Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

19/10/2011

Disinnesco bomba: già contattati 434 su 516 cittadini, solo 22 anziani chiedono aiuto per il trasporto e l’accoglienza

Prosegue anche oggi ininterrottamente l’attività di informazione alla popolazione interessata allo sgombero per il disinnesco, domenica 23 ottobre, della bomba rinvenuta nel cantiere del nuovo tribunale. Si tratta di 270 famiglie contattate una ad una da agenti della polizia locale accompagnati da volontari della protezione civile comunale, dell’Ana e da impiegati comunali.
Tra le 15 e le 20 di ieri sono stati contattati 434 dei 516 cittadini coinvolti. A tutti è stato consegnato il vademecum con l’ordine di evacuazione, le disposizione da seguire e i consigli per lasciare in sicurezza la casa.
Nelle cassette delle lettere delle persone che non erano a casa è stato lasciato un avviso con l’invito a telefonare al settore protezione civile (0444221580) e alla polizia locale (0444545311). 7 hanno già telefonato in comune e 7 alla protezione civile, ricevendo a loro volta le istruzioni per lasciare l’area e per chiedere eventuale aiuto nel trasporto ed accoglienza per la mattinata.
412 di coloro che sono stati contattati personalmente o al telefono hanno dichiarato di voler lasciare autonomamente la zona e di non aver intenzione di recarsi in un centro di accoglienza durante l’evacuazione.
Solo 22 anziani hanno chiesto aiuto per il trasporto e l’accoglienza. Di questi 19 hanno espresso la volontà di essere ospitati nel centro di accoglienza che, dato il numero fino ad ora raggiunto, sarà allestito nel centro parrocchiale di Santa Caterina, in contrà Santa Caterina 64. 7 di questi 19 cittadini hanno anche chiesto un aiuto nel trasporto le cui modalità verranno stabilite nei prossimi giorni. Altre 3, che intendono spostarsi autonomamente, contatteranno il Comune per essere accompagnate fuori dalle loro case solo se sarà necessario.
“Entro domani – è il commento dell’assessore alla protezione civile Pierangelo Cangini – avremo il quadro pressoché completo della situazione e potremo decidere se attivare altri centri di accoglienza”.
158 cittadini già contattati (e quindi altrettante famiglie) hanno accolto l’invito a lasciare il proprio numero di cellulare alle squadre del Comune, in modo da essere avvisati tramite SMS della possibilità di rientrare a casa al termine delle operazioni di disinnesco.
L’evacuazione, disposta dal sindaco su ordine del prefetto, riguarda tutta l’area entro un raggio di 300 metri dall’ordigno. Lo sgombero scatta alle 8.30 e durerà fino al termine delle operazioni di disinnesco, presumibilmente verso le 12.
L’obbligo di lasciare le proprie abitazioni riguarda i residenti di via Belluzzi (civico 33), di tutto Borgo Berga, di via X Martiri dal civico 4 al civico 85, di tutta via Grotto, di tutta via Leoni, di strada Riviera Berica dal civico 2 al civico 8, di via dello Stadio dal civico 61 al civico 115, di via Tiepolo dal civico 4 al civico 21, che ricadono nel raggio di 300 metri dall’ordigno. Alle 7.30 di domenica i mezzi di soccorso impegnati nell’operazione ricorderanno con sirene e megafoni ai cittadini di queste strade che dovranno abbandonare l’area di pericolo entro le 8.30. I cittadini dovranno lasciare aperte tutte le finestre e le porte vetrate, per ridurre gli effetti della rottura di vetri in caso di esplosione. Nel caso non fosse possibile aprirle, le finestre vanno coperte con nastro adesivo.
Dalle 8.30, nell’area interdetta, sarà vietata, oltre che la circolazione, la sosta di qualsiasi veicolo nelle aree aperte pubbliche e private. Gli evacuati potranno parcheggiare gratuitamente al Parcheggio AIM di via Bassano (zona stadio). Chiunque debba prelevare parenti o amici dovrà farlo prima delle 8.30, perché da quell’ora tutta la zona evacuata sarà delimitata da blocchi stradali in corrispondenza delle strade di accesso. Ciò comporterà, oltre che la chiusura delle strade, anche l’interruzione della pista ciclabile Casarotto. Dalle 10 alle 12 i treni della linea Milano-Venezia e la linea 8 degli autobus di Aim saranno sospesi.
Il termine delle operazioni di disinnesco, che avverrà presumibilmente verso le 12, sarà segnalato con sirene e megafoni della Polizia Locale; sarà comunicato nel centro di accoglienza; nel sito www.comune.vicenza.it, nei siti informativi locali, alle radio e alle televisioni locali; attraverso un SMS che sarà inviato a chi, tra i cittadini evacuati, avrà comunicato il numero di cellulare nel corso delle visite informative dei vigili.
Tutte le disposizioni e i consigli per chi sarà evacuato sono pubblicati sul sito del Comune.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza