Città di Vicenza

Asilo nido Villaggio del Sole

Contatti:

 

  • Via Biron di Sopra n. 90 - VICENZA
  • Tel. 0444/564390
  • Email: nido.villaggio@gmail.com

 

 

Personale:

 

  • Educatrici a tempo pieno: 1
  • Educatrici a part-time: 4
  • Cuoca: 1 (il nido è dotato di cucina interna)
  • Collaboratrici scolastiche: 2
  • Per la Cooperativa n. 1 Coordinatrice.
  • L’asilo nido Villaggio del Sole è gestito dal Consorzio Prisma in nome e per conto delle cooperative Faiberica e Il Regno Incantato.

 

 

Capienza:

  • Numero sezioni: 2
  • Capienza massima di n. 36 bambini, comprensiva del 20% di cui n. 25 lista comunale.

 

Orario funzionamento

  • 7.30 - 13.00 – fascia Part-time
  • 7.30 – 16.00 – fascia base
  • 7.30 – 17.00 – fascia con prolungamento

 

Assicurazione : Durante l’orario di apertura del nido, i bambini frequentanti sono coperti da polizza assicurativa a carico dell’amministrazione comunale.

 

Progetto anno educativo 2019/2020:

Tema unico per tutti i nidi dal titolo “Ambiente, Comunità e Narrazione di sè”: l’importanza dell’esplorazione, attraverso il gioco, il contatto diretto e l’utilizzo dei sensi in  un ambiente dove nascono relazioni e,  lo stare assieme,  è una dimensione per condividere, evolversi, attraverso “i diversi  linguaggi” ,  dedicando tempo all’ascolto e  promuovendo situazioni di cooperazione.

 

 

Cenni storici

La struttura nasce negli anni 80 come Scuola dell’Infanzia che a tutt’oggi accoglie 75 bambini, mentre l’asilo nido nasce nel 2000 e occupa una piccola parte dell’edificio accogliendo n. 34 bambini.

Lo spazio verde che circonda l’asilo offre ai bambini occasioni di scoperta durante tutto l’anno, assecondando loro interessi e curiosità verso il mondo naturale, ricco da sempre per una  straordinaria occasione di esplorazione sensoriale. E’ luogo del vissuto quotidiano dei bimbi e grazie alle attività che si organizzano è il vero protagonista della vita del nido (es. ‘Progetto Annuale per i bambini’).

L’interno della struttura suddiviso da spazi organizzati,  ben delimitati e contenuti, crea  opportunità e flessibilità per riadattare l’ambiente tenendo conto, attraverso scelte pedagogiche ragionate,  delle necessità evolutive dei bambini.

Come educatori vogliamo sottolineare un’immagine di bambino che, come soggetto attivo, instaura relazioni con tutto ciò che lo circonda: bambini, educatrici, genitori, ovvero la comunità che incontra al nido

Il nido Villaggio del Sole si apre al territorio avvalendosi della presenza e del contributo di associazioni (es. gli Alpini per la festa d’autunno, Festa dei nonni, la Sc. Infanzia Rumor,  ecc.) , permettendo al nido di allargare la propria dimensione sociale tradizionale (genitori-bambini) e diventando luogo di scambio e crescita. Elemento importante per noi è la Continuità Educativa con la Scuola dell’Infanzia M.Rumor adiacente, con la quale il personale educatore insieme alle insegnanti, cura annualmente, i progetti pedagogici comuni per offrire ai bambini un’occasione di crescita per “mitigare“ la fatica emotiva che incontrano nel passaggio da un servizio educativo all’altro. Le famiglie del quartiere, frequentanti il nido, scelgono per continuità, di inserire i loro bambini e i fratelli in questi servizi.

Come Cooperative del Consorzio Prisma, fin dal 1993 gestiamo asili nido con il Comune di Vicenza.

Grazie a questa esperienza, siamo consapevoli che un approccio partecipato nella gestione del servizio permetta di mettere a confronto più attori sociali, che a vario titolo, sono interessati alla posta in gioco rappresentata dal servizio stesso.

Vi sono, pertanto,  molteplici “saperi”…racchiusi  nel “Progetto con e per i genitori” (Giornata al nido con mamma e papà”, ‘Laboratori ’, incontri a tema pedagogico, incontri di condivisione pedagogica,…) e che  bambini, famiglie, educatori,  Associazioni e i Volontari, esperti e professionisti, incontrano e promuovono.

Alla luce di questo, sarà nostro compito cercare, ogni giorno, spazi di confronto, comunicazione e luoghi di aperta sperimentazione, perché ciascuna occasione offerta al bambino possa essere anche un’opportunità per tutti coloro che sono inseriti e vivono nel  servizio di asilo nido ed, in modo più allargato, per la comunità locale.