Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

22/08/2012

Contrà Barche e contrà Burci, contenitori dedicati ai giovani

Per rispondere concretamente ai bisogni della nuova generazione

L'assessore all'istruzione e alle politiche giovanili Alessandra Moretti risponde al consigliere comunale Arrigo Abalti intervenuto a seguito della pubblicazione del bando di concessione della gestione degli spazi del polo giovanile.
C'è una radicale discontinuità tra il passato e quello che questa amministrazione ha fatto in merito alle politiche giovanili – interviene l'assessore Alessandra Moretti -. Abbiamo infatti cercato di attivare meccanismi di partecipazione attiva dei giovani, mettendo in campo iniziative che avessero una ricaduta effettiva sul mondo giovanile: penso ai laboratori per adulti organizzati presso l'ex Informagiovani di contrà Barche, ai corsi di sostengo allo studio per gli studenti “Al centro ci sei tu” e ai diversi incontri all'interno delle scuole superiori.
Vicenza, fino a poco tempo fa, era sede del Coordinamento nazionale Informagiovani al quale giungevano milioni di euro da Roma utilizzati per finanziare la progettazione, curata da un gruppo di 12 persone, degli standard qualitativi di tutti gli Informagiovani del territorio nazionale. Erano effettivamente tempi in cui lo stato poteva permettersi certe spese, oggi inimmaginabili.
Con il Governo Monti le cose sono cambiate: il nuovo esecutivo ha ritenuto di bloccare questi fondi che del resto andavano ad alimentare progetti che di carattere nazioanle privi tuttavia di una ricaduta in città.
Nell'ambito delle politiche giovanili – prosegue Moretti - questa amministrazione intende concentrare le attività informative nello sportello Informagiovani di Levà degli Angeli, sempre per altro più frequentato; e realizzare negli spazi di contrà Barche un polo giovanile che dia risposte sia al mondo studentesco che a quello dei giovani lavoratori e degli universitari.
Del resto negli spazi di contrà Barche, sede del coordinamento nazionale fin dal 2007, i giovani, non entravano se non raramente.
E solo con la giunta Variati questi spazi sono stati aperti con orari precisi e dati in uso attraverso tariffe prestabilite.
Gli obiettivi del nuovo bando sono molto ambiziosi perchè non si tratta solo di mettere a disposizione spazi, ma di avviare anche attività creative in connessione con il tessuto associativo della città e con i quartieri. Le politiche giovanili, infatti, non si fanno solo con i grandi eventi, ma lavorando tutti i giorni con i ragazzi, attraverso un lavoro concreto e giornaliero, molto difficile e pesante che porta a costruire un percorso comune e una credibilità della stessa amministrazione locale.
Spero che questo centro diventi un luogo dove i giovani possano trovare un punto di riferimento e un orientamento per lo sviluppo anche della personale sensibilità creativa.
Per quanto riguarda gli spazi di contrà Burci, pronti per gennaio 2013, rimarranno a vocazione giovanile e in particolare la loro finalità verrà decisa anche sulla base dell'andamento del centro di contrà Barche e questo proprio per rispondere il più possibile a dei mondi giovanili che hanno bisogni e prospettive molto diverse.
Anche a causa del patto di stabilità e dei tagli pesantissimi subiti dal nostro Comune, questo settore ha pochissime risorse: abbiamo più che dimezzato il contributo all'Informagiovani e anche a chi riceverà gli spazi in concessione non verrà dato nessun contributo.
Del resto – conclude l'assessore - la situazione economica e sociale e la difficilissima condizione dei giovani anche in città ci spinge ad aggiornare anche i nostri progetti. La linea politica di Abalti oltre che essere molto distante dalla mia in ogni caso non sarebbe più adeguata perchè superata dai tempi e dai bisogni dei giovani che hanno necessità di avere altre risposte.
Ricordo infine che due sono stati i bandi regionali vinti recentemente: uno di 50 mila euro sulla creatività urbana e l'altro di 25 mila su “Giovani, cittadinanza, volontariato” che darà la possibilità a molti vicentini di andare a Strasburgo gratuitamente”.

 

 

 

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza