Città di Vicenza

Buoni spesa Covid - 19

Aggiornato al: 22/12/2021

Attenzione, non è più possibile presentare domanda per i buoni spesa perchè è stato esaurito il limite delle risorse disponibili.



E' ancora possibile per i cittadini residenti nel Comune di Vicenza in difficoltà economiche causate dall’emergenza epidemiologica Covid-19 (Coronavirus) presentare domanda per richiedere i buoni spesa per l'acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità.
I buoni vanno richiesti esclusivamente tramite procedura online e sono rilasciati agli aventi diritto dagli uffici dei Servizi Sociali.

Lo sportello “A Vicenza non sei solo” resta disponibile per supporto ed informazioni al numero 0444221020 (attivo da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 12, il martedì e giovedì anche dalle 15.30 alle 17.30, esclusi giorni festivi).

Anche le famiglie che hanno già ricevuto i buoni spesa possono ripresentare domanda per una ulteriore volta.

L’iniziativa è finalizzata a dare un aiuto concreto in concomitanza con le prossime festività.

I buoni saranno erogati alle persone in possesso dei requisiti previsti nei limiti delle risorse disponibili.

Misura del buono spesa

I buoni saranno erogati in un’unica soluzione in base al numero dei componenti il nucleo familiare, fino ad un massimo di 400 euro (IVA compresa) per nucleo familiare, secondo la seguente ripartizione:

  • 1-2 componenti: buoni spesa per un valore complessivo di 100 euro;
  • 3-4 componenti: buoni spesa per un valore complessivo di 200 euro;
  • 5 componenti: buoni spesa per un valore complessivo di 300 euro;
  • 6 o più componenti: buoni spesa per un valore complessivo di 400 euro.

Il valore del buono spesa può essere ridotto nel caso di ricezione regolare del Reddito di Cittadinanza. In particolare si precisa che verranno erogati buoni spesa per un valore pari alla differenza tra l’importo dei buoni spesa spettanti maggiorato di 100 euro e l’importo del Reddito di Cittadinanza percepito, esempi concreti:

  • 1-2 componenti: ha diritto ai buoni spesa se il Reddito di Cittadinanza mensile è inferiore a 200 euro;
  • 3-4 componenti: ha diritto ai buoni spesa se il Reddito di Cittadinanza mensile è inferiore a 300 euro;
  • 5 componenti: ha diritto ai buoni spesa se il Reddito di Cittadinanza mensile è inferiore a 400 euro;
  • 6 o più componenti: ha diritto ai buoni spesa se il Reddito di Cittadinanza mensile è inferiore a 500 euro.

Caratteristiche buoni spesa

  • Sono utilizzabili per qualsiasi importo nei limiti della cifra complessiva ricevuta
  • Sono caricati sulla tessera sanitaria del richiedente
  • Sono utilizzabili solo presso gli esercizi aderenti all’iniziativa e il cui elenco è pubblicato sul sito del Comune di Vicenza
  • Sono personali, non trasferibili, né cedibili a terzi, non convertibili in denaro contante
  • Possono essere utilizzati per l’acquisto di alimenti e beni di prima necessità (prodotti essenziali per l’igiene personale e per la pulizia dell’alloggio, prodotti per la prima infanzia: latte, omogeneizzati, pannolini)
  • Non possono essere utilizzati per l’acquisto di altri prodotti non destinati agli usi sopraindicati (es. prodotti di bellezza, vestiario, elettrodomestici, telefoni cellulari, ricariche telefoniche, prodotti di cartoleria, oggettistica, alcolici e superalcolici, tabacchi, ecc.)
  • Possono essere richiesti ed erogati per un massimo di due volte per nucleo familiare, nel caso di seconda domanda la stessa dovrà essere presentata dallo stesso richiedente della prima (le domande fatte da diversi componenti dello stesso nucleo familiare non saranno accolte e saranno oggetto di segnalazione all’autorità competente)

Dove utilizzare i buoni spesa

Elenco esercizi commerciali aderenti 

Come fare

Requisiti di ammissione

Possono presentare domanda cittadini e nuclei familiari che:

  • sono residenti nel Comune di Vicenza;
  • hanno subito  un peggioramento della propria condizione di vita a seguito degli effetti economici derivanti dall'emergenza epidemiologica da virus Covid-19;
  • dispongono di depositi bancari, postali, risparmi non superiori a 5.000 euro, facendo riferimento al 15° giorno antecedente la presentazione della domanda, somma sopra la quale non sarà possibile richiedere i buoni spesa.

Per i percettori di misure di contrasto alla povertà (Reddito di Cittadinanza) l'erogazione sarà calcolata tenendo conto del beneficio ricevuto come sopra indicato.
Le condizioni richieste dovranno essere autocertificate e saranno oggetto di controllo da parte dell’Amministrazione.
In fase istruttoria, prima dell’erogazione dei buoni spesa, l’Amministrazione comunale potrà richiedere la presentazione degli estratti conto bancari e postali dei componenti del nucleo familiare. La mancata presentazione comporta l’esclusione dal beneficio.

Criteri di priorità

Nell’assegnazione dei buoni spesa si terrà conto dell’ordine di presentazione della domanda, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Come richiedere il buono spesa

Per chiedere il beneficio il cittadino dovrà:

  1. collegarsi alla procedura per la compilazione della domanda al link https://www.comune.vicenza.it/servizi/covid19-buonispesa3/ utilizzando le proprie credenziali Spid (il richiedente deve essere obbligatoriamente un componente del nucleo familiare)
  2. compilare la domanda con tutti i dati richiesti.

Le domande saranno prese in carico dai servizi sociali per le verifiche istruttorie.

Modalità di erogazione del buono spesa

A seguito dell’istruttoria, i richiedenti che hanno fatto domanda tramite il sito del Comune, riceveranno un’email che comunicherà l’importo dei buoni spesa attribuiti oppure il rigetto della richiesta per assenza di requisiti. In caso di mancato accoglimento della domanda il richiedente potrà richiedere le motivazioni inviando un'email a vicenzasolidale@comune.vicenza.it.

Modalità di utilizzo

I buoni spesa saranno erogati sotto forma di credito collegato al codice fiscale del richiedente. Il possessore del buono spesa si recherà presso un esercizio commerciale aderente all’iniziativa e potrà pagare i generi consentiti esibendo la propria tessera sanitaria, o fornendo il proprio codice fiscale, senza che venga operata alcuna riduzione per spese di commissioni o di qualsiasi natura.
Si precisa che a fronte di una spesa di importo maggiore rispetto al credito disponibile la differenza resta a carico dell’acquirente.
Nel caso di acquisto di beni non consentiti sarà necessario effettuare due differenti scontrini.
L’intervento è una-tantum e sarà erogato fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Controlli istruttori

Le verifiche istruttorie saranno prioritariamente finalizzate ad accertare la residenza del nucleo e la sua composizione.
Gli uffici potranno richiedere la presentazione degli estratti conto bancari, postali e risparmi riferiti al 15° giorno antecedente la presentazione della domanda.
Il Comune di Vicenza si riserva la facoltà di disporre gli opportuni controlli in ordine alle dichiarazioni rese dagli interessati, procedendo, laddove fosse accertata una dichiarazione falsa o mendace, alla conseguente denuncia ai sensi della normativa vigente, anche avvalendosi dell’ausilio della Guardia di Finanza.

Esercizi commerciali: procedura di accreditamento 

Al link https://www.comune.vicenza.it/albo3/altri.php/268850 è pubblicato l'avviso e il modulo per la domanda per i negozi disponibili ad accettare i buoni spesa per le persone in difficoltà.
L'avviso è rivolto agli esercizi commerciali di generi alimentari e di prima necessità che si trovano nel territorio comunale di Vicenza.
Le domande potranno essere presentate  fino al l’accreditamento di 50 esercenti.

Ulteriori informazioni

Servizi Sociali
A Vicenza non sei solo
Tel. 0444221020 (attivo da lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12, il martedì e giovedì anche dalle 15.30 alle 17.30, esclusi giorni festivi)
Email: vicenzasolidale@comune.vicenza.it