Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

ViviVicenza

Tempo libero, cultura e turismo

Dal 05/12/2012 al 09/12/2012

"Mind the g.a.p. - Il giocatore"- Proroga mostra fotografica sul gioco d'azzardo

Loggia del Capitaniato

Prendendo spunto dalla popolare locuzione inglese “Mind the gap”, che significa “attenzione al varco”, quello tra la banchina e la porta del treno, Marco Dal Maso, l'autore degli scatti, e Petra Cason, la curatrice, hanno mutuato dal termine “gap” l'acronimo italiano “g.a.p.” che sta per “gioco d'azzardo patologico”. Attraverso 19 foto in bianco e nero, infatti, scattate nei casinò e nelle sale scommesse del centro-nord Italia, l'esposizione rappresenta il percorso andata e ritorno del giocatore nella voragine della ludopatia: dall'esaltazione delle prime fortunate vincite fino alla terapia di gruppo, passando per i costanti fallimenti che portano il giocatore a scommettere somme di denaro sempre maggiori per far fronte alle perdite, entrando in una spirale di disperazione che spesso porta alla rottura dei legami familiari e degli affetti, e a cadere nella rete degli usurai.

La mostra collega tra loro Comuni, Province e Regioni concretamente impegnati nella promozione della cultura della legalità nella politica, nella pubblica amministrazione e nei territori da essi governati.
L'esposizione
è particolarmente suggestiva nelle tardo pomeriggio, quando cala il buio e l'impianto illuminotecnico, creato appositamente, valorizza le immagini e la prestigiosa sede espositiva della Loggia del Capitaniato.
Nel dettaglio, in “Mind the g.a.p.”, i gesti, le movenze e gli sguardi del giocatore immortalati da dal Maso sono articolati in due sezioni: nella prima ci sono le foto scattate nell'ambito delle sale scommesse, delle slot-maschines e dei tavoli da gioco, esposte in una gabbia, quale metafora del rischio di dipendenza che può creare il gioco d'azzardo; nella seconda invece vengono proposte singolarmente, suddivise per stanze, le foto scattate al centro Bad Bachgard (Bolzano) specializzato nel recupero da dipendenze da gioco: lì, infatti, il ludopatico trascorre 80 giorni a disintossicarsi tra ippoterapia, danzaterapia e arteterapia, sempre comunque in attività di gruppo per sconfiggere la solitudine di cui diventa preda facile a causa del gioco fino a tornare ad essere finalmente una persona libera.

Luogo di svolgimento: Loggia del Capitaniato
Vicenza

Ingresso: libero

Organizzatore: Assessorato allo sviluppo economico del Comune di Vicenza in collaborazione con l'associazione “Avviso pubblico”

Informazioni

Orario di apertura:
da mercoledì a venerdì: dalle 16 alle 19;
sabato e domenica: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 20.

Programma

09/12/2012
Visita guidata alla mostra fotografica "Mind the g.a.p. - Il giocatore"
Loggia del Capitaniato

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza