Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

21/05/2012

Dire Poesia: venerdì 25 maggio Mario Meléndez, la parola poetica tra speranze e paure in America Latina

La sua scrittura riflette nella contemporaneità la tradizione dei grandi poeti cileni, da Vicente Huidobro e Pablo Neruda, da Gabriela Mistral fino alle “antipoesie” di Nicanor Parra; una poesia che “viene da molto lontano, e arriva giusto dove noi ci troviamo”, come sottolinea Stefano Strazzabosco: sarà il poeta cileno Mario Meléndez il prossimo protagonista di Dire Poesia 2012. L’appuntamento, programmato per venerdì 25 maggio alle 18 a Palazzo Leoni Montanari di Vicenza, sostituisce la presenza di Abdulah Sidran, assente per motivi di salute.

L’incontro è proposto dal Comune di Vicenza e da Intesa Sanpaolo in collaborazione con il Festival Biblico 2012: e proprio attorno al tema del festival («Perché avete paura?», l’interrogativo che Gesù pone provocatoriamente ai suoi discepoli), si svolgerà la lettura poetica bilingue in spagnolo e italiano accompagnata da note e commenti dell’autore.

“Ereditando stili e figure della tradizione poetica cilena - spiega Strazzabosco, che condurrà l’incontro - Meléndez propone una lirica diretta, colloquiale e piana che utilizza la lingua di tutti i giorni, ma che fa lievitare il discorso grazie all’uso di metafore continuate, strategicamente disposte, e a un ritmo personale che procede impastando silenzio e voce, collegando parola a parola, verso a verso con precisione, sobrietà, eleganza”.

Mario Meléndez, classe 1971, attualmente vive in Italia. Emilio Coco, che ha tradotto in italiano molti dei suoi testi, ha scritto di lui: “Nella poesia di Mario Meléndez si coglie qualcosa di impetuosamente fresco e agile: una ricchezza di movimenti e di aperture fantasiose quale di rado capita di trovare nella giovane poesia italiana”.

Dire Poesia 2012 si svolge nei luoghi d’arte della città e propone un percorso di tre mesi attraverso le voci della poesia contemporanea internazionale, per affidare alla parola lirica un racconto e una testimonianza sulla storia attuale. “Il programma 2012 di Dire poesia - spiega Strazzabosco - è stato pensato nel segno del rapporto tra letteratura e storia, mettendo in rilievo la funzione di coscienza critica e di testimonianza che molti dei poeti invitati hanno assunto nel corso degli anni. L'edizione 2012 vuole così dar voce a quella poesia civile che insiste sulle relazioni tra cittadini e politica, tra parola e azione, tra versi e realtà, impiegando comunque le forme e i linguaggi propri della poesia: musica, bellezza, incanto, forza espressiva e intensità del dire”.

Il progetto è promosso dall’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza e da Intesa Sanpaolo, con la direzione artistica di Stefano Strazzabosco. L’edizione 2012 della rassegna si avvale delle collaborazioni con il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell’Università Ca’ Foscari di Venezia; con il Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari dell’Università di Padova e l’Instituto Camões; con il Festival Biblico; con Vicenza Jazz; con il festival “Libriamo”; con l’Officina arte contemporanea di Vicenza.

Per ogni appuntamento l’artista Giovanni Turria stamperà, con i suoi torchi a caratteri mobili, una plaquette numerata da regalare al pubblico presente alle letture e un cartiglio poetico distribuito nei locali di Vicenza come “correzione” al caffè.

Continua inoltre a Casa Cogollo la mostra “Sotto torchio: le carte di Dire Poesia”. L’esposizione raccoglie tutte le plaquettes realizzate da Turria per Dire Poesia dal 2009 ad oggi, contenenti i versi autografi e inediti lasciati da ciascun poeta in occasione degli eventi. La mostra resterà aperta fino al 10 giugno dal martedì alla domenica con orario 10.30 – 13.00 e 15.00 – 19.00 (ingresso libero).


Mario Meléndez (Linares, Chile, 1971) ha studiato Giornalismo e Comunicazione Sociale. Tra i suoi libri figurano: “Autocultura y juicio” (con introduzione del Premio Nacionale di Letteratura cileno Roque Esteban Scarpa), “Poesía desdoblada”, “Apuntes para una leyenda”, “Vuelo subterráneo”, “El circo de papel” e “La muerte tiene los días contados”. Nel 1993 ha vinto il Premio Municipale di Letteratura nel Bicentenario di Linares. Sue poesie sono apparse in diverse riviste di letteratura latino-americana e in antologie nazionali e straniere. È stato invitato a numerosi incontri letterari, tra cui il Primo e Secondo Incontro di Scrittori Latino-americani, organizzato dalla Società di Scrittori del Cile (Sech), Santiago 2001 e 2002, e il Primo Incontro Internazionale di Amnistia e Solidarietà con il Popolo, Roma 2003. Agli inizi del 2005, è stato pubblicato nelle prestigiose riviste “Other Voices Poetry” e “Literati Magazine”. Nello stesso anno ha ottenuto il premio "Harvest International" alla migliore poesia in spagnolo assegnato dall’University of California Polytechnic (Stati Uniti). Parte della sua opera è stata tradotta in italiano, inglese, francese, portoghese, olandese, tedesco, rumeno, bulgaro, persiano e catalano. Per quattro anni ha vissuto a Città del Messico, dove ha impartito lezioni di letteratura latinoamericana e realizzato diversi progetti culturali. Ha diretto la collana sui maggiori poeti latinoamericani per "Laberinto edizioni" e realizzato diverse antologie sulla poesia cilena e latinoamericana. Attualmente vive in Italia. Ha collaborato con l'Università di Urbino "Carlo Bo", dove ha tenuto alcune lezioni di poesia e letteratura ispanoamericana e ha dato lettura delle sue opere tradotte in italiano dal poeta e saggista Emilio Coco. Recentemente ha partecipato al Festival Internazionale Daunia poesia.


L’ingresso a tutti gli appuntamenti di Dire Poesia 2012 è libero.

Informazioni:
assessorato alla cultura del Comune di Vicenza tel. 0444 222101
Gallerie d’Italia, Palazzo Leoni Montanari tel. 800 578875
Blog > http://direpoesia.wordpress.com/
www.comune.vicenza.it

www.palazzomontanari.com

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza