Città di Vicenza

Erp edilizia residenziale pubblica - bando assegnazione alloggi

Aggiornato al: 15/07/2021

Per l'assegnazione di un alloggio del Comune è necessario partecipare al concorso specifico.

Per l'anno 2021 la domanda si può presentare dal 13 settembre al 11 novembre 2021.

Chi può partecipare al bando

Possono partecipare:

  • i cittadini italiani;

  • i cittadini di Stati appartenenti all’Unione europea regolarmente soggiornanti in Italia e loro familiari;

  • i titolari di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;

  • i titolari dello status di rifugiato e dello status di protezione sussidiaria;

  • gli stranieri regolarmente soggiornanti in possesso di permesso di soggiorno, almeno biennale, e che esercitano una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo.

I richiedenti devono, inoltre, essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • residenza anagrafica in Veneto da almeno 5 anni, anche non consecutivi e calcolati negli ultimi 10 anni, fermo restando che il richiedente deve essere, comunque, residente nel Veneto alla data di scadenza del bando;

  • non essere stati condannati per il reato di “invasione di terreni o edifici“ (articolo 633 del codice penale), nei precedenti 5 anni;

  • non essere titolari di diritti di proprietà, di usufrutto, di uso e di abitazione su immobili adeguati alle esigenze del nucleo familiare ubicati nel territorio nazionale o all’estero;

  • non essere stati assegnatari in proprietà, immediata o futura, di un alloggio realizzato con contributi pubblici, o non aver avuto precedenti finanziamenti pubblici di edilizia agevolata, in qualunque forma concessi, salvo che l’alloggio sia inutilizzabile o distrutto non per colpa dell’assegnatario;

  • situazione economica del nucleo familiare, rappresentata dall’Isee-Erp del valore non superiore a 20.180 euro; per il calcolo dell’Isee-Erp è richiesto il possesso di attestazione Isee in corso di validità dei componenti del nucleo che intendono presentare la domanda);

  • non aver ceduto o sublocato, in tutto o in parte, fuori dei casi previsti dalla legge, l’alloggio di edilizia residenziale pubblica assegnato.

Le condizioni che danno diritto a punteggio sono indicate al link https://www.comune.vicenza.it/albo3/altri.php/289834.
Ultimato il bando e valutate le domande, verrà formulata una graduatoria in base alla quale verranno assegnati gli alloggi popolari.

 

Come fare

Le domande possono essere presentate nelle seguenti modalità:

  • Mediante utilizzo della procedura on-line di cui all’articolo 49, comma 1, lettera e) della legge regionale 3 novembre 2017, n. 39. Per accedere a tale procedura si dovrà essere in possesso dello SPID (Sistema Pubblico d’Identità Digitale), necessario per accedere ai servizi online della pubblica amministrazione, con una coppia di credenziali (username e password) personali. Per presentare la domanda collegarsi al sito https://erp.regione.veneto.it/Bandi

    Attraverso appuntamento in presenza per la compilazione della domanda informatica con l’assistenza del personale comunale. Per prenotare l’appuntamento bisogna collegarsi al link https://www.comune.vicenza.it/servizi/elenco/prenotazioneappuntamenti.php, o chiamando il numero 0444/221101 dal lunedì al venerdì dalle ore 11.00 alle ore 13.00.

    E’ possibile prenotare gli appuntamenti per la presentazione delle domande a partire dal 9 agosto 2021 fino al 10 novembre 2021.

La raccolta delle domande in presenza avviene mediante l’assistenza del personale comunale. Prima della compilazione del modulo on-line il richiedente deve sottoscrivere, direttamente presso l'ufficio preposto, una delega per la compilazione della domanda. La raccolta delle domande avverrà presso gli uffici comunali in via Paolina Porto Godi 2 a Vicenza.

Si raccomanda la massima puntualità agli appuntamenti e si ricorda che è indispensabile presentarsi muniti di mascherina; all’appuntamento può presenziare un unico membro del nucleo famigliare.

Le dichiarazioni relative al possesso dei requisiti di cui ai commi 1 e 2 dell’articolo 25 della legge regionale 39 novembre 2017 da parte del richiedente e dei requisiti di cui alle lettere b), c), d) ed f), del comma 2 del medesimo articolo da parte dei componenti il suo nucleo famigliare, sono attestate mediante dichiarazione sostitutiva ai sensi dell’articolo 47 del D.P.R. 28.12.2000, numero 445. I requisiti di cui al comma 2, lettera e) dell’articolo 25 della legge regionale 3 novembre 2017, n. 39, devono essere documentati con dichiarazione unica sostitutiva ISEE in corso di validità.

 

Documenti necessari

Il richiedente, al momento della compilazione della domanda presso l’ufficio comunale, deve essere munito di:

  • Documento d’identità in corso di validità proprio e di tutti i componenti del nucleo familiare;

  • Titolo per il soggiorno in Italia proprio e di tutti i componenti del nucleo familiare (se proveniente da Paesi extra Unione Europea);

  • ISEE in corso di validità;

  • Per i titolari di permesso di soggiorno almeno biennale, dichiarazione del datore di lavoro comprovante l'attività lavorativa in corso o, per lavoratore autonomo, attestazione possesso partita IVA attiva;

  • Certificazione storica di residenza nel Veneto da richiedere presso il Comune di residenza; (*)

  • Per i proprietari di immobili: in caso di inagibilità presentare provvedimento comunale. In caso di inadeguatezza della superficie sarà necessario presentare planimetria catastale che sarà valutata ai sensi dell’art. 10 del R.R. n.4/2018. Se l'alloggio di proprietà è assegnato al coniuge occorre presentare il provvedimento giudiziario di assegnazione.

    Prima di presentare domanda, verificare che il valore dell'immobile di proprietà non incida sul valore ISEE ERP portandolo al di sopra del valore massimo consentito di euro 20.180.

 

Documentazione indispensabile per attestare le condizioni oggettive e soggettive ai fini dell’attribuzione dei relativi punteggi:

  • Documentazione attestante le condizioni di antigienicità, sovraffollamento dell’alloggio occupato o la presenza di barriere architettoniche in alloggio occupato da portatore di handicap motorio; (*);

  • Documentazione attestante il matrimonio o dichiarazione di impegno a contrarre matrimonio per i nubendi fermo restando quanto stabilito dalla legge n. 76 del 20 maggio 2016;

  • Documentazione attestante la presenza di portatori di handicap o di invalidità nel nucleo familiare rilasciato da parte degli organi competenti; (*)

  • Documentazione attestante la condizione di emigrato (*);

  • Provvedimento esecutivo di rilascio dell’alloggio, non intimato per inadempienza contrattuale (*) ;

  • Documentazione attestante la morosità incolpevole

  • Verbale dell’autorità giudiziaria per l’assegnazione dell’eventuale immobile e l’affidamento degli eventuali figli (*);

  • Ordinanza di sgombero (*)

  • Autodichiarazione di convivenza con uno più altri nuclei famigliari attestante le generalità del/i nucleo/i convivente/i.

  • Per i nuclei nubendi: autocertificazione di impegno a contrarre matrimonio o unione civile entro eventuale assegnazione di alloggio

  • Per i richiedenti disoccupati maggiori di 50 anni di età di cittadinanza italiana o appartenente all'Unione Europea: dichiarazione di disoccupazione (*)

  • Per i richiedenti privi di alloggio: dichiarazione comprovante lo stato di mancanza di abitazione da almeno un anno (*)

  • Per i richiedenti titolari di alloggio procurato: dichiarazione di dimora procurata a titolo precario prodotta dall’ente che fornisce l’alloggio (*)

 

I documenti contrassegnati con (*) NON possono essere resi mediante autocertificazioni ai sensi del DPR 445/2000; tutti gli altri documenti potranno essere redatti sotto forma di autocertificazione.

Normativa

L.R. 39/17 "Norme in materia di edilizia residenziale pubblica"

Regolamento regionale n. 4/2018

Dove e quando

Ufficio Abitativi

Avviso

Nell'ambito delle misure predisposte per il contenimento della diffusione del COVID-19 (Coronavirus) si potrà accedere all'ufficio solo previo appuntamento, da prenotare telefonicamente o via email.

Palazzo Negrisolo

Indirizzo: contra' Busato 19

Telefono: 0444221750 (attivo da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 10)

Fax: 0444222518

Orario di apertura al pubblico:

  • lunedì, giovedì e venerdì dalle 10 alle 12.30
  • martedì dalle 16.30 alle 18

Modulistica e documenti