Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

28/10/2008

Programma opere pubbliche. Il sindaco: “Irrisori trasferimenti statali e un patto di stabilità che stoppa i mutui non mi hanno consentito di fare un vero piano triennale"

La giunta comunale ha adottato lo schema del programma triennale dei lavori pubblici 2009 – 2011: “Ma non sono stato messo nelle condizioni di fare un vero piano – ha dichiarato il sindaco Achille Variati nel presentare il documento – per le ristrettezze dei trasferimenti e per i limiti imposti dalla legge.  Questo piano vale per il 2009, ma dovrà assolutamente essere rivisto per il 2010 e il 2011. D’altra parte rilevo che al Comune rimane soltanto l’1 % di quanto i miei concittadini versano allo Stato (18 milioni di euro su 1 miliardo e 800 milioni di Irpef) e che i limiti di spesa dettati dal patto di stabilità ci consentono mutui soltanto per 8 milioni e mezzo di euro. Nel chiedere, ancora una volta, dove stia il federalismo fiscale, segnalo che per serietà e rispetto delle norme anche il programma delle opere pubbliche ha dovuto tener conto di questi vincoli, oltre che di una previsione realistica di incameramenti da alienazioni, che non riteniamo di poter stimare, in questo momento, più di 2 milioni e 325 mila euro.”

In questo senso, valutato il fatto che anche i finanziamenti regionali sono scarsi e incerti e che l’importante aiuto della Fondazione Cariverona potrebbe essere ridimensionato a causa degli effetti della crisi economica, Variati ha già annunciato alcuni percorsi che intende seguire nei prossimi anni: “Stiamo pensando a un rapporto diverso tra Comune ed Aim. Più che attendermi utili e canoni preferirei ribaltare su Aim, società per azioni con minor vincoli operativi rispetto al Comune, alcune spese o lavori. Il tutto, ovviamente, perfezionando meccanismi opportunamente approfonditi e approvati dal consiglio comunale. Altro fronte da battere per il reperimento di nuove risorse sarà quello dei fondi europei, rispetto ai quali questo Comune, a differenza di altri, non si è mai mosso”.

Quanto alle cifre, descritte dall’assessore Ennio Tosetto, il programma triennale delle opere pubbliche prevede per il 2009, un investimento complessivo di 21 milioni e 821 mila euro. Le voci più importanti si riferiscono a 5 milioni e 630 mila euro per le opere stradali, 3 milioni e 820 mila euro per i beni culturali, 2 milioni e 976 mila euro per l’edilizia residenziale pubblica, 2 milioni e 200 mila euro per l’edilizia scolastica, 2 milioni per i cimiteri, 1 milione e 650 mila euro per sport e spettacolo, 1 milione e 100 mila euro per il patrimonio comunale.

Nel corposo capitolo delle opere stradali, i 5 milioni e 630 mila euro andranno per oltre 2 milioni in sistemazioni, allargamenti, manutenzioni e asfaltature, 960 mila euro in piste ciclabili, 550 mila euro nella manutenzione dei marciapiedi.

Precisazione: alcune voci che per il 2009 risultano pari a 0 sono in realtà oggetto di interventi già finanziati (Santa Corona, Palazzo Chiericati, palestra di atletica pesante in via Carducci, mura cittadine…).

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza