Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

ViviVicenza

Tempo libero, cultura e turismo

Sei in: > ViviVicenza

Dal 02/02/2008 al 02/03/2008

Pier Angelo STEFANI e i "Piccoli Maestri" della Scuola d'Arti e Mestieri

Chiesa dei SS. Ambrogio e Bellino (Contrà Sant'Ambrogio, 23)

mostra di pittura

orario: giovedì e venerdì 15-19

sabato e domenica 10,30 - 13 / 15 - 19

ingresso libero

info e organizzazione: Assessorato alle Attività Culturali (tel. 0444 222114 - 222101; uffmostre@comune.vicenza.it )

La rassegna, a cura di Stefania Portinari,   prosegue nel progetto di valorizzazione degli artisti del territoriopromosso dall'Amministrazione Comunale. Nato nel 1893 e scomparso nel 1965, l'artista è un importante personaggio della Vicenza tra gli anni Venti e i Quaranta e le sue vicende si intrecciano irrimediabilmente a quelle, tormentate e dolorose, della due guerre, e che lo vedono pagare in prima persona le scelte politiche e culturali volute dal regime fascista. Dirige negli anni Venti la "Bottega d'arte", dove esordiscono i principali artisti vicentini, tra cui Otello De Maria, Neri Pozza, Nerina Noro, e nel 1921 la sua prima personale è presentata a Milano da Margherita Sarfatti che lo porta ad esporre alla prima mostra del Novecento Italiano. Segretario del sindacato delle arti e del disegno di Vicenza fin dal 1927 e direttore della Scuola d'Arti e Mestieri dal 1933 al 1943, promuove le locali Sindacali d'arte e partecipa a varie Biennali di Venezia degli anni '20 e `30, nonché alla prima Quadriennale di Roma del 1931. Negli anni precedenti alla seconda guerra mondiale egli vuol fare della Scuola d'Arte e Mestieri, nella quale istituisce un corso di disegno di nudo, una fucina di talenti oltre che di artigiani specializzati, mancando da sempre a Vicenza una Accademia di Belle Arti in cui formare le nuove leve artistiche. La mostra, ricostruendo il contesto di quegli anni sulla base degli studi sui pittori storici vicentini compiuti da Stefania Portinari per l'opera La Pittura in Veneto nel Novecento , su iniziativa di Nico Stringa, docente di Storia dell'arte contemporanea dell'Università Ca' Foscari di Venezia, sottrae dall'oblio un personaggio per tanti versi scomodo dopo la fine del regime, anche in quanto ingombrante maestro o complesso antagonista per alcuni artisti locali, come Otello De Maria o Neri Pozza. Artista mutevole dal punto di vista dello stile, curioso verso quanto si andava facendo, talora molto vicino a Ubaldo Oppi nell'impostazione dei suoi dipinti, trova il suo stile più luminoso e toccante nei ritratti dei familiari, nella resa tonale ma sintetica dei volumi come nelle immagini che ricordano l'amata figlia Livia.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza