Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

10/11/2012

Maltempo: invito a spostare in via precauzionale le auto dalle zone più fragili

Ore 15:19 - Maltempo: su Vicenza permane lo stato di attenzione, ma la previsione elaborata questa mattina dalla Regione Veneto - Centro funzionale decentrato della protezione civile regionale - riduce consistentemente il livello atteso del Bacchiglione, rispetto ai dati peggiori diffusi ieri.
Se, infatti, le prime previsioni della Regione fissavano a circa 6 metri e 80 centimetri il  livello massimo della piena a Ponte degli Angeli, il medesimo modello, ricalcolato oggi sulla base dell’evoluzione meteo, abbassa la previsione di piena a circa 4 metri e 80 centimetri, ipotizzando che possa verificarsi nel primo pomeriggio di domenica.

“Questa previsione ridimensiona notevolmente quella di ieri - dichiara il sindaco Achille Variati –   ma si basa su un modello sperimentale che ha margini di errore anche piuttosto consistenti. Pertanto il Comune di Vicenza conferma lo stato di attenzione, perché alcune zone particolarmente fragili potrebbero comunque avere dei problemi. Molti lavori, infatti, sono stati realizzati e ci consentono di ridurre notevolmente l’area potenzialmente a rischio rispetto a quella dell’esondazione del 2010, ma per stare totalmente tranquilli sarebbe servito il bacino di laminazione di Caldogno che ancora non c’è. Per questo chiediamo a tutti i cittadini già alluvionati di mantenersi costantemente informati attraverso il sito del Comune e i mezzi di comunicazione locali, mentre invitiamo i residenti e chi ha attività che si affacciano su un gruppo di strade che abbiamo puntualmente individuato con il genio civile a spostare già stasera in via precauzionale auto e beni da garage, scantinati e strade”.

Si tratta di viale Ferrarin e delle strade limitorofe a nord di viale Diaz; di via Divisione Folgore (zona artigianale); di via Sartori (Parcheggio Ater); di via Allegri, Del Prete, Brotton e dintorni; di via Melette, Monte Novegno, Col del Rosso e dintorni; delle abitazioni e attività vicino al fiume da viale D’Alviano fino a Ponte Pusterla, compresi l’istituto delle Dame Inglesi e il convitto di San Marco, con raccomandazione di chiudere con sacchi di sabbia eventuali aperture verso il fiume; le attività verso il fiume in piazza Matteotti; contrà San Pietro e via Nazario Sauro, anche se con un minor grado di preoccupazione; via Cipro e la zona Favretto. Considerati i lavori eseguiti, non dovrebbero invece avere particolari problemi gli edifici di Ca’ Tosate, Debba e San Pietro Intrigogna.

In queste ore squadre di dipendenti comunali e volontari della protezione civile stanno informando porta a porta e con megafoni i residenti e le attività delle vie considerate potenzialmente a rischio affinché spostino da garage, cantine e strade le auto e altri beni di valore. A questi cittadini viene suggerito di utilizzare i parcheggi di via Goldoni, via Pforzheim - via Cricoli (park Cricoli), via Baden Powel (cittadella degli studi), via Ragazzi del ‘99 (parcheggio cimitero), via Trieste (parcheggio viale del Cimitero), Monte Berico - piazzale della Vittoria, corso San Felice - via Cattaneo (park Cattaneo), via Cattaneo - via Cairoli (ex sedime ferroviario), via Btg. Framarin (parcheggio teatro comunale), via Btg. Framarin - via Cengio, via del Mercato Nuovo (parcheggio mercato ortofrutticolo), via Btg. Val Leogra (park Dogana).
Amministrazione comunale, Aim, Acque Vicentine e genio civile, inoltre, stanno organizzando squadre di intervento a presidio dei punti di maggior fragilità.
I circa 6000 sacchi di sabbia riempiti con l’aiuto degli alpini e di una macchina insacchettarice messa a disposizione dalla protezione civile provinciale sono già stati posizionati da Aim Valore città nei classici luoghi di raccolta di piazza Venti Settembre, piazza Araceli, viale del Brotton/viale Ferrarin, parcheggio supermercato PAM viale Trento, piazzale della chiesa di Debba, stradella dei Munari, piazza Matteotti (ostello della gioventù), contra’ San Pietro (piazzale della chiesa), via Del Grande (stadio), via Divisione Folgore 140, San Pietro Intrigogna (piazzale della chiesa). Saranno distribuiti alla popolazione solo in caso di reale necessità.

Nel caso lo stato di attenzione si trasformasse in preallarme (3/5 ore prima della possibile esondazione) ed eventualmente in allarme (1 ora prima della possibile esondazione), la popolazione sarà avvertita con il sistema di sirene d’allarme, con i mezzi che transiteranno nelle zone interessate e il servizio sms (per registrarsi è necessario mandare un messaggio con il proprio nome e cognome al numero 3927338475).

Per problematiche particolari i cittadini possono telefonare al numero verde comunale 800281623 (ufficio alluvione) e alla polizia locale allo 0444545311.
L’evolversi della situazione sarà comunicato sul sito www.comune.vicenza.it e su www.bacchiglione.it , su facebook e twitter (Città di Vicenza).

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza