Città di Vicenza

11/07/2018

Sicurezza, anche i quartieri entrano nel sistema di videosorveglianza comunale

Presto telecamere anche a San Giuseppe, Polegge e Monte Berico

Il controllo delle immagini riprese dalle telecamere in centrale operativa

“Videosorveglianza non più solo in centro storico, ma anche in alcuni quartieri e a Monte Berico, dove il problema dell'accattonaggio merita una particolare attenzione”. L'annuncio è del sindaco Francesco Rucco che questa mattina ha sottoposto alla giunta un progetto del valore di 105 mila euro, di cui 70 mila provenienti da fondi comunali e 35 mila chiesti alla Regione nell'ambito di un bando per la sicurezza urbana.

Il progetto, redatto dal comando di polizia locale, punta a potenziare il sistema di videosorveglianza, composto attualmente da 98 telecamere concentrate soprattutto in centro storico, oltre alle 30 di imminente attivazione già installate tra viale Roma e corso Palladio nell'ambito del progetto Occhi Blu 2.0.

Il nuovo investimento prevede infatti l'ampliamento del sistema al santuario di Monte Berico e a zone come il quartiere di San Giuseppe, tra le vie Ghandi e Allende, e la frazione di Polegge.

Una parte dei fondi servirà inoltre a sostituire 17 telecamere ormai obsolete, oltre che a garantire la fondamentale manutenzione delle installazioni per i prossimi anni.

Com'è noto, l'intero sistema di videosorveglianza comunale è condiviso con la centrale operativa della questura, per finalità di sicurezza pubblica.

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.