Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

25/10/2013

Treni, appello alla Regione Veneto perché non vengano soppressi gli interregionali MI - VE

Il consigliere comunale Raffaele Colombara ha partecipato ieri per conto dell'assessore alla progettazione e sostenibilità urbana Antonio Dalla Pozza all'incontro che si è tenuto a Verona tra i Comuni colpiti dalla soppressione delle quattro coppie giornaliere di treni interregionali Milano-Venezia, annunciata nel nuovo orario ferroviario invernale dall'assessorato ai trasporti della Regione Veneto.
L'incontro – al quale hanno partecipato i Comuni di Brescia, Verona, Desenzano del Garda, Peschiera del Garda, Castelnuovo del Garda, Rovato, Romano di Lombardia, Treviglio e, appunto, Vicenza – è servito per mettere a punto una lettera da mandare al presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, con un accalorato appello perché venga riesaminata la decisione assunta e accolta la richiesta di un incontro per affrontare nel dettaglio problema e possibili soluzioni.
“Con i soldi risparmiati grazie alla soppressione delle 8 corse tra Milano e Venezia – spiega Colombara che da tempo si occupa della problematica -, la Regione intende finanziare il potenziamento della tratta in casa propria, tra Verona e Venezia, senza curarsi però delle migliaia di viaggiatori lombardi e veneti che saranno costretti a servirsi dei treni FrecciaBianca, il cui biglietto costa almeno il doppio. I treni Verona-Venezia che la Regione Veneto intende istituire, infatti, non risulteranno mai in coincidenza con quelli Milano-Verona della Regione Lombardia, che partono esattamente un minuto dopo il loro arrivo, rendendo impossibile il trasbordo. Oltre quindi a causare un forte disagio ai viaggiatori sprovvisti di coincidenze opportunamente integrate, la Regione Veneto violerebbe gli obblighi di servizio che stabiliti in specifici accordi di programma tra Stato e Regioni tuttora vigenti. Senza contare che questa scelta, che peraltro andrebbe a sopprimere una modalità economicamente sostenibile, va contro l'opportunità di creare un sistema ferroviario integrato sulla tratta Milano – Venezia. La Lombardia si è detta disponibile ad un dialogo, mi auguro che la Regione Veneto faccia altrettanto, convocandoci per riesaminare l'intera questione”.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza