Città di Vicenza

Visite didattiche ai siti UNESCO

Il Sistema Siti UNESCO veneto propone alle scuole degli itinerari didattici dedicati ai siti culturali Unesco del Veneto, che sono:

  • La città di Vicenza e le ville del Palladio nel Veneto
  • Venezia e la sua Laguna
  • Orto Botanico" di Padova
  • Città di Verona

Il progetto denominato "Visite didattiche: per un approccio consapevole dei quattro siti culturali Unesco veneti" è rivolto ai giovani in età scolare (primo e secondo grado) e ha come obiettivo quello di diffondere la conoscenza dei quattro Siti culturali presenti sul territorio veneto, soprattutto nell'ottica delle ragioni e dei criteri che ne hanno determinato l'iscrizione nella lista dell'Unesco come Patrimonio Mondiale dell'Umanità, predisponendo anche materiali didattici a supporto delle visite stesse.

Per maggiori informazioni e per scaricare l'opuscolo descrittivo degli itinerari proposti, potete consultare il seguente link: http://www.sitiunescoveneto.it/

Il progetto è stato realizzato grazie ad un finanziamento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo MIBACT (Legge 77/06).

___________________________________

Il Sistema Siti UNESCO veneto ha inoltre promosso e realizzato, un cofanetto multimediale che è stato distribuito a tutte le scuole del Veneto e alle principali biblioteche. Esso è un utile strumento a supporto delle attività didattiche per favorire la conoscenza del patrimonio mondiale dell'umanità presente nella nostra regione.

____________________________________

Si segnala inoltre il portale web Patrimonio Mondiale per la Scuola, promosso dall'Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco di cui il nostro sito è socio fondatore, per avvicinare il mondo della Scuola ai luoghi italiani dichiarati dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Vi si possono trovare informazioni riguardanti i valori UNESCO, le proposte didattiche promosse da tutti i siti Unesco italiani, nonchè kit didattici utili per i docenti e studenti.

Il progetto è stato realizzato grazie ad un finanziamento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo MIBACT (Legge 77/06).