Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

28/06/2012

Ex Domenichelli, Variati: “Al Comune importa l’interesse pubblico"

"Se poi quelle aree resteranno sequestrate, la loro valorizzazione farà guadagnare lo Stato”

Ex Domenichelli, Variati: “Al Comune importa l’interesse pubblico. Se poi quelle aree resteranno sequestrate, la loro valorizzazione farà guadagnare lo Stato”

“Non esiste nessun favore al presunto evasore. Al Comune importa l’interesse pubblico, che era e rimane evidente. Se poi quelle aree dovessero rimanere sequestrate, la loro valorizzazione farebbe evidentemente guadagnare lo Stato, nostro nuovo interlocutore nell’operazione”.
All’indomani della commissione territorio nella quale i consiglieri di maggioranza hanno scelto di non esprimere un parere sull’interesse pubblico dell’accordo urbanistico dell’ex Domenichelli, riservandosi di farlo in consiglio comunale, il sindaco Achille Variati e l’assessore alla progettazione e innovazione del territorio Francesca Lazzari chiariscono la posizione della giunta: “Ciò che guida l’amministrazione nel siglare gli accordi con i privati previsti dalla nuova normativa urbanistica è la presenza di un prevalente interesse pubblico stabilito in modo oggettivo, cioè indipendentemente dall’interlocutore privato. In questo caso, a nostro avviso, tale interesse è lampante: in quell’area, infatti, la città ottiene un’area di 2500 metri quadrati per la realizzazione del nuovo centro civico, una piazza a uso pubblico, bonifiche e demolizioni e la realizzazione del prolungamento di via Firenze e di una rotatoria a spese del privato”.
L’interesse pubblico evidentemente rimane anche se è intervenuto un provvedimento di sequestro per presunta evasione fiscale: “Oggi il nostro interlocutore non è più l’immobiliare Maddalena di Danilo Marchetto, cioè il presunto evasore, ma lo Stato, rappresentato dal custode giudiziario dei beni sequestrati Alberto Astolfi, nominato dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Rovigo con il compito di difendere l’interesse generale rispetto alla presunta evasione. Ecco perché se, come auspichiamo, il consiglio comunale confermerà l’interesse pubblico del Comune di Vicenza in questa operazione, chiederemo immediatamente al custode giudiziario di esprimersi sulla volontà dello Stato di procedere nell’iter che gli consentirebbe di valorizzare quelle aree”.
L’accordo, infatti, prevede che nell’area ex Domenichelli il Comune conceda al privato, ora sostituito dallo Stato, di realizzare una volumetria di 19250 metri cubi con una superficie utile di 5100 metri quadrati, di cui 2000 a destinazione commerciale per la realizzazione di  un supermercato di circa 1000 metri quadrati e alcuni servizi di vicinato, e 3100 a destinazione residenziale.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza