Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

02/03/2012

8 marzo, giornata internazionale della donna.

Anche quest’anno molte le iniziative in città: incontri, musica, teatro, preghiera e una mostra fotografica dedicata alle donne

In occasione della giornata internazionale della donna, la commissione comunale per le pari opportunità del Comune di Vicenza, in collaborazione con numerose associazioni femminili attive in città, ha raccolto un programma di iniziative dall’1 al 19 marzo tra cui concerti, incontri di preghiera, incontri sui temi del lavoro e dell’economia, presentazioni di libri, letture e una significativa mostra fotografica tutta al femminile.

Il programma delle iniziative è stato presentato oggi dalla consigliera delegata alle pari opportunità e presidente della commissione comunale pari opportunità Cristina Balbi, dall’assessore alla cultura Francesca Lazzari, componente della commissione pari opportunità, da Cinzia Burtini, autrice di alcune delle foto esposte nell’ambito della mostra “Nata femmina (?)” e dalla vicepresidente della commissione pari opportunità Loredana Zanella.
Erano presenti anche Cinzia Bottone, consigliere comunale e componente della commissione pari opportunità, e Stefania Carlesso che parteciperà ad un incontro in programma come lettrice.

“Nata femmina (?)” Stereotipi, condizionamenti e identità di genere, proposta dalla commissione pari opportunità del Comune, espone 80 fotografie realizzate da quattro  socie del circolo fotografico Fotoricerca di Valdagno: Raffaella Bolla, Cinzia Burtini, Meri Cecchetto e Tiziana Zovi.
Attraverso la ricerca fotografica le quattro autrici danno la propria interpretazione ed il proprio contributo all'approfondimento di forme di violenza meno appariscenti ma più subdole, quali sono gli stereotipi di genere che la società impone con vari mezzi alla donna, a partire dalla prima infanzia per arrivare all'età adulta e poi alla vecchiaia.
Le foto esposte in mostra evidenziano quanto numerosi siano i condizionamenti, dai giocattoli alla moda, passando per la chirurgia estetica, da cui le donne devono difendersi per rimanere se stesse e salvaguardare la propria identità, senza  incorrere in quell'obbligo di omologazione che le vorrebbe rendere tutte uguali e forse un po' banali.
Inoltre, il percorso fotografico pone l'accento su come alcuni condizionamenti ossessivi di cui spesso non c’è consapevolezza finiscano, da una parte per creare un'immagine di donna non adeguata ad una società che vuol definirsi civile e, dall'altra, per provocare esiti spesso deleteri nelle persone più indifese. Il percorso della mostra si propone di denunciare una situazione che è sotto gli occhi di tutti ma che, per interesse, superficialità o ignoranza, pochi vedono e quasi nessuno contesta.

La mostra sarà inaugurata venerdì 9 marzo 17.30 alla presenza delle quattro autrici e  potrà essere visitata dal 9 al 18 marzo a Palazzo Cordellina, in Contrà Riale, 12 (da martedì a venerdì dalle 16 alle 19 e sabato e domenica dalle 10 alle 19; nelle mattinate la mostra sarà visitabile dalle scuole, su prenotazione, contattando l’ufficio pari opportunità, 0444 222162, pariopp@comune.vicenza.it).

Venerdì 9 marzo, dopo l’inaugurazione della mostra fotografica a Palazzo Cordellina, alle 18 si potrà partecipare ad all’incontro di riflessione “Letture di donne… letture d’esperienza” con Stefania Carlesso. L’identità femminile si è costruita nel tempo sedimentando eredità di vario tipo, facendo leva sulla ricchezza di tutte le esperienze di vita disponibili, come emerge dalle proposte del libro “Maria Zef” di Paola Drigo (probabilmente la scrittrice di area veneta più significativa della prima metà del novecento) e da “Sulla breccia” di Antonietta Giacomelli (scrittrice e polemista di spicco, che ha occupato un posto di rilievo nella storia dei cattolici italiani tra 800 e 900). I testi  proposti denunciano con forza espressiva le sofferenze femminili in una società oppressivamente patriarcale, difficile tutt’oggi da sradicare, rivelando che l’identità delle donne è una storia in cammino. 
Grazie alla collaborazione con Coop Adriatica, che ha gentilmente messo a disposizione dei prodotti a marchio Coop certificati SA8000 e che garantisce il pieno rispetto dei lavoratori, molti dei quali donne, sarà offerto un rinfresco ai partecipanti.

Seguirà “Donne con valigia: il mondo sulle spalle" con  letture  di Adriano Marcolini tratte dal libro "Valigie" (Edimond) di Valeria Mancini, presente all’incontro, che raccoglie racconti in cui le protagoniste sono donne che emigrano cercando una vita migliore per sé e per i propri figli. Il libro si è classificato al primo posto per la Sezione Narrativa nella IV edizione 2010 del Premio letterario “Città di Castello”. A rendere più coinvolgente l’evento saranno proposti intermezzi musicali di Luisa Zin, studentessa di violino al Conservatorio Pedrollo, che eseguirà brani di J.S. Bach.
La mostra e l’iniziativa collaterale sono a cura della commissione per le pari opportunità del Comune di Vicenza. Per informazioni pariopp@comune.vicenza.it.

“Anche quest’anno la commissione per le pari opportunità del Comune, insieme a numerose associazioni, invita a partecipare agli appuntamenti organizzati in occasione dell’ 8 marzo, giornata della donna – dichiara la consigliere alle pari opportunità Cristina Balbi -. Quest’anno abbiamo voluto proporre una nuova forma di comunicazione per riflettere sull’immagine femminile. Una mostra fotografica nella prestigiosa sede di palazzo Cordellina raccoglierà gli scatti di quattro artiste appartenenti al circolo fotografico Fotoricerca di Valdagno che consentiranno di cogliere con spirito critico l’attuale immagine della donna. E’ questa anche l’occasione per coinvolgere le scuole, sia gli studenti delle scuole medie già inseriti in un progetto specifico, sia anche gli studenti delle superiori che potranno prenotare la visita alla mostra durante le mattinate. E qualche scuola ha già aderito prenotando la propria visita.”

“Oltre all’interessante mostra ospitata a palazzo Cordellina, e per la quale ringraziamo la biblioteca Bertoliana che ci ha concesso la disponibilità di questa sede prestigiosa – commenta l’assessore alla cultura Francesca Lazzari, componente della commissione pari opportunità -, ricordo che sono tante le associazioni che partecipano a questa iniziativa che quindi si arricchisce di contenuti e di spunti.

“La mostra, suddivisa in sezioni, analizzerà gli stereotipi che accompagnano la donna dall’infanzia all’età adulta fino alla terza età – interviene Cinzia Burtini, autrice di alcune delle foto esposte nell’ambito della mostra “Nata femmina (?)” - dimostrando come venga chiesto in ogni età della vita di essere sempre belle. E del resto questo ideale di bellezza estetica spesso risulta irraggiungibile. Nel titolo della mostra “Nata femmina (?)” il punto di domanda ci porta a chiederci se l’immagine che la nostra società dà della donna ci sta bene.”

Il calendario delle iniziative proposte in occasione dell’8 marzo dalle associazioni femminili che collaborano con la commissione pari opportunità si è aperto ieri, giovedì 1 marzo, con l’incontro al Palazzo delle Opere Sociali sul tema “Donna, lavoro, economia, politica – per una nuova Italia e una nuova Europa nel mondo” (relatrice Simonetta Gatti Zara), a cura del Centro Italiano Femminile Comunale di Vicenza (per informazioni cifvicenza@alice.it).

Si prosegue mercoledì 7 marzo alle 20.30 nella sede del Centro Documentazione e Studi Presenza Donna, in  contrà S. Francesco Vecchio, 20 con “Paure e speranze tra Gaza e il deserto”, incontro con Suor Alicia Vacas Moro – missionaria cambogiana impegnata nei territori della Striscia di Gaza e con i beduini del deserto sul tema (a cura del Centro Documentazione e Studi Presenza Donna, per informazioni info@presdonna.it).

Numerosi gli appuntamenti in programma per giovedì 8 marzo, giorno della festa della donna.
Nella Chiesa di Araceli vecchia in piazza Araceli alle 20.30, si potrà partecipare ad un incontro di preghiera “al femminile” sul tema “Briciole di vita per terre di speranza” a cura del Centro Documentazione e Studi “Presenza Donna” di Vicenza (per informazioni info@presdonna.it).

Alle 20.45 il  Teatro Comunale di Vicenza ospiterà tre musiciste italiane, tre donne che hanno intrapreso con successo la difficile carriera concertistica. “Aimez-vous Ravel? ESTRIO” è il titolo del concerto che vede protagoniste Laura Gorna al violino, Cecilia Radic al violoncello e Laura Manzini al pianoforte che eseguiranno musiche di Ravel. L’evento è curato da APID – Gruppo Imprenditoria Femminile di Vicenza, in collaborazione con la Società del Quartetto di Vicenza (biglietto unico 25 euro, per informazioni imprenditoria.femminile@apindustria.vi.it).

Nella sede della circoscrizione 6 in Via Thaon de Ravel, 44  alle 21 è in programma lo spettacolo di cabaret “Eva e le altre”, un viaggio ironico nel pianeta donna, dalle origini ai giorni nostri, alla scoperta degli stereotipi che ancora esistono, con un pizzico di sano femminismo. A cura delle Allegre Brontolone e con la partecipazione delle donne dell’Associazione D.E.L.O.S. Per informazioni info@delosvicenza.it.

La sala conferenze dei Chiostri di Santa Corona, dalle 15 alle 18, ospiterà l’incontro pubblico su  costituzione, welfare, diritti “Eguaglianza e diritti sociali nella costituzione” con Lorenza Carlassare, docente emerita di diritto costituzionale all’Università di Padova. Interverranno anche Fabiola Carletto, segretaria CGIL Vicenza, Valentina Mazzoni, studentessa al liceo artistico Martini di Vicenza, Cristina Balbi, presidente della commissione pari opportunità del Comune di Vicenza, Matilde Pappalardo, segretaria SPI CGIL Vicenza; concluderà Marina Bergamin (a cura di CGIL Vicenza/SPI e CGIL Vicenza; per informazioni segreteria@cgilvicenza.it).

Sempre l’ 8 marzo, il  MO.I.CA.- Movimento Italiano Casalinghe – Gruppo di Vicenza organizzerà alcune iniziative aperte a tutte le donne della città. Per informazioni contattare direttamente l'Associazione allo  340 8414747,  moicavicenza@alice.it.

Venerdì 9 marzo alle 21 al Galla Caffè (primo piano, in Piazza Castello, 2/A), Pat Carra presenterà il suo  libro “Sex of humor” (a cura dell’Associazione Femminile Plurale; per informazioni donne@femminileplurale.net).

Venerdì 16 marzo alle 20.45 al Centro Studi Presenza Donna in contrà S. Francesco Vecchio, 20, Azzurra Meringolo presenterà il suo libro “I ragazzi di piazza Tahrir” (a cura dell’Associazione Femminile Plurale; per informazioni donne@femminileplurale.net).

Infine, lunedì 19 marzo alle 18.30 all’Oratorio del Gonfalone in contrà S. Antonio, si terrà la tradizionale “Cerimonia delle candele”, che condurrà in un ideale abbraccio che unisce le donne di tutte le nazioni del mondo per rinnovare l’impegno ad operare per la crescita umana e professionale femminile (a cura di   FIDAPA  -  B.P.W. Italy  - Sezione Vicenza; per informazioni fidapavicenza@gmail.com).

Ci saranno, poi, altri due appuntamenti tutti al femminile in programma alla fine del mese di marzo.
"Poesia, Fiori, Amore" condurrà i partecipanti in un viaggio musicale nell'universo femminile dell'Ottocento attraverso le musiche di Chopin, Bellini, Ciaikovski, Rossini, Offenbach, Delibes, Viardot eseguite dal liryc trio composto da Daniela Donaggio (soprano), Victoria Lyamina (contralto) e Elena Rossi (pianoforte). Con loro ci sarà anche Anna Zago, voce recitante. Il concerto, a cura dell'Officina dei Talenti,  si terrà sabato 24 marzo alle 18 nella sala Tiepolo di Palazzo Franco in contrà S. Domenico, 2. Per informazioni: 3477827303, annalisa.petrella@libero.it.

La manifestazione dedicata al Giappone e organizzata per il quarto anno a Vicenza, “Haru no Kaze – Vento di primavera”, in programma dal 23 marzo all’1 aprile, prevede una conferenza ai chiostri di S. Corona (contrà S. Corona 4) il 28 marzo alle 20.45 dal titolo "Silenzi e voci di donne nel Giappone contemporaneo" con Paola Scrolavezza, docente di lingua e letteratura giapponese all’Alma Mater Studiorum dell’Università di Bologna, esperta di letteratura femminile moderna e contemporanea, traduttrice e autrice di libri sul tema.
Per informazioni: segreteria associazione Gohan Asd - 345 6497944 - gohan@nagaikiryu.com - www.nagaikiryu.com/gohan. L’associazione è anche su Facebook, Twitter, Skype.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza