Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

15/06/2012

Campi da tennis comunali di via Monte Zebio, inaugurati oggi i nuovi spogliatoi

Terminata la prima parte dei lavori che rimetteranno completamente a nuovo i campi da tennis comunali di via Monte Zebio. I nuovi spogliatoi, la nuova centrale termica, l’ambulatorio e gli impianti elettrici esterni sono stati inaugurati oggi dal sindaco Achille Variati assieme all’assessore allo sport Umberto Nicolai e ad Andrea Mantegazza, presidente della Società Dilettantistica 98 che ha finanziato i lavori con 300 mila euro.

La società sportiva - che gestisce l’impianto da settembre 2010 e ha speso altri 100 mila euro per la trasformazione di quattro campi da terra rossa a superficie veloce in resina GreenSet - investirà altri 335 mila euro per il secondo stralcio dei lavori, che in origine dovevano essere a carico del Comune. Invece, amministrazione comunale e società sportiva hanno firmato una convenzione per il prolungamento di 9 anni, fino al 2029, della concessione della struttura, al canone annuo di 8.900 euro, in cambio della realizzazione della seconda parte dell’intervento che spianerà la strada all’impianto per diventare anche Centro tecnico veneto, in grado quindi di ospitare competizioni internazionali e di prestigio. Non solo: la concessionaria si è impegnata a tagliare a sue spese gli alberi che ostacolano l’intervento di rialzo degli argini del Bacchiglione in funzione anti-alluvione e a piantarne di nuovi su indicazioni del Comune.

Proprio l’alluvione del novembre 2010, in effetti, aveva portato l’amministrazione e la Società Dilettantistica 98 a rivedere gli accordi sottoscritti appena pochi mesi prima: l’impianto da sette campi da tennis, due campi polivalenti utilizzati anche per il calcetto e tre fabbricati a un livello realizzati nei primi anni Sessanta a ridosso dell’argine del Bacchiglione, vennero infatti pesantemente colpiti dall’esondazione del fiume. Su invito dell’amministrazione, la società sportiva ha quindi formulato un nuovo progetto di riqualificazione più ampio e lungimirante, in modo da ristrutturare l’intera area sportiva e prolungare così la cittadella dello sport tramite il ponte sul Bacchiglione. Di qui il nuovo accordo, che porterà alla fine ad una distribuzione più funzionale e razionale degli spazi negli edifici e alla ristrutturazione degli impianti in linea con le normative vigenti.

“Questa è stata una zona duramente colpita dall’alluvione, ma che ha rialzato subito la testa – ha evidenziato il sindaco Variati -. Lo ha dimostrato la stessa società che ha in gestione queste strutture: con molta serietà ha stretto un accordo importante e proficuo con il Comune per il bene della collettività. Non dimentichiamo infatti che qui sono iscritti oltre 200 ragazzini, che hanno così la possibilità di cimentarsi nel tennis. Al termine di questo mandato amministrativo – ha inoltre aggiunto il sindaco -, grazie anche ai ricavi della vendita delle quote dell’Autostrada Serenissima, avremo investito 15 milioni nello sport della città. E se consideriamo i rapporti pubblico-privato il totale sale ancora più in alto: è una nostra precisa scelta a favore dell’educazione, perché siamo convinti che investire in educazione sia uno dei massimi livelli d’investimento che si possano fare”.

“Siamo molto soddisfatti di collaborare con associazioni come la Dilettantistica 98 – ha aggiunto Nicolai -, perché non è così scontato trovare società che anticipano le risorse per migliorare le strutture. Il tennis poi è uno sport che piace a bambini e adulti, tant’è che questo club ha tantissimi tesserati. E lo scopo dell’amministrazione è proprio quello di dare a tutti l’opportunità di praticare uno sport in ambienti decorosi. Non a caso stiamo sistemando palestre, realizziamo campi in sintetico e costruiamo tensostrutture”.

“Oggi parlare bene della pubblica amministrazione non è uno sport molto praticato – ha dichiarato Mantegazza -, ma noi andiamo controcorrente: ringraziamo il Comune per la grande sinergia avviata con la nostra associazione, con lo scopo di offrire un valore aggiunto alla città attraverso un polo sportivo di primo livello. Siamo quindi orgogliosi di essere partner di un’amministrazione comunale che ha una visione dello sport riscontrabile in altri Paesi, meno in Italia”.

Quanto alle opere inaugurate oggi e realizzate a partire dallo scorso gennaio fino a metà maggio, la Società Dilettantistica 98 si è concentrata in particolare sull’ultimo edificio verso il fiume, dove prima si trovavano gli spogliatoi maschili del tennis, gli spogliatoi del calcetto e locali in disuso con funzione deposito. Nello stabile ora si trovano invece concentrati tutti gli spogliatoi dell’area sportiva (maschili, femminili, degli arbitri e degli istruttori), la nuova centrale termica allacciata alla centrale comunale del teleriscaldamento e un ambulatorio. Per aumentare la funzionalità, il controllo e il risparmio energetico di tutto l’impianto sportivo, sono stati inoltre adeguati alcuni impianti elettrici esterni a servizio dei campi da tennis, sostituiti i quadri elettrici e installato un impianto domotico per il controllo delle luci e del riscaldamento dei campi direttamente dalla segreteria attraverso un quadro comandi.

Il secondo stralcio dei lavori è in fase di progettazione e prevede la trasformazione della vecchia casa del custode in una nuova segreteria completa di servizi igienici e ripostiglio: situata nel primo edificio che si incontra entrando da via Monte Zebio, la segreteria garantirà in questo modo un miglior controllo dei movimenti in entrata e in uscita dal circolo. Verrà inoltre ricavata una sala riunioni, dove si terranno le lezioni della scuola tennis e i corsi di aggiornamento e formazione della Federazione. Infine, nel terzo ed ultimo edificio, verranno messi a norma bar e ristorante, e prenderà il posto dei vecchi spogliatoi femminili e della centrale termica una piccola palestra per il potenziamento muscolare e nuovi servizi igienici. Completerà il progetto la messa a norma anche dei restanti impianti elettrici a servizio dei campi da tennis e calcetto, l’eliminazione delle barriere architettoniche e la realizzazione di un percorso accessibile anche ai disabili.

Nell’impianto di via Monte Zebio sono iniziati gli Educamp organizzati dal Coni: per tutta l’estate 600 bambini avranno così l’opportunità di cimentarsi nel tennis ed eventualmente iscriversi poi ai corsi che partiranno a settembre.



ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza