Città di Vicenza

26/01/2012

Presentazione della riedizione del volume “Vicenza, la cinta murata: forma urbis”

26 gennaio in sala Stucchi.

Giovedì 26 gennaio alle 17.30 in sala Stucchi viene presentato il volume “Vicenza, la cinta murata: forma urbis” - riedizione del Carnet del Turista pubblicato nel 1984 dall’Ente del Turismo con testi di Franco Barbieri - realizzato a cura dell’Ufficio Unesco del Comune di Vicenza per iniziativa di Italia Nostra.


Italia Nostra ha curato il lavoro editoriale con l’intervento dei soci che hanno collaborato gratuitamente: Bepi Peruffo ha digitalizzato, impaginato il testo e curato la grafica, mentre hanno completamente rifatto il corredo fotografico Giorgio Ceraso e Giovanna Dalla Pozza, dedicatasi anche alla ricerca iconografica.
Alla realizzazione del volume hanno collaborato anche numerosi enti cittadini, Archivio di Stato di Vicenza e di Venezia, Biblioteca civica Bertoliana, Pinacoteca di Palazzo Chiericati, Museo del Risorgimento e della Resistenza, Associazione Industriali oltre che la Biblioteca Angelica di Roma e molti privati cittadini che hanno autorizzato l’uso gratuito delle immagini di loro proprietà. Indispensabile è stato il contributo dell’autore Franco Barbieri che si è reso disponibile per aggiornare il testo originale alla luce degli studi sull’argomento emersi in questi ultimi
Il testo è stato infatti completamente rinnovato e aggiornato nella veste e nei contenuti, grazie anche al qualificato intervento di Mariolina Gamba, funzionario della Soprintendenza Archeologica del Veneto, a illustrazione dei risultati delle ultime campagne di scavo che in città hanno messo in luce preziosi reperti, conferma di passate ipotesi degli studiosi sull’andamento delle antiche  cinte murate succedutesi nell’alto e basso medioevo. A conclusione, infine, un esauriente contributo scientifico del geologo Girolamo Gajanigo, corredato da illuminanti dettagli fotografici, permetterà di conoscere la tipologia lapidea dei materiali costruttivi impiegati.

Il volume non è in vendita e da febbraio sarà  scaricabile in versione pdf dal sito del Forum Center http://www.vicenzaforumcenter.it/.

Per approfondimenti consultare il comunicato stampa.