Città di Vicenza

Scuola dell'infanzia "Angelina Peronato"

Aggiornato al: 05/11/2020

Contatti

Via P.Godi 4
Tel. 0444/222416, fax 0444/514785
Email: materne@comune.vicenza.it

Organizzazione didattica

La scuola dell’infanzia "A.Peronato" è una delle diciassette scuole del Comune di Vicenza, facente parte di un unico circolo organizzato e gestito dalla direzione didattica del settore servizi scolastici ed educativi dell’assessorato alla formazione. Per quanto riguarda l'aspetto organizzativo-didattico, la scuola è seguita dal dirigente scolastico, dalla coordinatrice pedagogico-didattica e dall'ufficio direzione didattica.

La scuola si presenta

La scuola dell’infanzia “A.Peronato” è composta da tre sezioni  ognuna delle quali ha bambini appartenenti a due fasce d’età.

L’organizzazione scolastica e la metodologia prevalentemente utilizzata per svolgere le attività previste, è di tipo laboratoriale con la presenza regolare e sistematica di un’insegnante per gruppo e l’attribuzione di un determinato spazio all’interno della struttura scolastica.

Lavorare per laboratori con tutti i bambini della scuola, permette di focalizzare maggiormente l’attenzione sulle dinamiche relazionali e favorisce un maggior impegno all’ osservazione e alla comprensione del singolo. Questa modalità organizzativa, offre ai bambini molteplici occasioni per sperimentare materiali, spazi e relazioni che si configurano preziose e insostituibili al fine della loro crescita.

Personale

  • Docenti a tempo pieno: 6 (in presenza di bambini disabili, è prevista l’assegnazione dell’insegnante di sostegno e/o l’educatore della provincia e/o operatore socio-sanitario)

  • Collaboratori scolastici: a tempo pieno 2 a part-time 1

Capienza

Numero sezioni: 3
Numero massimo bambini: 75

Orario di funzionamento

Dal lunedì al venerdì dalle 7.45 alle 16.00 per tutti i bambini.
È prevista su richiesta l‘uscita anticipata alle 13 dopo il pranzo.

Assicurazione

I bambini frequentanti, durante l’orario scolastico sono coperti da polizza assicurativa a carico dell’amministrazione comunale.

Spazi interni ed esterni della scuola

  • Ingresso

  • Salone

  • Spogliatoio bambini

  • Aule

  • Biblioteca

  • Spazio laboratori

  • Sala da pranzo

  • Salone psicomotricità

  • Dormitorio

  • Servizi igienici

  • Giardino/terrazza

  • Ufficio direzione

  • Cucina

Progetti anno in corso

  • Accoglienza

  • Insegnamento Religione Cattolica

  • Attività alternative per i bambini che non aderiscono alla Religione Cattolica

  • Progetto S.O.G.N.I. Scuola Oggi Genitori Nuovi Interpreti

  • Bambini a teatro

  • Scuola ed educazione motoria

  • Feste a scuola

  • Continuità nido-primaria

  • Biblioteca

  • Progetto Sorridi

  • Acqua amica

  • Solidarietà

  • Poliziotti di quartiere

  • Educazione stradale

  • Orto a scuola

  • Piccoli consumatori crescono

  • Fattoria didattica

  • Il viaggio di Scartino

  • La comunicazione e la grande guerra

  • La leggenda dell’albero magico

  • Feste a scuola

  • Stage in rete

Laboratori e attività laboratoriali organizzati nella scuola:

  • Psicomotorio

  • Biblioteca

  • Musicale - Animazione

  • Creativo- manipolativo

  • Logico-matematica

  • Fonologico

  • Gioco simbolico e travestimento

  • Ecologia

  • Inglese

Cenni storici

La costruzione della scuola dell’infanzia  risale al 1967 ma già dall'anno 1961, era funzionante  presso lo stabile dell’adiacente scuola elementare De Amicis. Risale in quell’anno la Convenzione che l’Opera Pia Asili Scuole Materne fece con l’Istituto delle Suore delle Poverelle di Don Luigi Palazzolo di Bergamo, che prevedeva l’invio di 3 religiose munite di apposito diploma per garantire l’attività scolastica.

Il 3 gennaio del 1968 si svolse, alla presenza delle autorità cittadine  e di numerosa folla, l’inaugurazione della scuola dell’infanzia Saviabona. La scuola continuò ad essere gestita dalle religiose per alcuni anni, fino a quando la Superiora Generale, per mancanza di nuove vocazioni, decise di ritirare le suore dalla scuola e dall’abitazione ad essa collegata. Alla scuola furono assegnate insegnanti laiche che continuarono l’importante lavoro educativo. Nel 1985 la scuola passò alla gestione diretta dell’Amministrazione Comunale.

Lo stabile costruito secondo i modelli in voga negli anni ‘60, è stato successivamente ristrutturato e adattato alle nuove esigenze didattico-educative e demografiche della zona.