Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

08/06/2011

Ponte Pusterla: al via la procedura negoziata per la scelta dell’impresa, Variati: "Da luglio si lavorerà da mattina a sera per aprirlo in 4 mesi"

Da luglio per 110 giorni di lavoro consecutivi, dalle 7 del mattino fino alle 21 di sera, dal lunedì al sabato e, se servirà, anche di domenica e nei giorni di festa. Sarà un vero tour de force l’ormai imminente ricostruzione di Ponte Pusterla. Obiettivo: fare presto a restaurare l’opera simbolo dell’alluvione che a causa di ritardi legati ai finanziamenti divide ancora in due la città.

Stamani il sindaco Achille Variati ha annunciato che il soggetto attuatore delegato dal commissario per l’alluvione Luca Zaia, cioè il direttore generale del Comune di Vicenza Antonio Bortoli, ha approvato il progetto esecutivo e le lettere d’invito alle 5 ditte chiamate a presentare un’offerta per il risanamento della struttura.

L’importo lavori, come è noto, è di 2 milioni e 200 mila euro, di cui 750 mila donati da Veneto Banca, con la quale si sta studiando la modalità per pubblicizzare adeguatamente la generosa sponsorizzazione. Il Comune ha aggiunto i restanti 1 milione 450 mila euro, recuperandoli dai fondi statali per gli interventi di somma urgenza.

“Su mia richiesta – ha ricordato Variati – il presidente Zaia ha accettato di dare ampi poteri al nostro direttore generale, consentendoci così di abbreviare al massimo le procedure. In soli 20 giorni l’architetto Bortoli ha approvato il progetto esecutivo, ha individuato il responsabile unico del procedimento nel dirigente dei lavori pubblici Giovanni Fichera ed ha predisposto le lettere d’invito per la procedura negoziata, cioè la formula che ci consente di individuare l’appaltatore tra 5 ditte con requisiti specifici, superando l’esigenza della gara pubblica”.

“Questa scelta – ha aggiunto l’architetto Bortoli – nasce dalla volontà di garantire tempi rapidi di espletamento dell’iter, essere certi dell’affidabilità delle imprese e ridurre fortemente il rischio di contenziosi”.

Le offerte delle ditte invitate, corredate di tutta la documentazione necessaria a certificare qualità e affidabilità dell’impresa, dovranno arrivare in Comune entro il 22 giugno a mezzogiorno. L’apertura delle buste avverrà il 23 giugno alle 9 al settore Lavori pubblici di piazza Biade, in seduta pubblica. Individuata l’impresa vincitrice, cioè quella che avrà presentato l’offerta più vantaggiosa, scatterà immediatamente l’affidamento temporaneo che consentirà di dare il via ai lavori prima ancora della firma del contratto. Le ditte invitate a concorrere resteranno segrete fino all’apertura delle buste con le offerte.

I 2 milioni e 200 mila euro preventivati, di cui 1 milione e 464 mila euro a base d’appalto, serviranno per riparare le gravi lesioni che hanno costretto a vietare l’attraversamento del ponte alle auto: fessurazioni della volta, cedimenti della pavimentazione, distacco dei giunti verticali lungo i parapetti. L’intervento prevede l’asporto dell’asfalto lungo tutta la lunghezza del ponte, la pulizia della parte esterna degli archi e la realizzazione di iniezioni con prodotti specifici per la sigillatura dei giunti. Verrà realizzato anche un fissaggio della parte esterna con perni in acciaio o in fibra di carbonio per consentire l’aggancio a una struttura di rinforzo. Sarà così possibile effettuare il riempimento con materiali inerti per ricostituire il sistema dei carichi e quello dei sottoservizi. In corrispondenza delle pile verranno inoltre realizzate delle spalle interne in cemento armato destinate al sostegno degli impalcati indispensabili per reggere i carichi di traffico previsti. Sarà introdotto anche un impalcato di supporto in cemento armato con travi d’acciaio, caratterizzato da dimensioni e peso contenuti, ma di grande rigidezza e capacità di sostenere pesi concentrati. Tutto l’intervento verrà realizzato all’interno delle arcate del ponte esistente e non sarà visibile dall’esterno perché perfettamente inserito nella struttura storica. A lavori terminati sarà installata anche una nuova illuminazione.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza