Città di Vicenza

Proroghe e sospensioni di scadenze

Imu, Imposta municipale propria

Il pagamento della rata di acconto 2020 è stato prorogato al 16 dicembre 2020.
Chi vuole può, comunque, pagare l'Imu in due rate, la prima delle quali anche dopo il 16 giugno 2020.
La proroga NON vale per la quota statale dei fabbricati di categoria D.

Imposta di soggiorno

L'applicazione dell'imposta di soggiorno è stata sospesa fino al 31 dicembre 2020 per tutte le strutture ricettive del Comune di Vicenza.

 

Tari - tassa sui rifiuti

  • Utenze non domestiche (imprese)
    Posticipato il pagamento della prima rata della Tari dal 23 marzo al 30 giugno 2020 per le seguenti categorie:
    cinema, teatri, alberghi con e senza ristorante, negozi di abbigliamento, calzature, beni durevoli, librerie, cartolerie, ferramenta, negozi particolari (tende e tessuti, filatelia, antiquariato, tappeti, ombrelli e cappelli), banchi di mercato non alimentari, attività artigiane (parrucchiere, barbiere, estetista, falegname, idraulico, fabbro, elettricista), ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub, agriturismi, mense, birrerie, hamburgherie, bar, caffè, pasticcerie, banchi di mercato di generi alimentari, discoteche, night club.

  • Utenze domestiche (privati)
    Sospeso il pagamento degli interessi di mora per la prima rata
    della Tari in scadenza il 23 marzo 2020.

 

Imposta di pubblicità

La scadenza per il versamento dell'imposta comunale sulla pubblicità per l'anno 2020  è stata prorogata al 30 novembre 2020.

 

Cosap temporanea e permanente

Il pagamento della Cosap temporanea e permanente è posticipato al 16 dicembre 2020.

 

Carta d'identità elettronica (CIE)

Le carte d’identità e i documenti di riconoscimento scaduti o in scadenza rimangono validi fino al 31 dicembre 2020. La validità ai fini dell'espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento.

 

Contrassegno persone con disabilità (Cude)

La scadenza del contrassegno unificato disabili europeo (Cude) è prorogata al 31 agosto 2020 come tutti i documenti di riconoscimento, secondo quanto espressamente previsto nel decreto ”Cura Italia” per ridurre al massimo lo spostamento dei cittadini e l'accesso agli uffici pubblici durante l'emergenza Coronavirus.
Pertanto la possibilità di prenotare un appuntamento online per richiedere tale rinnovo è sospesa e sarà ripristinata al termine dell'emergenza (il servizio rimane attivo per chi deve invece richiedere un permesso per la prima volta).

 

Permessi ZTL

La scadenza dei permessi ZTL per residenti, dimoranti e attività lavorative è prorogata al 15 giugno 2020 in sintonia con quanto previsto nel decreto ”Cura Italia” per ridurre al massimo lo spostamento dei cittadini e l'accesso agli uffici pubblici durante l'emergenza Coronavirus.
Pertanto la possibilità di prenotare un appuntamento online per richiedere tali rinnovi è sospesa e sarà ripristinata al termine dell'emergenza (il servizio rimane attivo per chi deve invece richiedere un permesso per la prima volta).

 

Pagamenti scolastici

  • Asili nido comunali: sospesa la retta per i giorni di non frequenza
  • Servizio mensa: addebito del pasto sospeso in automatico; sempre possibile effettuare le ricariche
  • Scuolabus: sospesa la retta per i giorni di non utilizzo del servizio


Bando per la vendita di immobili

Il servizio patrimonio - abitativi ha prorogato al 30 aprile la scadenza del bando per la vendita di terreni e fabbricati per oltre 2 milioni di euro.
La procedura riguarda tre terreni agricoli, un ex fondo agricolo e un terreno edificabile. Nel bando è inoltre inserita la cessione dei diritti del Comune di Vicenza sul terreno del Circolo Tennis La Rotonda concesso in diritto di superficie.


Canoni di affitto di locali comunali

E' posticipato al 31 ottobre 2020 il termine del versamento dei canoni di affitto di locali comunali a uso non abitativo, per il periodo dall'1 marzo al 31 luglio. Si tratta delle scadenze dei pagamenti di canoni di concessioni e locazioni di unità immobiliari destinati ad esercizi pubblici, negozi, laboratori non rientranti nei codici Ateco, definiti dai decreti dell'11, 22 e 25 marzo, e da associazioni sociali, culturali e ricreative.

Attività economiche
I canoni non versati dalle attività economiche nel periodo dall'1 marzo al 31 luglio, dovranno essere corrisposti in un'unica soluzione entro e non oltre il 31 ottobre, oppure in un massimo di tre rate mensili dello stesso importo con scadenza l'ultimo giorno dei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2020. La possibilità di rateizzazione è prevista per i soggetti che devono differire i pagamenti per un importo complessivo di almeno 3 mila euro. In nessun caso saranno applicati interessi, sanzioni o decadenze.

Associazioni
Per quanto riguarda le associazioni, sempre per il periodo dall'1 marzo al 31 luglio, è prevista la possibilità di corrispondere al Comune le rate non versate in un'unica soluzione, entro e non oltre il 31 ottobre.