Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > ViviVicenza

04/09/2010

"Il Giro della Rua" dal 4 al 26 settembre, piazza dei Signori e centro storico

Grande festa per un simbolo ritrovato

Guarda il video (formato WMV)

L'iniziativa è promossa dal Comitato della Rua, appositamente costituitosi, ed organizzata dall'Assessorato al Turismo del Comune di Vicenza, con il sostegno della Regione Veneto, Provincia di Vicenza, Diocesi di Vicenza, Collegio dei notai di Vicenza, Soprintendenza beni Storici artistici di Verona, Rovigo e Vicenza, Gruppo AIM e IPAB e con la partecipazione finanziaria di Intesa San Paolo, Unicredit e Banca Popolare di Vicenza. Hanno inoltre aderito alla realizzazione dell'iniziativa, a vario titolo, l'Ente Fiera, Il Giornale di Vicenza, la Confartigianato, la Confindustria, la Fondazione Monte di Pietà, lo Studio ADC, la Pro loco Postumia, la Nuova Fergia  ed altre ditte operanti nel settore  dello spettacolo.

Sabato 4 settembre
ore 21 Giro della Rua da piazza Duomo, piazza Castello, corso Palladio, contrà Santa Barbara, piazza Biade a piazza dei Signori
ore 22 Spettacolare cerimonia di accensione della Rua in piazza dei Signori

Cast: Aristide Genovese e Matteo Zandonà, Theama Teatro; Andrea Zaupa, baritono, "il Capitano"; Silvia Ceccon, "la musa dei nodari".  Musiche: Corpo bandistico di Centrale di Zugliano. Coreografie: DNA Danza

Regia: Davide Fiore.

Sabato 11 settembre, ore 17
Gallerie di Palazzo Leoni Montanari
Sede Museale di Intesa Sanpaolo
Contrà Santa Corona 25

Conferenza
"Il Giro della Rua. Evento di tradizione"

Relatori: Mauro Passarin, Mons. Francesco Gasparini, Walter Stefani
Ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili

La Rua rimarrà esposta tra le colonne di piazza dei Signori dal 4 al 26 settembre.

La Rua era la giostra che per sei secoli, dal 1444, ha simboleggiato la città di Vicenza in occasione della festività del Corpus Domini, tradizionalmente considerata come l’appuntamento popolare che ha infervorato gli animi dei cittadini, i quali hanno riconosciuto in essa un simbolo di unità. Nel 1928, sotto una pioggia battente, la Rua compì il suo ultimo giro, di cui rimane un annebbiato filmato dell’Istituto Luce. Con i bombardamenti della seconda guerra mondiale si perdette anche il macchinario. Foto, locandine, ricordi e soprattutto le pubblicazioni di Walter e Antonio Stefani conservarono però la memoria di questo grande simbolo.
Nel corso dei secoli la connotazione religiosa della torre, il cui nome fa riferimento alla ruota per i bambini montata al centro e simbolo dell’antico ordine dei notai, è divenuto un elemento di riconoscibilità civica, che ha accompagnato i momenti storici più salienti e le personalità più illustri di passaggio a Vicenza.
Oltre alla Rua, Vicenza aveva un suo palio, come Siena o Asti, che accompagnava il Giro con una partecipazione davvero straordinaria di persone e mezzi.
All'inizio del 2010, a seguito della ricostruzione della storica macchina per i 100 anni di Amcps, è nata l'idea di creare un comitato della Rua, costituitosi in associazione, e i cui membri sono sia di carattere istituzionale che nominale, così da garantire un'equa rappresentatività della città e delle sue forze culturali, politiche e imprenditoriali.

Informazioni: laruadivicenza@yahoo.it, tel. 800905127

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza