Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

09/11/2010

Berlusconi a Vicenza, Variati "Si è impegnato perché i soldi arrivino. E in fretta"

"Entro una settimana sapremo se lo Stato ha davvero a cuore le sorti del Vicentino sommerso dall’acqua perché per allora sarà definitivamente chiusa la legge finanziaria che dovrà contenere l’emendamento con le risorse per l’alluvione". Questa la dichiarazione del sindaco Achille Variati al termine del vertice in prefettura a Vicenza con il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, il ministro Umberto Bossi e il governatore Luca Zaia, in soprallugo nei luoghi della devastazione.

"Ha promesso – ha detto Variati, riferendosi a Berlusconi - che ci sono i fondi della commissione europea che sarà a Vicenza venerdì con Tajani. Ha promesso, soprattutto, che già domani, in un incontro tra Tremonti e Zaia, si fisseranno i paletti e le dimensioni dell’emendamento sui fondi per l’alluvione da inserire nella finanziaria che sarà chiusa nel giro di una settimana".

"Da parte mia – prosegue Variati - ho garantito stime rigorose, conti realistici sui danni che la nostra gente e le nostre imprese hanno subito. In cambio ho chiesto che questi fondi arrivino prestissimo, possibilmente entro 60 giorni, perché anche i tempi sono fondamentali per far ripartire le imprese. Mi ha garantito che questo è l’impegno del Governo. Vedremo subito se a queste parole seguiranno i fatti".

"Abbiamo spiegato ai rappresentanti del Governo – ha aggiunto il sindaco di Caldogno Marcello Vezzaro, che era accompagnato dai figli della vittima dell’alluvione - che devono dare un segnale forte come Stato, altrimenti sembrerà che il Veneto che dà tantissimo alla nostra economia, proprio per questo venga dimenticato. Abbiamo dato tanto in termini solidarietà, lo abbiamo dimostrato in una settimana. Adesso chiediamo la presenza e l’aiuto concreto perché le famiglie e le aziende possano ripartire".

"Qui c’è un clima di attesa – ha ricordato infine Variati a Berlusconi - che può diventare rapidamente clima di rabbia e di ribellione civile. Il momento è difficile, ma i soldi che verranno mandati qui per le imprese saranno immediatamente rimessi in circolazione. E’ una partita da chiudere in fretta, come lo è quella delle compensazioni per il Dal Molin". Berlusconi ha annuito. Ora Vicenza attende i fatti.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza