Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Sei in: > ViviVicenza

22/06/2009

Mostra "Salvatore Scafiti. Corpi riscritti"

AB23 - Contrà San Ambrogio 23

"Salvatore Scafiti. Corpi riscritti" è la nuova mostra allestita ad AB23 nell'ambito del progetto "Sistemi di contemporaneo", promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Vicenza, L'esposizione - curata da Stefania Portinari e realizzata in partnership con Aim e Amcps , sarà aperta al pubblico fino al 26 luglio, il giovedì e il venerdì dalle 16 alle 19.30 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.30. Ingresso libero.

Info: Assessorato alla Cultura - tel. 0444 222114 - 222122, uffmostre@comune.vicenza.it.

I corpi riscritti da Scafiti sono oggetti di trasfigurazioni che avvengono tramite la sostituzione di parti, “perfezionandone funzioni, vicariandone facoltà”. Le sue figure metamorfiche sono rappresentazioni che indagano il corpo e la reazione alle nuove tecnologie che da un lato dilatano l’espressione umana, dall’altra ibridano le forme dell’esistente in sempre nuove associazioni, inglobando il dato culturale e il progresso tecnico, innestando organico e inorganico. In qualità di esseri filiformi in mutazione mettono in atto il concetto di riprogrammazione o l’interfaccia con i propri simili per sperimentare tutte le avventure che può subire quella “macchina straordinaria” che Stefano Moriggi e Gianluca Nicoletti dicono sia l’essere umano. La “conversazione a due” sulle opere di Scafiti che hanno infatti redatto per il catalogo medita sul fatto di come “noi non pensiamo in maniera indipendente e indistinta dagli strumenti e dalle macchine con cui quotidianamente interagiamo”, ponendo una riflessione sul futuro che ci attende e su come evolve il confine tra tecnologia pensata e realtà.

Salvatore Scafiti , che attualmente vive a Peschiera del Garda, è stato allievo di Bruno Ceccobelli, Omar Galliani e Gian Ruggero Manzoni all’Accademia di Belle Arti di Urbino. Oltre che incisore e stampatore, è poeta. Dal 1989 espone in Italia e all’estero. Come stampatore e incisore ha lavorato con alcuni dei più importanti artisti italiani come Mimmo Rotella, Lucio Del Pezzo, Mimmo Paladino, Gillo Dorfles. Lo scorso anno ha conseguito il secondo premio al Premio Celeste.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza