Città di Vicenza

02/12/2019

Alzheimer, percorsi e laboratori nei musei della città

A Palazzo Chiericati, nella chiesa di Santa Corona e al Museo del Risorgimento e della Resistenza. Inoltre visita al Lago di Fimon

Appuntamenti in luoghi culturali della città e all'aria aperta per le persone affette da Alzheimer. E' questa la proposta dell'assessorato alla cultura del Comune di Vicenza in collaborazione con A.V.M.A.D. (Associazione Veneto Malattia di Alzheimer e Demenze degenerative) e con l'associazione per la didattica museale Ardea che ha preso il via lo scorso 29 novembre e che proseguirà anche nel 2020.

"Mi è particolarmente gradito questo progetto che ha l'obiettivo di aiutare le persone malate di Alzheimer ad evitare l'isolamento coinvolgendole in attività di comprensione che richiedono di mantenere desta l'attenzione - spiega l'assessore alla cultura Simona Siotto -. Abbiamo per questo messo a disposizione le nostre sedi museali, Palazzo Chiericati, la chiesa di Santa Corona e il Museo del Risorgimento e della Resistenza, dove sono stati creati percorsi specifici che saranno condotti dal personale di Ardea".

Venerdì 29 novembre quattordici pazienti, con quattro parenti, e nove accompagnatori hanno effettuato un percorso di visita al Museo civico di Palazzo Chiericati che si è concluso con un laboratorio.

Il 28 febbraio 2020 si proseguirà nella chiesa di Santa Corona con il laboratorio "Il giardino dei semplici" che intreccerà architettura, storia della città, teatro ed esperienza diretta con le erbe officinali.

Il 17 aprile è prevista una visita al Lago di Fimon per percepire la natura con tutti i sensi.

"Vite in trincea" sarà invece il tema dell'incontro al Museo del Risorgimento e della Resistenza del 18 settembre che farà provare agli ospiti le emozioni e i sentimenti dei soldati al fronte, chiusi nelle trincee, durante la Prima guerra mondiale.

Infine il 6 novembre il percorso si concluderà a Palazzo Chiericati e sarà dedicato a "Il profumo nell'arte". Attraverso stimoli olfattivi gli ospiti individueranno alcune opere d'arte del Rinascimento. Potranno inoltre creare un profumo che potranno portare con sé.

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.