Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

17/05/2012

“Primavera musicale” con l’esibizione di 17 gruppi vicentini il 25, 26, 27 maggio in Campo Marzo a Vicenza

“Primavera musicale” è la nuova rassegna dedicata ai gruppi musicali vicentini promossa dall’assessorato alle politiche giovanili in collaborazione con il Bar Smeraldo di viale Venezia, che ospiterà l’evento, e con il contributo della Banca Popolare di Verona.
Venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 maggio in Campo Marzo si potrà ascoltare tanta musica di differenti generi, dal classico al rock, dal blues al jazz. I 17 gruppi giovanili protagonisti dell’evento avranno la possibilità di farsi conoscere esibendosi sul tetto del Bar Smeraldo e il pubblico assisterà da viale Dalmazia con una prospettiva del tutto inconsueta, ma già sperimentata e apprezzata.
Il programma si snoderà tra le 16 e le 23 di venerdì 25 e sabato 26, mentre domenica 27 la chiusura è prevista alle 21.30. Tre momenti musicali animeranno anche le mattinate del 26 e del 27 maggio, dalle 11 alle 12.30.
Oggi l’iniziativa è stata presentata al Bar Smeraldo dall’assessore all’istruzione e alle politiche giovanili Alessandra Moretti, per la Banca Popolare di Verona-Gruppo Banco Popolare da Lucio Stevanato, capo area di Vicenza, e da Ottavio Rigodanza, responsabile operation, e per il Bar Smeraldo da Vittorio Zanon. Inoltre erano presenti i rappresentanti di alcuni gruppi musicali “Haru no Kaze”, “4everband”, “Bluemama”, “Alan quartet project”.
“Primavera musicale è un evento che abbiamo organizzato con l’obiettivo di valorizzare i gruppi rock di Vicenza – spiega l’assessore all’istruzione e alle politiche giovanili Alessandra Moretti -. La nostra città, infatti, è musicalmente molto vivace e per questo ci è sembrata una proposta interessante poter offrire uno spazio per esibirsi, tra l’altro in un locale storico come il Bar Smeraldo affacciato su Campo Marzo. Una vera e propria occasione quindi per rivitalizzare il prezioso polmone verde cittadino. Del resto è opinione comune che i centri storici si stiano desertificando per la mancanza di iniziative a favore dei giovani. Non è il caso di Vicenza e questa iniziativa rappresenta una vera sfida che ci ha premiati: all’appello, infatti, hanno risposto ben 17 gruppi. L’indispensabile contributo della Banca popolare di Verona ha consentito di poter avere a disposizione l’attrezzatura tecnica per lo svolgimento dei concerti e di concedere un rimborso spese ai musicisti. E poi la disponibilità del Bar Smeraldo renderà ancora più suggestivi questi concerti. Ci piacerebbe che questo evento diventasse un appuntamento costante e duraturo, un punto di riferimento per i giovani appassionati di musica. Giovani pieni di idee e di capacità non solo musicali ma anche grafiche: la locandina dell’evento è stata infatti realizzata da un giovane  grafico, Franco Brunello.”
“La Banca Popolare di Verona ha voluto affiancare questa rassegna musicale, dedicata ai giovani gruppi musicali, perché testimonia la vitalità e l’entusiasmo dei nostri ragazzi –dichiara Lucio Stevanato, responsabile Area Vicenza della Banca Popolare di Verona-. Siamo certi che saranno tre giorni carichi di energia. La musica come fattore di aggregazione sociale è una forma di manifestazione culturale che catalizza in particolare l’attenzione delle giovani generazioni. La Banca Popolare di Verona è da sempre attenta e sensibile a questo tipo di iniziative sul proprio territorio di riferimento, perché siamo convinti che la cultura e l’arte rappresentino una significativa opportunità di crescita civile che vale la pena cogliere evidenziando anche la necessità di sviluppare e promuovere queste attività attraverso suggestioni, idee e creatività di qualità.”
Venerdì 25 il via all’evento sarà dato alle 16 dall’ “Alan quartet project” (varia strumentale), cui seguirà alle 17.30 “Baby, I’m bored” con rock anni ’90, alle 18.45 con “Haru no Kaze” (Rock arrogante), alle 20 “Duophonic” (Pop Rock). In chiusura di serata ci sarà il  Blues soul dei “Bluemama”.
Si riprenderà quindi sabato 26 maggio quando già il mattino alle 11 si esibiranno il Gruppo giovanile del Coro di Vicenza con Giuliano Fracasso “Giovani emozioni” e una rappresentanza del Liceo Pigafetta con la “Pigafetta Wind Band” accompagnati dai professori Bolcati, Bettineschi e Graziani. Dopo la pausa si riprenderà alle 16 con “The Shimmer”(New wave), per proseguire con il Tribute Queen dei “4everband”. Alle 18.45 toccherà al Rock blues dei “Black DeVine” per poi concludere con il Rock, Punk alternative dei “Bad Black Sheep” sul palco dalle 20, e con la Reggae/roots music degli Anima Caribe alle 21.30.
La giornata conclusiva, domenica 27 maggio, si aprirà alle 11 con il concerto per pianoforte di Leonardo Locatelli. Dalle 16 si susseguiranno quattro gruppi: i “Reddish Balcony” (Hard rock), gli “OneManPier” che proporranno cover anni 70 (ore 17.30), i “Diamonds a ritmo” di Hip hop/R&B/dance (ore 18.45) per concludere con il blues della Paltan Blues Band.

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza