Città di Vicenza

07/02/2019

Giorno del ricordo, domani presentazione dei libri di Raoul Pupo ed Emanuele Merlino

Domenica 10 febbraio cerimonia solenne al cimitero maggiore di viale Trieste

Nella foto: il sindaco Rucco alla cerimonia del 2 febbraio scorso all'ex Collegio Cordellina, in contra' Santa Maria Nova

 

Proseguono le iniziative proposte dal comitato provinciale dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e dal Comune di Vicenza in collaborazione con Istrevi (Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea della Provincia di Vicenza “Ettore Gallo”) per celebrare il Giorno del Ricordo (10 febbraio) in memoria delle vittime delle Foibe, dell'esodo Giuliano-Dalmata e delle vicende del confine orientale.

Domani, venerdì 8 febbraio, alle 17.30, a Palazzo Cordellina l'Istrevi, in collaborazione con la Biblioteca Civica Bertoliana, proporrà l'incontro con Raoul Pupo, docente di Storia contemporanea all'Università di Trieste, che presenterà il suo libro “Fiume città di passione”. Dialogherà con l'autore Paolo Pozzato, direttore di Istrevi.

Alle 18.30, nel salone d'onore di Palazzo Chiericati sarà presentato il libro-fumetto “Foiba rossa. Norma Cossetto, storia di un'italiana” di Emanuele Merlino, disegni di Beniamino Delvecchio. Saranno presenti l'assessore all'istruzione, alla formazione, al lavoro e pari opportunità della Regione Veneto Elena Donazzan e l'assessore alle attività produttive del Comune di Vicenza Silvio Giovine.

Domenica 10 febbraio, alle 11, al cimitero maggiore di viale Trieste si terrà la deposizione della corona d'alloro e saranno resi gli onori ai Martiri. Seguiranno i saluti del sindaco Francesco Rucco, e del presidente del Comitato Provinciale di Vicenza dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, Coriolano Fagarazzi. Sarà data lettura, infine, dell'invocazione per le vittime delle Foibe.

Giovedì 28 febbraio, alle 18, nella sala degli Stucchi di Palazzo Trissino il professore Stefano Zecchi presenterà il suo libro “L'amore nel fuoco della guerra”, ambientato a Zara, nel quale racconta una delle pagine più eroiche e terribili della nostra storia, per far conoscere una verità scomoda e difficile da accettare.

Galleria fotografica

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.