Città di Vicenza

Solez

Titolo

SOLEZ - Smart sOlution supporting Low Emission Zones and other low-carbon mobility policies in EU cities (Soluzioni intelligenti a supporto della gestione delle zone a basse emissioni e delle politiche di mobilità sostenibile nelle città europee)


Descrizione

Il progetto europeo SOLEZ mira a realizzare una rete di città che condividono la volontà di proteggere dal traffico le aree strategiche dei centri urbani, attraverso la creazione di zone a basse emissioni e altre misure di controllo degli accessi.
In questo modo vengono ridotti la congestione stradale, l'inquinamento atmosferico e acustico, e allo stesso tempo si protegge e si migliora la qualità della vita nei centri urbani.


Coordinatore

Comune di Vicenza


Partner

Sono dieci i partner, provenienti da sette paesi diversi:

  • città di Dubrovnik (HR)
  • città di Graz (AT)
  • città di Torino (IT)
  • città di Danzica (PL)
  • città di Žilina (SK)
  • Università di Zagabria (HR)
  • Centro di ricerca sui trasporti della città di Brno (CZ)
  • Pannon business network association della città di Sarvar (HU)
  • Kordis Jmk, ente coordinatore del trasporto integrato nella zona della Moravia meridionale (CZ)

Ogni città rappresenta un’area urbana funzionale che comprende il centro e i comuni del suo hinterland. Alcune di queste applicano già da anni politiche di gestione della mobilità a basse emissioni, altre invece affrontano per la prima volta queste tematiche e sono quindi affiancate da esperti tecnici e dalle città più virtuose.


Obiettivi

  • Migliorare il dialogo con le parti interessate e la società civile nella definizione e attuazione di politiche di controllo degli accessi, attraverso l’implementazione di strategie partecipative
  • Rafforzare le capacità e le competenze dei partner su approcci significativi per la realizzazione di zone a basse emissioni di carbonio

  • Sviluppare servizi e soluzioni tecnologiche innovative a sostegno dell’attuazione di politiche di gestione degli accessi nelle aree urbane funzionali


Attività

A partire dagli obiettivi strategici fissati per ciascuna delle otto zone urbane funzionali per il miglioramento della mobilità, la riduzione del traffico e delle emissioni di Co2, ciascuno dei rispettivi piani d'azione identifica una serie di attività specifiche per un periodo di 3-5 anni.

I partner del progetto collaborano allo sviluppo di tre strumenti innovativi collegati alle politiche di mobilità sostenibile e di contenimento del traffico urbano:

  1. un sistema di gestione dei dati che aiuti ad individuare e attuare i più efficaci sistemi di parcheggio e i relativi controlli

  2. progettazione di servizi a valore aggiunto che consentano di ridurre gli svantaggi prodotti dalle politiche di controllo degli accessi alle persone che vivono, lavorano o visitano le aree interessate e di aumentare le opportunità commerciali dei fornitori di servizi di mobilità

  3. uno strumento di supporto per i decisori politici e i pianificatori dei trasporti, che consenta di analizzare e valutare la fattibilità, costi e benefici attesi dall'introduzione di bus elettrici nella zona funzionale urbana.


Risultati attesi

A Vicenza due le azioni pilota previste:

  • testare servizi a valore aggiunto per incentivare, ottimizzare e rendere più appetibile al cittadino l’utilizzo di mezzi elettrici per il trasporto delle merci da e per il centro storico

  • testare un servizio Ict mirato a ridurre le emissioni di Co2, ottimizzando le procedure di ricerca e utilizzo del parcheggio.

Inoltre, i responsabili della gestione della mobilità nei comuni di ogni area urbana funzionale avranno la possibilità di partecipare a workshop locali per lo scambio di esperienze “tra pari” e per la conoscenza delle potenziali opportunità che emergono dalle buone pratiche di applicazione di forme di mobilità a basse emissioni di carbonio.


Budget

Il budget totale di progetto è di 1.933.734 euro (di cui l’80% cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale) con un contributo totale previsto per il Comune di Vicenza pari a 325.930 euro, per il 20% finanziato dal Fondo di rotazione nazionale.


Durata

5 luglio 2016 - 31 maggio 2019


Programma di finanziamento

Progetto cofinanziato dal programma Interreg Central Europe