Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

23/11/2012

29 novembre, Giornata internazionale di solidarietà con il popolo palestinese

Iniziative dal 28 novembre al 4 dicembre

La Giornata internazionale di solidarietà con il popolo palestinese, che ricorre il 29 novembre, sarà celebrata anche a Vicenza con una serie di iniziative in programma dal 28 novembre al 4 dicembre.
La proposta di ricordare quest’anno la giornata internazionale di solidarietà è stata formulata dall’associazione vicentina Salaam Ragazzi dell’Olivo, storicamente impegnata a favore della Palestina e promotrice di progetti di sostegno a distanza e di informazione e sensibilizzazione nelle scuole sostenuti anche dall’amministrazione Comunale.
Con Salaam Ragazzi dell’Olivo collaborano per l'organizzazione delle iniziative in programma anche l’Ufficio Scolastico Territoriale di Vicenza, il Conservatorio di Vicenza A. Pedrollo e le associazioni Pax Christi, Amnesty International, Ufficio Diocesano Pellegrinaggi di Vicenza, il Centro Culturale San Paolo ONLUS, l’Agesci e il MIR (Movimento Internazionale Riconciliazione).
Presentano oggi le iniziative in programma l'assessore alla famiglia e alla pace Giovanni Giuliari, Miriam Gagliardi presidente dell'associazione Salaam Ragazzi dell'Ulivo e il direttore del Conservatorio Pedrollo Maestro Enrico Pisa.
Con queste iniziative organizzate in occasione della Giornata internazionale di solidarietà con il popolo palestinese il Comune si affianca a un gruppo di cittadini, rappresentati dall'associazione Salaam Ragazzi dell'Ulivo, che nutrono una particolare sensibilità per il tema – spiega l'assessore alla famiglia e alla pace Giovanni Giuliari -. Per questo durante l'estate abbiamo costituito un tavolo di lavoro che potesse produrre delle iniziative in programma proprio nei prossimi giorni a cui ha partecipato anche il conservatorio Pedrollo che intrattiene dei rapporti costanti con il conservatorio di Gerusalemme. Gli altri eventi coinvolgono invece il clan Agesci Vicenza e le Missioni estere di viale Trento. Mi auguro che questi momenti siano partecipati non solo dalle persone con una particolare sensibilità per gli argomenti trattati, ma anche da coloro che possono avere idee e opinioni diverse affinchè ci si possa confrontare. Inoltre l'incontro dedicato alle scuole è un'occasione che consente di fornire ai ragazzi elementi e informazioni per comprendere meglio le vicende.”
Il Conservatorio Pedrollo dal 2003 ha firmato una convenzione con il Conservatorio Magnificat di Gerusalemme, riconosciuto come sede staccata del Pedrollo, i cui studenti raggiungono Vicenza per acquisire la laurea magistrale – dichiara Maestro Enrico Pisa direttore del Conservatorio Pedrollo -. Inoltre siamo in grado di garantire la formazione a distanza con insegnanti palestinesi che applicano i nostri modelli didattici e noi li validiamo. A breve partiremo anche con un biennio di musica sacra e intendiamo anche formare in loco gli insegnanti. Al concerto che proporremo il 30 novembre parteciperà anche un allievo palestinese.”
La nostra associazione organizzerà l'evento dedicato alle scuole del 29 novembre a cui parteciperà anche Daniela Yoel, volontaria dell'associazione pacifista israeliana Machsom Watch, che ai check point rileva segnalazioni relative a violazioni dei diritti umani – sottolinea Miriam Gagliardi presidente dell'associazione Salaam Ragazzi dell'Ulivo.”
La celebrazione della Giornata Internazionale di Solidarietà con il Popolo Palestinese nasce nel 1977 per iniziativa dell'Assemblea Generale dell’ONU.
La data fu scelta perchè particolarmente significativa per il popolo palestinese: il 29 novembre del 1947 l’Assemblea Generale dell’ONU adottò la “risoluzione della spartizione” che prevedeva la costituzione di due stati in Palestina, uno Ebraico e uno Arabo, con Gerusalemme come un corpus separatum sotto un regime internazionale speciale.
Anche Vicenza, come i paesi membri dell'Onu, organizza iniziative per richiamare l’attenzione sul fatto che la questione della Palestina è ancora irrisolta; si è consolidata una situazione di tensione continua che minaccia la pace dell’intera area e crea sofferenze immense alla popolazione.
Si è da poco conclusa la Missione di Pace in Israele e Palestina organizzata dalla Tavola della Pace e dal Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, con il patrocinio del Ministro Andrea Riccardi, alla quale ha partecipato una delegazione di oltre 200 persone provenienti da 90 città italiane.
Vicenza, che è da anni membro del comitato direttivo del Coordinamento Nazionale, non ha preso parte alla delegazione, ma ha seguito i resoconti e le testimonianze dei partecipanti e sostenuto l’intento dell’iniziativa, quale il rilancio della diplomazia delle città e dei cittadini per la pace i Medio Oriente, inaugurata a partire dagli anni ’50 dall’allora sindaco di Firenze Giorgio La Pira.

Programma

Il 28 novembre alle 20.30 nella parrocchia Cuore Immacolato di Maria (via Generale Giacomo Medici) il clan Agesci Vicenza organizza “Ponti non muri”, un vero e proprio diario dalla Terra Santa sotto forma di testimonianze di giovani vicentini di ritorno da viaggi di conoscenza e solidarietà.

Il 29 novembre dalle 10.30 alle 13.00 saranno protagonisti gli studenti delle classi quinte di otto Istituti Superiori -Boscardin, Fogazzaro, Rossi, Farina, Quadri, Montagna, Fusinieri, Lampertico - che si riuniranno al Cinema Odeon (corso Palladio 176) dove si terrà l'evento finale del percorso di approfondimento sul conflitto israelo-palestinese, proposto dall'amministrazione comunale, e sostenuto da indicazioni bibliografiche e multimediali
Alla tavola rotonda parteciperanno il Centro Diritti Umani dell’Università di Padova, i rappresentanti di Pax Christi e Operazione Colomba e una rappresentante di un’associazione pacifista israeliana. La Consulta degli studenti presenterà una propria esperienza e ci sarà spazio per domande e riflessioni degli studenti. Informazioni: 0444 507551.

Il 30 novembre alle 21 si terrà l’iniziativa “Musica e parole per la Palestina” nella sala concerti del Conservatorio di Vicenza Arrigo Pedrollo a cui parteciperanno Ramzi Shomali, al pianoforte, e Adriano Marcolini che si cimenterà nella lettura di testi di letteratura palestinese. Accedendo al concerto ed al reading si avrà l’occasione di visitare anche una mostra fotografica realizzata da ACS (ONG padovana) e da Associazione per la Pace – gruppo di Padova per documentare alcune attività di sostegno all’agricoltura palestinese. Il concerto sarà occasione per presentare alla città il percorso di reciproco scambio realizzato in questi anni dal Conservatorio di Vicenza con il Conservatorio Magnificat di Gerusalemme e coronato nel riconoscimento ministeriale del Conservatorio Magnificat come sede staccata del Conservatorio di Vicenza. Informazioni: 0444507551.

Il 4 dicembre le associazioni MIR e Pax Christi organizzano il convegno “Palestina ed Israele: la nonviolenza in cammino” nella la sala Missioni Estere in viale Trento 119 durante il quale don Nandino Capovilla presenterà il suo libro “Finestre di resistenza nonviolenta in Palestina”. Informazioni: 3356429807.

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero ad eccezione dell'incontro del 29 novembre riservato alle scuole.

 

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza