Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

13/05/2013

Vicenza Jazz, i concerti di mercoledì 15 maggio

Pedro Javier González

Mercoledì 15 maggio (con inizio alle ore 21), l’edizione 2013 del festival New Conversations – Vicenza Jazz proporrà, come ogni anno, una sontuosa serata al Teatro Olimpico con la partecipazione dell’Orchestra del Teatro Olimpico, per l’occasione diretta da Giuseppe Acquaviva, e la presenza di ospiti d’eccezione. Quest’anno i solisti coinvolti saranno il pianista Enrico Pieranunzi e il chitarrista spagnolo Pedro Javier González. Pieranunzi si esibirà in composizioni di Bach e Galuppi accompagnato dall’orchestra e in brani di Scarlatti in solitudine: mentre rimarrà alquanto fedele alla musica scritta nelle pagine orchestrali, le opere di Scarlatti saranno lo spunto per avventurarsi sul terreno dell’improvvisazione jazzistica applicata alla musica classica. González, maestro della chitarra flamenca, eseguirà invece una pagina immortale come il Concierto de Aranjuez di Rodrigo.

E mentre al Teatro Olimpico risplenderanno le sonorità ammalianti dell’orchestra, al Jazz Cafè Trivellato Bar Borsa (dalle ore 22) si potranno ascoltare due gruppi che daranno una visione ad ampio raggio del linguaggio jazzistico. Si inizia col fragrante mainstream interpretato dal cantante afro-americano Kevin Mahogany accompagnato dal trio di Massimo Faraò (pianoforte) con Aldo Zunino (contrabbasso) e Byron Landham (batteria). Poi si passerà alle sonorità rivoluzionarie e ampiamente virate verso il rock degli AlasNoAxis del batterista Jim Black, con Chris Speed (sax tenore, clarinetto), Hilmar Jensson (chitarra) e Skuli Sverrisson (basso elettrico).

Il festival New Conversations – Vicenza Jazz 2013 è organizzato dall’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza, in coproduzione con Aim Vicenza e Trivellato Mercedes Benz, in convenzione con la Società Groove per il Bar Borsa, quindi con il contributo della Regione Veneto e del Ministero per i beni e le attività culturali, il sostegno di alcuni importanti sponsor fra cui Veneto Banca e l’attiva collaborazione di Confcommercio Vicenza, oltre che dell’Orchestra del Teatro Olimpico e del Conservatorio Pedrollo di Vicenza.

Quello che vedrà coinvolti l’Orchestra del Teatro Olimpico, Enrico Pieranunzi e Pedro Javier González è un concerto che sulla carta può sembrare molto classico, con un programma che si sposta dalle musiche barocche di Johann Sebastian Bach e quelle già trascoloranti verso il classicismo di Baldassare Galuppi al novecentesco Concierto de Aranjuez del compositore spagnolo Joaquín Rodrigo, uno dei capolavori del repertorio chitarristico di ogni epoca. Ma i due solisti sapranno certamente aprire dei varchi nella pagina scritta, introducendo l’imprevisto dell’improvvisazione e, specie nel caso di Pieranunzi, istituendo un confronto diretto con l’interpretazione jazz.

Ascoltare Enrico Pieranunzi alle prese con Bach e Galuppi è come trovarsi di fronte a un’abbagliante trattazione dei due volti della musica occidentale: la composizione e l’improvvisazione. Le pagine barocche sulla tastiera di Pieranunzi suonano molto in direzione del futuro per quanto riguarda il timbro, sostenute come sono da una sonorità e un corpo armonico sontuosi, oltre che da una flessibile legatura delle linee. Insomma, il barocco, qui, si tinge di Sturm und Drang ed è pronto a sfociare nell’improvvisazione senza sfaldamenti del tessuto musicale. Scrittura bachiana e invenzione istantanea pieranunziana si saldano in modo che il passaggio dall’una all’altra è sempre evidente (sottolineato da armonie e procedimenti che avanzano all’improvviso di circa tre secoli) quanto logico e naturale. Ma può anche succedere il contrario, con l’improvvisazione pianistica che fa da preambolo e dalla quale si ricompone di seguito il testo musicale che l’ha originata.

Nato a Barcellona nel 1962, Pedro Javier González è un chitarrista di estrema versatilità, cosa del resto normale per un musicista dotato di una tecnica talmente sfavillante. Musica classica, jazz ma anche pop sono stili nei quali González si sa calare alla perfezione, come dimostrano le due collaborazioni con Victoria de los Ángeles, B.B. King, John McLaughlin, Pat Metheny, Paco de Lucía, John Williams, Angelo Branduardi… Ma la vera specialità di González è il flamenco, le cui inflessioni stilistiche si percepiscono come una filigrana anche quando è impegnato in repertori di diversa natura.

Non è certo la prima volta che l’Orchestra del Teatro Olimpico collabora col mondo del jazz (ricordiamo almeno i concerti con Enrico Rava, Richard Galliano, Ralph Towner, Lee Konitz, Hiromi, Uri Caine, Fabrizio Bosso) ma in questa occasione porta i musicisti Pieranunzi e Gonzales a reinterpretare un repertorio decisamente classico: al di là del celebre Concierto di Rodrigo, sarà interessante vedere all’opera l’OTO sul BWV 1056 di Bach, dopo che la stessa orchestra ha appena eseguito i BWV 1054, 1055, 1058 con Andrea Bacchetti.

 

Negli AlasNoAxis, che sono il fulcro dell’attività da leader di Jim Black, si ritrovano tutti gli elementi fondamentali della musica del batterista: poliritmi ipnotizzanti, percorsi improvvisativi spiazzanti, utilizzo visionario dell’elettrificazione. Il linguaggio di derivazione più rock che jazz della band, che enfatizza il sound di gruppo piuttosto che gli assoli, è stato documentato su numerosi dischi dell’etichetta Winter & Winter a partire dal 2000.

Jim Black (nato a Seattle nel 1967, ma poi trasferitosi a Boston e quindi a New York) è un’icona del jazz di ‘confine’: le durature collaborazioni con Tim Berne e Dave Douglas (ma anche quelle con Ellery Eskelin, Chris Speed, Uri Caine…) hanno imposto lo stile ‘libero’ del suo drumming, che è diventato un modello imprescindibile per i batteristi al di fuori delle metriche swing.

Informazioni:

Assessorato alla Cultura – Ufficio Festival

Levà degli Angeli, 11 Vicenza

Tel.: 0444 221541 – 0444 222101

e-mail: info@vicenzajazz.org

web: www.vicenzajazz.org

Direzione artistica: Riccardo Brazzale

Direzione artistica Jazz Cafè Trivellato Bar Borsa: Luca Berton

BIGLIETTI

Teatro Olimpico: Orchestra del Teatro Olimpico, dir. Giuseppe Acquaviva, con Enrico Pieranunzi e Pedro Javier González:

intero: 20 euro + d.p.

ridotto*: 15 euro + d.p.

*ridotto valido per giovani fino ai 30 anni, over 65, associazioni culturali musicali, Touring Club Italiano, dipendenti Comune di Vicenza, dipendenti AIM

 

PREVENDITE

- biglietteria del Teatro Comunale Città di Vicenza

viale Mazzini, 39 Vicenza - tel. 0444 324442 - biglietteria@tcvi.it
dal martedì al sabato dalle 15:30 alle 18:30

il martedì, mercoledì, giovedì anche dalle 10:30 alle 13:00

- on line: www.tcvi.it

- sportelli della Banca Popolare di Vicenza

Giorno dello spettacolo: alla biglietteria del teatro da un'ora prima dell'inizio della rappresentazione (senza diritto di prevendita)

 

PREZZO CONCERTO JAZZ CAFÈ TRIVELLATO BAR BORSA

5 euro (consumazioni non comprese)

non è prevista la prevendita


INGRESSO LIBERO

Laddove non diversamente specificato

 

 

 

 

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza