Città di Vicenza

Contributo di sostegno ai cittadini colpiti dalle conseguenze economiche del Covid-19

Aggiornato al: 06/10/2020

Grazie al progetto "Ripartiamo", i cittadini residenti nei Comuni del distretto est AULSS 8 “Berica” che, a seguito dell’emergenza COVID-19, non hanno visto rinnovato il proprio contratto di lavoro o hanno dovuto subire una forte riduzione dell’attività lavorativa e siano sprovvisti di ammortizzatori sociali, possono presentare istanza per beneficiare di un contributo economico del valore di 500 euro, erogato in un’unica soluzione direttamente sul conto corrente del beneficiario per il sostegno al reddito.

Come fare

Dal 17 agosto all'1 settembre 2020

possono presentare domanda per richiedere il contributo i cittadini residenti in uno dei Comuni dell’ambito del distretto est dell'AULSS 8 Berica, e precisamente:

Agugliaro, Albettone, Altavilla Vicentina, Arcugnano, Asigliano, Barbarano Mossano, Bolzano Vicentino, Bressanvido, Caldogno, Camisano Vicentino, Campiglia dei Berici, Castegnero, Costabissara, Creazzo, Dueville, Gambugliano, Grisignano di Zocco, Grumolo delle Abbadesse, Isola Vicentina, Longare, Montegalda, Montegaldella, Monteviale, Monticello Conte Otto, Nanto, Noventa Vicentina, Orgiano, Pojana Maggiore, Pozzoleone, Quinto Vicentino, Sandrigo, Sossano, Sovizzo, Torri di Quartesolo, Vicenza, Villaga, Zovencedo,

la cui condizione economica si è modificata a causa della riduzione/interruzione delle attività lavorative per cause riconducibili all’emergenza sanitaria COVID-19.

A mero titolo di esempio potranno presentare istanza: i lavoratori stagionali nel ramo del turismo e della ristorazione, operai agricoli, badanti, lavoratori dello spettacolo e fiere (e tutti i lavoratori ingaggiati per la realizzazione degli eventi come montatori, elettricisti, etc..), ambulanti, le piccole P. IVA, artigiani, gestori e persone che lavorano nell’ambito delle palestre/attività sportive, commessi, etc.. A questi si aggiungono: i pazienti dimessi dall’ospedale che necessitano di un’assistenza domiciliare poiché sprovvisti di aiuto, le persone dimesse dall’ospedale che devono prendersi cura di un congiunto non autosufficiente o, nel caso di disabili, i minorenni/maggiorenni non capaci di provvedere a loro stessi e assistiti da parenti, per malattia o decesso dei genitori, i nuclei familiari nei quali uno dei percettori di reddito sia deceduto a causa del COVID-19.

Non possono presentare domanda coloro che hanno già ottenuto il contributo.

Documentazione richiesta

Per richiedere il contributo è indispensabile:

Il contributo sarà erogato nei limiti delle risorse disponibili. Potrà essere fatta una sola domanda da un solo componente del nucleo familiare.

Nel caso in cui la domanda venga ammessa ma non sia in posizione utile per l’erogazione potrà essere nuovamente presentata nella successiva “finestra temporale” disponibile.

Criteri di accesso al fondo

Per accedere al fondo il richiedente deve:

  • essere residente in uno dei Comuni dell’ambito;
  • per i cittadini extracomunitari essere in possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità
  • avere un patrimonio mobiliare riferito a tutti i componenti del nucleo familiare del mese precedente la domanda di accesso al contributo non superiore a 10.000 euro

Non saranno accolte domande incomplete o presentante in modi e tempi diversi da quelli previsti.

I nuclei che risulteranno in posizione utile saranno convocati a colloquio, nel rispetto delle disposizioni in materia di prevenzione del contagio da Covid-19 , e sarà definito il "Patto di Comunità".

Patto di Comunità

Il contributo economico sarà erogato a fronte della sottoscrizione di un impegno (PATTO DI COMUNITA’) concordato tra famiglia o singolo e operatori dello sportello a favore della propria comunità appartenenza (Comune di residenza o altro Comune dell’Ambito). Le attività potranno essere proposte ai beneficiari dagli operatori dello sportello (previo confronto e valutazione da parte dei Comuni dell’Ambito) o potranno essere proposte direttamente dai beneficiari; saranno realizzate nei tempi concordati tra la famiglia o il singolo e gli operatori dello sportello, senza vincoli stringenti, e solo a condizione della possibilità da parte dei beneficiari del contributo stesso.

Controlli istruttori

Il Comune di Vicenza si riserva la facoltà di disporre gli opportuni controlli in ordine alle dichiarazioni rese dagli interessati, procedendo, laddove fosse accertata una dichiarazione falsa o mendace, alla conseguente segnalazione ai sensi della normativa vigente.

Normativa

Dove e quando

Per ogni informazione relativa al progetto "Ripartiamo":

Tel. 0444222531, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12

Modulistica e documenti