Città di Vicenza

Lavori Pubblici ERP 2019-2020 POR FESR 2014-2020 SISUS dell'Area urbana di Vicenza

Aggiornato al: 27/04/2021

Edilizia Residenziale Pubblica. Interventi infrastrutturali di manutenzione straordinaria, recupero edilizio compreso l'efficientamento energetico di dodici alloggi di edilizia residenziale pubblica esistenti

Nell’ambito della Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile (SISUS) dell’Area Urbana di Vicenza del Programma Operativo Regionale FESR 2014 – 2020 del Veneto il Servizio Lavori Pubblici e Manutenzioni ha completato un intervento infrastrutturale che è consistito nella manutenzione straordinaria e recupero edilizio, compreso l’efficientamento energetico, di 12 alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica dell’Area Urbana di Vicenza: via Bertolo 42, via Medici 107, Vicenza Stradella Retrone 7, Vicenza strada di Polegge 210-int.4, viale Fiume 113, via Schiavo 35, via Bertolo 20, via Lago di Toblino 24, via Palestro 8, Strada di Polegge, 210-int.5, via Bertolo 16, via Bertolo 18. Tali alloggi sono stati individuati tra quelli approvati dalla Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile dell’Area urbana di Vicenza.

L’intervento è stato realizzato avvalendosi del finanziamento POR – Obiettivo “Investimenti in favore della crescita e dell’occupazione” parte FESR Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2014 – 2020 del Veneto, Asse Prioritario 6 Sviluppo Urbano Sostenibile, Strategia Integrata di Sviluppo Urbano Sostenibile (SISUS) dell’Area Urbana di Vicenza, Azione 9.4.1 “Interventi di potenziamento del patrimonio pubblico esistente e di recupero alloggi di proprietà pubblica per incrementare la disponibilità di alloggi sociali e servizi abitativi per categorie (persone e nuclei familiari) fragili per ragioni economiche e sociali” – Sub-azione 1 “Edilizia Residenziale Pubblica”, Interventi infrastrutturali di manutenzione straordinaria, recupero edilizio compreso l’efficientamento energetico di edifici di edilizia residenziale pubblica esistenti

Il sostegno finanziario concesso è pari a 661.333,38 €.

Logica integrata dell’intervento nel quadro della SISUS

L’intervento ha soddisfatto i fabbisogni di necessità di valorizzazione e rinnovo del patrimonio abitativo pubblico dell’Area urbana di Vicenza, anche dal punto di vista della efficienza energetica, e di riduzione del numero di popolazione in condizione di povertà e disagio abitativo, incrementando l'offerta di alloggi residenziali pubblici disponibili di n. 12 alloggi, che vanno a sommarsi ai 17 alloggi ERP già recuperati grazie al medesimo finanziamento nel periodo 2018-2019.

La strategia integrata dell’Area urbana di Vicenza prevede infatti una rivisitazione complessiva degli interventi attivati nei confronti delle famiglie in condizione di marginalità e vulnerabilità sociale, anche grazie alla messa a disposizione di alloggi ERP, garantendo condizioni che ne agevolino l’inserimento in un contesto abitativo che ne combatta l’isolamento sociale e spaziale, in sinergia con gli altri interventi messi in campo dalla Strategia. In particolare, l’intervento si integra infatti con gli altri interventi nel quadro della SISUS in quanto i destinatari degli alloggi recuperati potranno:

- accedere ai nuovi servizi di e-government finanziati con le azioni relative all’agenda digitale; gli interventi relativi ai nuovi servizi on-line saranno realizzati in modo da essere facilmente accessibili ed utilizzabili dai destinatari degli alloggi recuperati;

- usufruire degli automezzi potenziati e delle linee efficientate con le azioni relative alla mobilità sostenibile; i nuovi mezzi, resi il più possibile accessibili, rinforzeranno i collegamenti anche a beneficio delle zone di pertinenza degli alloggi recuperati.

Coerenza con il POR FESR e con la SISUS

L’intervento ha risposto all’obiettivo specifico POR e SISUS di riduzione del numero di famiglie con particolari fragilità sociali ed economiche in condizioni di disagio abitativo, incrementando l’offerta di alloggi residenziali pubblici fruibili, contribuendo alla sfida sociale e alla sfida demografica.

Infatti, il patrimonio ERP dell’Area Urbana di Vicenza risulta generalmente datato e a bassa efficienza energetica e, in rapporto alla domanda e all’offerta, evidenzia la presenza di un fabbisogno insoddisfatto a causa dell’esiguo numero di alloggi disponibili all’assegnazione, dovuto anche all’aumento della popolazione a rischio povertà o esclusione sociale, in particolare riguardante le famiglie anziane mono-reddito, le famiglie con minori e i cittadini extra-comunitari.

Da un lato l’intervento permette di re-immettere sul mercato alloggi ERP non assegnati per la mancanza dei requisiti di efficienza energetica, messa a norma degli impianti, accessibilità e abitabilità, consentendo di soddisfare maggiormente la domanda di alloggio; dall’altro lato la riqualificazione energetica degli alloggi consente una riduzione dei costi delle utenze, adottando tecniche progettuali e costruttive rivolte a favorire il risparmio energetico e l’efficientamento.

In particolare, l’intervento contribuisce al raggiungimento dell’obiettivo specifico attraverso il recupero di 12 alloggi da assegnare a circa 38 persone in condizione di marginalità (famiglie in condizione di povertà), o di vulnerabilità sociale (anziani fragili, persone con disabilità) garantendo una accoglienza a fronte di canoni di affitto economicamente accessibili.

La riqualificazione energetica contribuisce inoltre al raggiungimento dell'obiettivo incidendo direttamente sulle spese sostenute dai nuclei familiari per le utenze e le spese condominiali.

La riqualificazione energetica contribuisce altresì alla riduzione delle emissioni inquinanti, favorendo la sostenibilità ambientale delle aree interessate.

Coerenza con la programmazione e pianificazione di settore

L’intervento si è collocato nel Piano Triennale dei Lavori Pubblici 2019/2021 del Comune di Vicenza.

Gli alloggi interessati dall’intervento sono collocati nel Comune di Vicenza, che rientra nell’Area urbana di Vicenza, sottoinsieme dei Comuni dell'ULSS 8 Berica (ex ULSS n.6), disciplinata dal c.d. Piano di Zona.

Gli alloggi oggetto di intervento rientrano nel 50% del patrimonio ERP di proprietà comunale in gestione a AMCPS. Gli strumenti di gestione del patrimonio ERP, oltre ai tradizionali bandi di assegnazione ai sensi della L. n. 10/1996, sono il ricorso alla locazione agevolata, i piani pluriennali per il recupero degli alloggi sfitti comunali, l’istituzione della Commissione Emergenza Abitativa CEA per il Comune di Vicenza, che si è dotata di un regolamento per l'emergenza abitativa, e una Agenzia della locazione.

L’intervento è in linea con il Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie (DGC 159 del 25 maggio 2016).

Presenza di un target specifico verso aree degradate/fasce della popolazione marginali

Il recupero di unità abitative ubicate in diversi quartieri e zone dell’area urbana, collocati non solo nell’area ovest della città individuata come area caratterizzata da aspetti di degrado dalla Strategia, si è realizzato con la finalità di evitare fenomeni di ghettizzazione dell’area e conseguente impoverimento del territorio. Come previsto dalla Strategia stessa, l’intervento contribuisce infatti all’obiettivo di costruire un territorio solidale, non concentrando in un’unica area le situazioni di disagio ma rispettando la storia urbanistica dell’Area urbana che vede la prossimità tra zone residenziali e zone ERP, con l’obiettivo di favorire processi inclusivi e di mutuo aiuto.

Le fasce di popolazione destinatarie finali dell’intervento sono i nuclei familiari individuati secondo i criteri della L.R. 10/1996, individuati come destinatari dalla Strategia stessa.