Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

26/04/2012

Ultimi interventi per il nuovo tribunale, approvati i lavori della sala server per quasi 150 mila euro risparmiati da mancati acquisti di opere d’arte

Un nuovo passo verso la conclusione dei lavori del nuovo palazzo di giustizia è stato compiuto dalla giunta comunale che ha approvato il progetto definitivo per il completamento della sala server. In particolare, raccolti i pareri obbligatori, è stato dato il via libera agli ultimi interventi indispensabili a garantire l’effettiva funzionalità della struttura, dagli impianti elettrici e meccanici necessari alle apparecchiature informatiche richieste dal CISIA, il Coordinamento Interdistrettuale per i Sistemi Informativi Automatizzati del Ministero della Giustizia alla realizzazione di un impianto di raffrescamento indipendente per la sala server, da uno specifico sistema antincendio ad argon ai lavori di integrazione del centralino telefonico che sarà trasferito dal vecchio tribunale.
I nuovi lavori costeranno 147.792 euro e saranno finanziati con risparmi che derivano da una quota già accantonata per l’acquisto di opere artistiche: una legge finalizzata alla promozione culturale fissava infatti obbligatoriamente nel 2% dell’importo complessivo di ogni opera pubblica la spesa da destinare a questi acquisti, ma il Governo Monti ha ridotto tale percentuale allo 0,5%, consentendo in questo caso preziose economie.
Il costo complessivo del nuovo tribunale, compresi questi nuovi indispensabili lavori, rimarrà dunque di 23.784.932 euro.
“Il Comune – dichiara a questo proposito l’assessore ai lavori pubblici Ennio Tosetto – sta eseguendo tutti i passaggi di sua competenza per giungere al più presto al completamento definitivo dell’opera. Stiamo inoltre seguendo la problematica relativa al trasferimento degli uffici in stretta collaborazione con il presidente del Tribunale, in particolare per quanto riguarda i finanziamenti degli arredi e degli archivi, a carico del Ministero che non ha accolto la disponibilità del Comune ad anticiparne la spesa”. 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza