Città di Vicenza

28/03/2019

Progetto europeo “Easytowns II”, il Comune di Vicenza cerca giovani volontari

10 paesi europei, 1 solo obiettivo: promuovere l’integrazione attraverso l’arte e la cultura

Condividi su:

Il Comune di Vicenza cerca giovani interessati a partecipare attivamente al progetto progetto “Easytowns II”, contribuendo alla rivisitazione del patrimonio locale tangibile, intangibile e naturale perché possa divenire canale di comunicazione dei valori europei quali la pace, il rispetto e la cooperazione tra culture diverse. I risultati saranno poi raccolti in una sorta di portfolio multimediale di esperienze, che diventerà un patrimonio digitale da condividere tra i 10 paesi partner.

In particolare, i giovani saranno attivi nella promozione del progetto e nel coinvolgimento di altri giovani in diverse iniziative dedicate al patrimonio culturale locale, facendo ampio uso della comunicazione tramite blog e social media, della produzione digitale e di contest creativi.

Durante la durata del progetto, che finirà a settembre 2020, i giovani avranno la possibilità di partecipare gratuitamente a diversi eventi internazionali e visite studio insieme agli amministratori locali ed ai partecipanti provenienti dai diversi paesi partner europei: saranno occasioni in cui scambiare idee, opinioni ed esperienze, comprendere meglio il processo di creazione delle politiche europee, favorendo al contempo la cooperazione internazionale e stabilendo relazioni durature tra i partner. Tali eventi internazionali, uno di essi previsto a Vicenza nell’autunno di quest’anno, avranno lo scopo di stabilire azioni comuni e condividere i metodi migliori per il raggiungimento degli obiettivi di progetto.

Un evento di avvio del progetto si è già svolto a Malta, il prossimo è previsto a maggio a Rijeka (Fiume – Croazia), la capitale europea della cultura 2020.

Il progetto “Easytowns II”, sulla scia della precedente edizione guidata dal Comune di Vicenza, vuole creare infatti un percorso di sensibilizzazione al tema dell’integrazione puntando sul patrimonio culturale europeo, fonte condivisa di identità, dialogo, coesione, creatività e senso di appartenenza culturale all’Unione europea.

Finanziato dal programma europeo “Europa per i cittadini”, il progetto coinvolge paesi noti per il loro patrimonio culturale (siti Unesco, capitali della cultura europee passate e presenti): in essi la diversità si cela dietro ogni forma di arte e cultura e contribuisce alla loro bellezza.

Con Easytowns II i giovani, e con essi tutti i cittadini, potranno riscoprire la bellezza del proprio patrimonio, nutrendo la conoscenza e il dibattito attorno alle politiche europee per la costruzione di una società che fa del proprio patrimonio culturale occasione di confronto e arricchimento.

I giovani interessati possono inviare curriculum vitae e una breve lettera motivazionale entro il 7 aprile 2019 a informa@giovani.vi.it; saranno contattati per un incontro informativo con la possibilità di essere selezionati per partecipare al progetto.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Stampa Stampa la pagina Condividi su: