Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

26/03/2008

Sabato 29 marzo ancora un appuntamento di “Astra: sipario aperto”, con uno spettacolo di musica e danza per raccontare il genio di Ravel

Musica e danza per dare suono e gesto al genio di Maurice Ravel, compositore tra i più innovativi e significativi del Novecento. L'appuntamento per ripercorrere la sua straordinaria produzione musicale è fissato per sabato 29 marzo alle 21 al Teatro Astra di Vicenza, nell'ambito della rassegna "Sipario Aperto”, voluta dall'Assessorato per i Giovani e l'Istruzione del Comune e affidata, per la parte artistica e organizzativa, a Theama Teatro.

L'accurata produzione firmata dalla bolognese Leggere Strutture porta dunque sul palcoscenico le coreografie di Matteo Gandini, ispirate alle musiche dell'artista arrangiate da Davide Fasulo. "Lo spettacolo - spiega la compagnia - propone un viaggio nella musica di Ravel che, seguendo dapprima le influenze e le ispirazioni orientali e muovendosi poi verso la prima musica contemporanea di inizio Novecento, giunge alla composizione del Bolero. Quello che ne emerge è un ritratto narrativo dell'autore, eseguito partendo dai suoi scritti, dalla sua poetica musicale. Lo spettatore è portato ad assaporare il gusto armonico della composizione musicale attraverso citazioni, frasi, immagini e studi bibliografici che si ancorano al progetto danzato. Si inizia da un dono: una scatola che contiene un appunto, una sorta di oasi grafica della poetica del compositore, introducendo lo spettatore a una visione più espansa, meno visiva, più umorale. Non solo la musica quindi, ma chi l’ha scritta; non solo la melodia, ma l’idea di chi l’ha creata, le sue influenze, il suo iter, il suo essere".

"La scenografia - prosegue la compagnia - è articolata in due colori: il rosso e il nero, che diventano causa ed effetto, prima e dopo, ricerca e scontro, amore e odio, interno ed esterno. E su questo dualismo la coreografia si apre all’analisi, alla scoperta, all’esplorazione dell’iter poetico".

Informazioni e prenotazioni: Theama Teatro, stradella delle Barche, 7 a Vicenza (tel. 0444 322525 al mattino, in altri orari 348 6105335). Biglietti: a 8 euro (5 per altre riduzioni di legge).

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza