegnata sui capisaldi del corpus bachiano, come il BWV 1056, dopo la recente esecuzione dei BWV 1054, 1055, 1058 e la registrazione, proprio con Andrea Bacchetti, solista e concertante. Il maestro Bacchetti e l’Orchestra dedicano il concerto del 25 maggio a Florence Marzotto, indimenticabile signora della musica e delle arti, esempio illuminato di mecenatismo di grazia e intelligenza, presidente dell’Orchestra dal 1993 al 1996, scomparsa lo scorso anno.

Chiusura molto italiana, con il quarto concerto in programma domenica 26 maggio alle ore 21.00, dedicato interamente al “Cigno di Busseto”, un recital per soprano e orchestra ispirato ai personaggi femminili di Giuseppe Verdi, dal titolo Verdi Primadonna. Potendo contare sulla straordinaria duttilità di del soprano Silvia Dalla Benetta, capace per perizia tecnica, estensione, resistenza vocale e grande forza interpretativa, di affrontare un repertorio estremamente ampio e di poterlo fare in un’unica serata, la scelta è stata di proporre al pubblico in un’unica carrellata tutte le fasi compositive del grande genio verdiano. Dalla primissima opera “Oberto, conte di San Bonifacio” fino a giungere al Verdi maturo di “Aida” e “Don Carlo”, si passerà per gli anni di galera di “Ernani” e “Giovanna d’Arco”, naturalmente con un occhio particolare alla celeberrima “Trilogia popolare” con pagine da “Traviata” e “Trovatore”. Nel Concerto Conclusivo del Suono dell’Olimpico, l’Orchestra della Città sarà diretta dal suo Direttore Artistico e Musicale, il maestro Giampaolo Maria Bisanti, considerato dalla critica e dai calorosi consensi del pubblico, uno dei migliori direttori d’orchestra della sua generazione, capace di muoversi in un repertorio molto ampio, che abbraccia tutta la musica operistica e i grandi capolavori di quella sinfonica.

Una bellissima occasione, per l'Orchestra del Teatro Olimpico, di casa nel celebre gioiello palladiano di cui porta il nome, ma nota anche al di fuori del territorio veneto e nazionale grazie a collaborazioni internazionali con solisti e direttori di chiara fama come la rassegna musicale indica anche in questa edizione, di proporre al suo pubblico, con rinnovato vigore ed energia, un importante Suono dell’Olimpico 2013.

Sono aperte le prevendite del Suono dell’Olimpico 2013 alla biglietteria del Teatro Comunale di Vicenza (viale Mazzini 39, Vicenza - tel. 0444.324442 biglietteria@tcvi.it) aperta dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 18.30, martedì, mercoledì e giovedì anche il mattino dalle 10.30 alle 13.00), sul sito www.tcvi.it e agli sportelli della Banca Popolare di Vicenza. Se non esauriti in prevendita i biglietti saranno disponibili anche la sera dello spettacolo, al botteghino del Teatro Olimpico, a partire dalle ore 19.00.

Il prezzo dei biglietti per i concerti del 28 aprile, 25 e 26 maggio è di 20,00 euro (intero), 15,00 euro il ridotto over 60 e 12 euro il ridotto under 30 e ridotto disabili. Per il concerto nell’ambito del Festival Vicenza Jazz di mercoledì 15 maggio, il prezzo dei biglietti è di 20,00 euro (intero) e 15,00 euro il ridotto over 60 e under 30.

Il prezzo è comprensivo del diritto di prevendita (escluso il concerto del 15 maggio). Sono previste riduzioni per i disabili e dei carnet a condizioni vantaggiose per i 3 Concerti sopra indicati.

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza