Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

21/08/2012

Prima “Magnalonga palladiana”

Domenica 26 agosto un percorso culturale ed enogastronomico a tappe nei paesaggi del Palladio

La Valletta del Silenzio (foto di Giralafoglia)

Nuovo appuntamento per Stasera Unesco, il progetto di scoperta e valorizzazione di alcuni dei principali siti della città che fanno parte della World Heritage List, ideato dall’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza per festeggiare il 40° anniversario della firma della Convenzione Unesco per la salvaguardia del patrimonio storico, artistico e culturale. Un palinsesto ricco di incursioni letterarie, teatrali e musicali, con l’intento di ridisegnare la città con modalità creative – a partire dallo sguardo dei diversi city users (adulti, bambini, famiglie, giovani) che la abitano o la attraversano.
Si sono appena concluse due delle proposte di Stasera Unseco che hanno avuto un notevole successo di pubblico: “Silent Play”, passeggiate alla scoperta di palazzi e ville palladiane con l’attore Matteo Balbo e l’audioguida interattiva che ha offerto non solo informazioni sui monumenti, ma anche la possibilità di ascoltare testi letterari, brani musicali, stralci di film e interviste; e poi Olimpico OpeNights che ha aperto il giardino del teatro Olimpico per concerti all’aperto abbinati a visite del prezioso teatro palladiano.
Stasera Unesco è un’iniziativa curata dal punto di vista operativo da La Piccionaia – I Carrara Teatro Stabile di Innovazione, nell’ambito di EstateQui 2012, la programmazione estiva dell’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza, realizzata con il sostegno di Aim Gruppo, Fondazione Cariverona e Unicredit.
Oggi l'iniziativa è stata presentata al Bar Borsa, nel porticato al piano terra della Basilica Palladiana, dall’assessore alla cultura Francesca Lazzari, per La Piccionaia - I Carrara Teatro Stabile di Innovazione dal direttore Pierluigi Cecchin e dal responsabile programmazione e progetti Sergio Meggiolan, dal conservatore del Museo del risorgimento e della Resistenza Mauro Passarin, da Manuela Gianesin per Le Buone Tavole dei Berici e da Alessandro Meschinelli per l'Azienda Agricola Biologica Giralafoglia.
L’evoluzione sociale e il cambiamento degli stili di vita pongono al centro degli orizzonti individuali e collettivi la ricerca del benessere – sottolinea l'assessore alla cultura Francesca Lazzari -. E di benessere e qualità della vita la società si sta particolarmente occupando. Così sarà anche per la Magnalonga che consentirà di effettuare un suggestivo viaggio culturale ed enogastronomico a tappe nei luoghi di Palladio, con incursioni musicali e letterarie per riscoprire i sapori tipici del territorio, in cui bellezza e bontà si combinano. Durante la coinvolgente passeggiata nella Vicenza nascosta a fare da protagonista sarà la Valletta del silenzio, luogo fuori dal tempo dove natura e architettura si fondono magistralmente, con villa Valmarana ai Nani e la Rotonda fino al Museo del Risorgimento e della Resistenza. Ci auguriamo che questa prima edizione abbia successo e che possa esser riproposta anche nei prossimi anni.
La Magnalonga è uno degli eventi possibili perchè finanziati dal Comune prima delle limitazioni imposte dalla spending review – prosegue l'assessore affrontando il tema dei finanziamenti alla cultura -, che ha imposto a Vicenza il blocco di 30 mila euro per le cosiddette “spese facoltative”, somma che dovevamo utilizzare per la programmazione dei prossimi eventi di cui stiamo già discutendo. Se questa cifra dovesse essere tagliata di certo non potremmo organizzare tante piccole manifestazioni che fanno da corollario a quelle principali già programmate. Ma ciò che più conta è che si andranno a colpire tutte quelle entità che lavorano per la realizzazione di questi piccoli eventi, società nelle quali sono occupati numerosi giovani.”
Per realizzare questo progetto c'è stato un gran lavoro di relazioni che ha determinato il coinvolgimento di diverse realtà con l'obiettivo di promuovere la cultura e il territorio con l'opportunità di assaggiare anche leccornie locali – spiega Pierluigi Cecchin de La Piccionaia - I Carrara Teatro Stabile di Innovazione -. Sono 200 i posti disponibili e sono circa un'ottantina le prenotazioni pervenute.”
Domenica 26 agosto sarà la volta della prima “Magnalonga palladiana”, un itinerario nei paesaggi del Palladio scandito da tappe performative, culturali ed enogastronomiche. Un’iniziativa ricca e articolata, realizzata in collaborazione con Le Buone Tavole dei Berici, Bar Borsa, Azienda Agricola Brazzale Lino, Azienda Agricola Biologica Giralafoglia, Gruppo Alpini ANA Campedello, Gusti Berici/EQuiStiamo e Museo del Risorgimento.
Un itinerario di circa 9 chilometri da percorrere a piedi, in un andirivieni tra città e campagna, per una rilettura critica dei paesaggi, la riscoperta di ville e monumenti storici palladiani e la conoscenza diretta di alcune aziende agricole che operano nella Valletta del Silenzio.
L’appuntamento sarà quindi alle 9 in piazza dei Signori, nel porticato al piano terra della Basilica Palladiana, per una colazione all’italiana al Bar Borsa. Da qui il percorso condurrà i partecipanti in un’esplorazione dolce, lenta e gustosa dei territori che circondano la città. Salendo le Scalette di Monte Berico si uscirà dal centro per attraversare poi le proprietà dell’azienda agricola biologica Giralafoglia, che curerà un laboratorio di lettura del paesaggio. Costeggiando la Rotonda si giungerà fino all’oasi della Valletta del Silenzio, la prima delle tre tappe enogastronomiche curate dall’associazione di ristoratori “Le Buone Tavole dei Berici”, impegnata da anni nella salvaguardia e diffusione della tradizione culinaria berica (previsto anche un menù vegetariano). Qui Pierangelo Miola dell’associazione EQuiStiamo illustrerà la genesi e le caratteristiche del bosco planiziale, in cui troverà spazio anche l’incursione teatrale site specificCon i piedi per aria” degli artisti Matteo Balbo e Giorgia Antonelli (La Piccionaia – I Carrara).
La seconda tappa enogastronomica sarà presso l’azienda agricola e viticola Brazzale Lino, con degustazione dei vini della cantina. Infine, percorrendo il sentiero che porta sulla dorsale berica si raggiungerà il parco del Museo del Risorgimento e della Resitenza, terza e ultima tappa enogastronomica. Qui la manifestazione si concluderà con il monologo di Titino Carrara ispirato alla commedia dell’arte dal titolo “Il sogno di Zanni”, e con il concerto dei Miss Murple Music Investigation, quartetto capitanato dalla cantante Alice Testa, che unisce il jazz più tradizionale con sonorità pop, rock e folk.
La “Magnalonga palladiana” è un evento a numero chiuso con prenotazione obbligatoria entro il 22 agosto. La conclusione è prevista per le 17 circa.
Biglietti: intero 25 euro, ridotto gruppi (minimo 10 persone) e ragazzi (12-16 anni) 20 euro, ridotto bambini (sotto i 12 anni) 10 euro. In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà domenica 2 settembre.
Per informazioni, prenotazioni e acquisto dei biglietti: Ufficio del Teatro Astra (stradella Barche 5, tel. 0444 323725, info@teatroastra.it, www.teatroastra.it).

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza