Città di Vicenza

Cosap: occupazione permanente suolo pubblico

Aggiornato al: 04/05/2018

Sono soggette al canone occupazione spazi ed aree pubbliche (Cosap) le occupazioni effettuate nelle strade e loro pertinenze, aree e relativi spazi sovrastanti e sottostanti appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune.
Le aree private soggette a servitù di uso pubblico non sono sottoposte al canone, le relative occupazioni sono in ogni caso subordinate ad autorizzazione.
Sono permanenti le occupazioni di carattere stabile, effettuate a seguito del rilascio di un atto di concessione, aventi comunque durata non inferiore all'anno.
Il canone è dovuto dal titolare dell'atto di concessione o di autorizzazione o, in mancanza, dall'occupante di fatto, anche abusivo, in proporzione alla superficie effettivamente sottratta all'uso pubblico.

Le richieste per il rilascio di concessioni e autorizzazioni vanno presentate al Comune su carta legale, quindi esaminate dai singoli uffici competenti per settore. Esse devono contenere i seguenti elementi di identificazione:

  • dati anagrafici e fiscali del richiedente;
  • luogo e superficie da occupare;
  • periodo dell'occupazione;
  • motivo della richiesta.

Modalità di calcolo e versamenti

Il rilascio della concessione è condizionato al pagamento del canone da effettuarsi mediante versamento con bollettino di conto corrente postale, oppure direttamente alla Tesoreria comunale.
Per le annualità successive, il pagamento dovrà essere effettuato entro il 31 marzo, con le stesse modalità.
Il canone si determina in base all'effettiva occupazione del suolo espressa in metri quadrati o in metri lineari con arrotondamento all'unità superiore della cifra contenente decimali, a cui si applica la relativa tariffa prevista dal regolamento comunale Cosap, differenziata secondo il tipo di occupazione e della zona del territorio comunale in cui detta occupazione è realizzata.
La misura del canone è rivalutata annualmente in base all'indice Istat dei prezzi al consumo rilevati al 31 dicembre dell'anno precedente.
È stabilito in 10,33 euro il canone minimo per applicare il canone di occupazione permanente.
Se il canone dovuto è superiore a 258,23 euro può essere disposto, su richiesta del concessionario, il pagamento in quattro rate senza interessi, di uguale importo, con scadenza nei mesi di marzo, maggio, luglio e settembre.
L'omesso o tardivo versamento di una rata fa decadere il beneficio. Per l'omesso pagamento del canone è dovuta una sanzione pari al 100% del medesimo, oltre agli interessi di legge.

 

Tariffe anno 2018

Tipo di occupazione Categoria Per Tariffa annua euro

Occupazione suolo

1 a

mq.

 

 

62,112817

Occupazione suolo

2 a

mq.

 

 

43,387319

Sottosuolo e Soprassuolo

1 a

mq.

 

 

20,600868

Sottosuolo e Soprassuolo

2 a

mq.

 

 

14,410738

Tombinature fossati

1 a

ml.

 

 

11,463728

Tombinature fossati

2 a

ml.

 

 

7,628386

Gestori di reti di erogazione servizi pubblici (art. 18 legge n. 488/99)

 

utenza

 

 

0,869424

       
       

Impianti pubblicitari   tipo "non affissivi" (cartelli, prisma vision, rotor vision)

1 a

fino a mq. 1 e per metro o frazione di metro eccedente la tipologia base di 1 mq.

 

 

62,112817

Impianti pubblicitari tipo "non affissivi" (cartelli, prisma vision, rotor vision)

2 a

fino a mq. 1 e per metro o frazione di metro eccedente la tipologia base di 1 mq.

 

 

43,387319

Targhe di indicazione di industrie ed attività (tipo "frecce" cm 100x20) denominate anche "preinsegne"

1 a

tariffa unica

 

 

62,112817

Targhe di indicazione di industrie ed attività (tipo "frecce" cm 100x20) denominate anche "preinsegne"

2 a

tariffa unica

 

 

43,387319

Per gli impianti pubblicitari a due facce, il Canone Osap raddoppia (Deliberazione del Consiglio Comunale n° 57 "Pgn 28261" in data 16 ottobre 2001).

Normativa

Il canone per le occupazioni di spazi ed aree pubbliche (Cosap) è disciplinato dal Regolamento comunale Cosap approvato con deliberazione del commissario straordinario n. 140 del 19 ottobre 1998 e modificato con successive deliberazioni di consiglio comunale, così come previsto dall'articolo 63 del Decreto Legislativo 15 dicembre 1997, n. 446 e successive integrazioni e modificazioni.

Dove e quando

Ufficio Cosap

Palazzo degli Uffici

Indirizzo: piazza Biade 26

Telefono: 0444221630 (attivo lunedì, mercoledì e venerdì 8.30 -10, martedì e giovedì dalle 8.30 -12.30)

Email: cosappermanente@comune.vicenza.it

Orario di apertura al pubblico:

  • mercoledì e venerdì  dalle 10 alle 12.30
  • martedì e giovedì dalle 16.30 alle 18

Servizio appuntamenti online