Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Area Stampa

Notizie quotidiane sull’attività del Comune

Sei in: > Area Stampa

25/09/2007

Pino Micol in "Filottete" di Sofocle: debutto giovedì 27

Debutta giovedì 27 settembre, al Teatro Olimpico, Filottete di Sofocle, per la regia di Giuseppe Marini, primo allestimento della 60° edizione del Ciclo di Spettacoli Classici, diretto da Luca De Fusco, promosso dal Comune di Vicenza e dal Teatro Stabile del Veneto. Prodotto dalla Società per Attori, lo spettacolo replicherà sino a domenica 30 settembre (inizio alle 21).
Interprete principale dell'allestimento sarà Pino Micol, affiancato da Sebastiano Tringali, nel ruolo di Ulisse, da Jesus Emiliano Coltorti, in quello di Neottolemo e da Maurizio Palladino e Luca Arcangeli nel coro. Assiduo frequentatore del proscenio palladiano, dove ha debuttato nel 1971 conLa Lena di Ariosto, Micol è tornato, nel corso degli anni, a esibirsi più volte all'Olimpico con classici del teatro qualiAmleto (1973) eGiulio Cesare (1978) di Shakespeare eAntigone di Sofocle (1994) per citarne solo alcuni.
L'allestimento, il cui testo è tradotto da Angelo Tonelli, presenta la scenografia digitale e le musiche originali di Marco Schiavoni, i costumi di Helga H. Williams e il disegno luci di Michelangelo Vitullo.
I biglietti sono disponibili in prevendita al botteghino del Teatro Olimpico, oppure chiamando il numero a pagamento 899 666 805 o infine collegandosi al sito www.vivaticket.it. L'acquisto tramite call center e sito internet è possibile fino a 24 ore prima dello spettacolo. I tagliandi, il cui prezzo varia dai 9 ai 23 euro, se non esauriti in prevendita, saranno disponibili anche al botteghino dalle 20.30 della sera di spettacolo.
Filottete, a causa di una ferita maleodorante provocatagli dal morso di un serpente, è stato abbandonato dai Greci sull'isola di Lemno, durante la navigazione verso Troia. Dopo dieci anni, tornano sull'isola Odisseo e Neottolemo, incaricati di recuperare l'arco di Filottete, donatogli da Eracle, unico mezzo per espugnare Troia. Tragedia dall'anomalo "lieto fine",Filottete è la storia della solitudine del protagonista, abbandonato dagli uomini e condannato a giacere in preda al dolore.
«Compassione per la fragilità della condizione umana», afferma Tonelli, «e istinto di conoscenza che si inoltra a sondarne gli abissi più perturbanti, al fuoco di un'alta tensione drammatica, espressa con un linguaggio di estrema compostezza e trasparenza: è questo il cuore della poetica sofoclea.» 



 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza