Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

02/05/2011

Il Comune cerca il garante per i diritti dei detenuti: domande entro il 30 maggio

Vicenza avrà presto un garante per i diritti dei detenuti. Il Comune ha infatti pubblicato l’avviso per la presentazione delle candidature che va fatta entro il 30 maggio.

La figura del garante per i diritti delle persone private della libertà personale è stata istituita dal consiglio comunale con l’obiettivo di potenziare la tutela dei diritti fondamentali dell'individuo, sia durante la detenzione sia nel periodo di reinserimento sociale.

Si tratta di una funzione gratuita. Sarà il consiglio comunale a scegliere a scrutinio segreto chi nominare tra i candidati.

"Sarà la prima volta in assoluto – dichiara l’assessore alla famiglia e alla pace Giovanni Giuliari - che il Comune di Vicenza potrà contare su questa nuova figura. Istituirla non è stato un percorso facile e sono soddisfatto di essere riuscito a dare un'accelerata all'iter. Sono certo che il consiglio comunale potrà eleggere il garante tra una pluralità di candidati e con un atteggiamento di ampia condivisione, dopo un percorso fatto di trasparenza, responsabilità e democrazia partecipata. Al di là dei requisiti tecnici previsti dal bando, è importante che i candidati dimostrino di avere una buona conoscenza del territorio, delle istituzioni, delle varie agenzie dei servizi pubblici e del terzo settore. Auspico che il consiglio elegga il garante dei detenuti nello stesso giorno in cui porterò all'attenzione dell'assemblea consiliare il ‘Piano della città per le persone in esecuzione penale’ nell'ambito del quale la nuova figura dovrà ricoprire un importante ruolo di collegamento con il territorio, oltre che rappresentare un valido e concreto punto di riferimento per i detenuti."

Al garante, infatti, spetterà il compito di promuovere l'esercizio dei diritti e delle opportunità di partecipazione alla vita civile dei detenuti, l’utilizzo dei servizi comunali, l’accesso agli atti e ai documenti amministrativi anche in ambito penitenziario o di restrizione della libertà personale, Dovrà inoltre segnalare eventuali irregolarità; garantire un maggior dialogo con le autorità per informazioni relative a violazioni dei diritti; sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dei diritti umani delle persone private della libertà personale e della umanizzazione della pena detentiva.

Il garante resterà in carica fino alla scadenza del mandato del consiglio comunale ed opererà fino alla nomina del nuovo garante. L’incarico è rinnovabile solo una volta. La funzione è gratuita, al garante spetta solo il rimborso delle spese effettivamente sostenute.

Possono candidarsi le persone che godono d'indiscusso prestigio e fama nel campo delle scienze giuridiche e sociali, dei diritti umani, delle attività sociali negli istituti di prevenzione e pena, nei centri di servizio sociale del terzo settore e nelle strutture dei servizi sociali degli enti locali per il reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti; in grado, quindi, di garantire la massima probità, indipendenza, obiettività e competenza.

Non può diventare garante chi esercita contestualmente attività professionali nei settori della giustizia, della sicurezza pubblica e della professione forense e della cooperazione; chi ricopre cariche elettive o di amministratore in enti, aziende o società partecipate dal Comune di Vicenza; chi si trova nelle condizioni di incandidabilità e ineleggibilità previste per la carica consigliere comunale. E’ esclusa la nomina di coniugi, ascendenti, discendenti, parenti e affini fino al terzo grado di amministratori comunali.

La candidatura, in carta semplice, va indirizzata al presidente del consiglio comunale e deve pervenire entro e non oltre le 12 del 30 maggio 2011 al Protocollo del Comune, Palazzo Trissino, corso Palladio, 98, Vicenza (Per le raccomandate fa fede il timbro postale).

L’avviso completo delle indicazioni da inserire nella domanda è pubblicato sul 

nella sezione Appalti, bandi, concorsi – Nomine e designazioni.

Per ogni ulteriore informazione gli interessati possono rivolgersi al settore servizi sociali del Comune: tel. 0444/222520, e-mail assintsociali@comune.vicenza.it .

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza