Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

29/06/2011

Tre multe alle Maddalene per rifiuti depositati da cittadini di Monteviale: i residenti ringraziano

Tre multe da 150 euro l’una sono state date ad altrettante persone che hanno depositato rifiuti nei cassonetti della città senza essere residenti a Vicenza. Le sanzioni sono state date l’altra mattina all’isola ecologica di strada delle Maddalene dove agenti della polizia locale in borghese e tecnici di Aim Valore Ambiente stavano effettuando controlli sul rispetto dell’ordinanza sui rifiuti urbani.

Tutti e tre i cittadini multati sono di Monteviale, di nazionalità italiana, perfettamente a conoscenza del divieto di conferire rifiuti a Vicenza se non si è residenti. Due stavano gettando materiale differenziato, uno buttava via scarto non riciclabile. Tutti e tre si sono giustificati dicendo di volersi liberare dei rifiuti senza dover aspettare il giorno di raccolta previsto dal Comune di Monteviale.

"Oltre alle persone sanzionate - spiega l'assessore all'ambiente Antonio Dalla Pozza - sono stati controllati altri 5 cittadini residenti nel Comune di Vicenza che hanno conferito regolarmente i rifiuti urbani negli appositi contenitori. Proprio da queste persone sono arrivate parole di apprezzamento per i controlli, a dimostrazione del fatto che i miei concittadini sono stanchi di vedere non residenti riempire i cassonetti, lordando il suolo pubblico su cui insistono le isole ecologiche, e di pagare anche lo smaltimento di rifiuti prodotti da altri".

I tre conferimenti impropri sono stati accertati nella stessa mattinata in cui i cassonetti dell'indifferenziato sono stati rimossi perché anche a Maddalene, come in Strada Pasubio ed in frazione Lobia, dal 27 giugno è partita la raccolta "porta a porta" del rifiuto secco non riciclabile attraverso il bidoncino a domicilio.

Ad oggi la percentuale di bidoncini consegnati nella zona interessata dal nuovo servizio risulta essere prossima al 95%, anche grazie alla massiccia partecipazione ai quattro incontri informativi promossi da assessorato all'ambiente e Aim - Valore Ambiente nella sala parrocchiale di Maddalene.

Dal 26 luglio il servizio "porta a porta" partirà anche a Saviabona, Polegge e Strada Sant'Antonino, interessando circa un migliaio di utenze.

Per illustrare il nuovo servizio ci saranno incontri pubblici l’11 luglio, alle 17.30 e alle 20.30, nella sala della parrocchia di S. Maria Ausiliatrice in strada di Saviabona e il 14 luglio, alle 17.30 e alle 20.30, al teatro della parrocchia S. Giovanni Evangelista di Polegge.

Di pari passo con l'introduzione del "porta a porta" del rifiuto secco non riciclabile, proseguiranno anche i controlli della polizia locale. "E' un malcostume che stiamo cercando di contenere, anche con sanzioni di importo esemplare - conclude l'assessore Dalla Pozza - perché Vicenza ed i suoi cittadini stanno rispondendo con entusiasmo e partecipazione a questo grande cambiamento introdotto. Le percentuali di raccolta differenziata sono in crescita ovunque, e non permetteremo di rovinare questi incoraggianti risultati a pochi e pigri residenti di altri Comuni, che non hanno rispetto per l'ambiente, per la nostra città, e nemmeno per lo sforzo degli amministratori dei loro Comuni, che lottano come quelli di Vicenza per ridurre i quantitativi di rifiuti indifferenziati da avviare a smaltimento".

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza