Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > Area Stampa

22/11/2006

Da lunedì blocco dei vecchi diesel e dei veicoli non catalizzati

Scatta lunedì 27 novembre il blocco dei vecchi diesel e dei veicoli non catalizzati. Il divieto resta in vigore fino a venerdì 30 marzo 2007, da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.
Il blocco è sospeso venerdì 8 dicembre 2006 e da sabato 16 dicembre 2006 a domenica 7 gennaio 2007.
Il provvedimento rientra tra le azioni individuate dal Comune di Vicenza per la prevenzione e la riduzione dei livelli di concentrazione degli inquinanti atmosferici.
Tra le altre iniziative, sono previste due domeniche ecologiche, con blocco totale della circolazione: una si terrà in gennaio, e sarà concordata a livello interregionale, l'altra è stata già fissata per il 18 marzo e, come l'anno scorso, coinciderà con la manifestazione podistica Stravicenza.

Chi non può circolare
Nei giorni e nelle fasce orarie indicate, dovranno fermarsi le autovetture alimentate a gasolio e immatricolate prima del 1° gennaio 1997 (il divieto non scatta se nella carta di circolazione risulta la conformità alla Direttiva Europea 94/12/CEE e successive); gli autoveicoli alimentati a gasolio e immatricolati prima del 1° ottobre 1997 (il divieto non vale se nella carta di circolazione risulta per i veicoli trasporto di cose ad accensione spontanea (diesel) con massa inferiore a 3,5 tonnellate la conformità alla Direttiva Europea 93/59/CE e successive e per quelli con massa superiore a 3,5 tonnellate, la conformità alla Direttiva Europea 91/542/CE e successive); autovetture e autoveicoli alimentati a benzina, immatricolati prima del 1° gennaio 1993, non dotati di catalizzatore (il divieto non vale se nella carta di circolazione risulta la conformità alla Direttiva Europea 91/441/CEE e successive); ciclomotori e motoveicoli a due tempi non catalizzati e immatricolati o il cui certificato di circolazione sia stato rilasciato prima del 1° gennaio 2000.

Le eccezioni
Queste le eccezioni previste: possono circolare i veicoli con almeno 3 persone a bordo (car-pooling); i veicoli a GPL o a gas metano; i veicoli a emissione zero o ibridi purché funzionanti a motore elettrico; gli autoveicoli dei corpi e servizi di polizia stradale e altri autoveicoli con targa non civile; i veicoli con compiti di pronto soccorso, di medici in servizio di reperibilità, di paramedici o tecnici ospedalieri o di case di cura in servizio di reperibilità, di associazioni che svolgono assistenza sanitaria o sociale (con autocertificazione se privi di distintivi); gli autobus del servizio pubblico o al servizio di enti, aziende, comunità, scuole e bus turistici; taxi e autovetture a noleggio con conducente; i veicoli degli enti locali, Aim, Amcps, Ulss, Arpav, Poste, Enel, istituti di vigilanza e mezzi adibiti al pronto intervento su impianti, al trasporto di derrate deperibili, farmaci, per il funzionamento dei servizi pubblici essenziali purché individuabili da scritte e simboli (con autocertificazione se privi di distintivi); i veicoli al servizio di portatori di handicap muniti di contrassegno, di persone affette da gravi patologie documentate, di chi deve essere sottoposto a terapie, cure, analisi e visite mediche (con autocertificazione se privi di distintivi); i veicoli per il trasporto dei pasti per le mense (con autocertificazione se privi di distintivi); i veicoli al seguito di cerimonie nuziali o funebri (con autocertificazione); i veicoli che devono recarsi alla revisione obbligatoria, per il solo percorso di andata e ritorno; i veicoli di ospiti di alberghi o case di accoglienza della zona interdetta, per il solo percorso di andata e ritorno (con obbligo di esposizione di copia della prenotazione); i veicoli degli ambulanti con posto al mercato del centro del martedì e giovedì, per il solo percorso di andata e ritorno; i veicoli con targa estera e targhe E.E.; i veicoli di lavoratori turnisti, con turni con inizio o fine in orari e zone non sufficientemente coperti dal servizio pubblico di linea (con autocertificazione o dichiarazione della ditta); i veicoli d'epoca o di interesse storico e collezionistico (con idonea documentazione a bordo).

Il perimetro
Il perimetro del blocco, lungo il quale si può sempre circolare, è quello già definito negli anni scorsi e comprende: viale dal Verme, viale Diaz, viale Pecori Giraldi (compreso il parcheggio del Silos con entrata e uscita solo da viale Percori Giraldi), via Legione Antonini (dall'incrocio con viale Pecori Giraldi all'incrocio con viale del Mercato Nuovo), via Cairoli (da via Legione Antonini ai parcheggi Aim di via Cairoli e via Cattaneo), ex sedime ferroviario di collegamento tra via Cairoli e via Cattaneo, parcheggio di via Cattaneo (con accesso e uscita dall'ex sedime ferroviario da e per via Cairoli), via Mercato Nuovo, viale Crispi (da via Mercato Nuovo a viale Verona), viale Verona (dall'incrocio con viale Crispi fino alla canalizzazione per l'inversione del senso di marcia all'altezza del distributore carburanti Esso), via De Ferreti, ferrovia Mi-Ve (tutta l'area a sud della ferrovia, nel tratto da via De Ferreti a via dello Stadio, rimane esclusa dal divieto di circolazione, compresa la carreggiata nord di via Risorgimento e piazzale Fraccon), viale dello Stadio (fino a via Schio), via Schio, viale Trissino (fino a via Schio), via Spalato, via Quadri, via Ragazzi del '99 (compreso il parcheggio del cimitero), viale Astichello (dall'incrocio con via Ragazzi del '99 a via Baden Powell), via Baden Powell, via Mora (dall'incrocio con via Baden Powell a viale Cricoli), viale Cricoli, via Pforzheim, viale Grappa (dall'incrocio con via Pforzheim a viale Cricoli per l'uscita dal parcheggio Cricoli).
E' consentito l'accesso degli autoveicoli al parcheggio FF.SS., area interna della Stazione, se si possiede l'abbonamento, da esporre sul parabrezza.

Informazioni
Il modello per l'autocertificazione è in distribuzione da domani all'Ufficio relazioni con il pubblico, corso Palladio, 98; al Comando di Polizia Locale, contrà Soccorso Soccorsetto; alle portinerie dei palazzi comunali di corso Palladio, 98 e piazza Biade, 26 e nelle Circoscrizioni; è inoltre scaricabile da internet, collegandosi al sito del comune www.comune.vicenza.it.
Il testo completo dell'ordinanza è disponibile all'Ufficio relazioni con il pubblico; è inoltre scaricabile da internet, collegandosi al sito del Comune: www.comune.vicenza.it.
Questi i numeri di telefono ai quali chiedere ulteriori informazioni: 0444/221598 (Settore Ambiente e Tutela del territorio); tel. 0444/221360 (Ufficio relazioni con il pubblico); 0444/545311 (Comando di Polizia Locale). Una segreteria telefonica con informazioni aggiornate è attiva 24 ore su 24 al numero 0444/222324.

I comportamenti suggeriti
L'ordinanza invita i cittadini a privilegiare l'uso del mezzo pubblico, di veicoli non inquinanti, di carburanti a contenuto impatto ambientale, come il gasolio a basso tenore di zolfo, il gasolio bianco, il gpl, il gas metano. Il provvedimento, inoltre, ricorda di limitare il più possibile i consumi energetici, di gestire in modo efficiente gli impianti di riscaldamento, di non superare la temperatura di 20° e di ridurre al minimo indispensabile le fasce orarie di accensione.
Le imprese sono invitate a garantire l'efficacia degli impianti di controllo delle fonti inquinanti, per ridurre le emissioni in atmosfera, e a sensibilizzare gli operatori all'utilizzo dei veicoli a ridotto impatto ambientale.



Le altre iniziative contro l'inquinamento atmosferico

Incentivi per la promozione della mobilità sostenibile
Fino al 31 dicembre 2006 prosegue l'erogazione dei contributi per l'acquisto di biciclette elettriche. Prosegue inoltre l'erogazione dei contributi per la trasformazione dell'impianto di alimentazione delle auto a GPL o a gas metano, grazie all'adesione del Comune alla Convenzione ICBI, iniziativa nazionale per la promozione di carburanti a basso impatto ambientale.

Pulizia profonda delle strade
L'11 novembre 2006 si è concluso il "Progetto di pulizia del manto stradale per la riduzione di PM10 in ambito urbano nel Comune di Vicenza", in collaborazione con A.I.M. Vicenza SpA. L'iniziativa era partita il 15 giugno 2006 e ha consentito il trattamento di 2430 Km lineari di rete stradale.

Interventi per incentivare il trasporto pubblico
Fino al 31 marzo 2007 autobus gratuiti di domeniche e nei giorni di festa; per gli altri giorni c'è una riduzione del costo dei biglietti sia in ambito urbano (1 euro anziché 1,05), sia per l'intera rete (1,60 euro anziché 1,65 euro).
Fino al 30 dicembre 2006 prosegue inoltre l'agevolazione tariffaria per l'utilizzo del bus navetta: il Centrobus (andata e ritorno) di domenica è gratuito; gli altri giorni costa 1,60 euro: prezzo fisso sia per il biglietto singolo, sia per il biglietto cumulativo, fino a un massimo di 5 persone, da parcheggi di interscambio al centro urbano.

Nuova disciplina per la circolazione in Zona a Traffico Limitato:
Dall'1 settembre sono state introdotte ulteriori limitazioni alla circolazione in Z.T.L.: è stato soppresso l'accesso pomeridiano per le operazioni di scarico/scarico delle merci per decongestionare il centro storico dal traffico e ridurre l'impatto ambientale nell'area; il sistema di controllo elettronico degli accessi alla Z.T.L., di prossima introduzione, permetterà inoltre di ridurre gli ingressi abusivi, oggi stimati in oltre un migliaio al giorno.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza