Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

07/11/2010

Alluvione: contattate telefonicamente 604 famiglie alluvionate; allagamenti agli interrati i problemi più segnalati. A tutte le famiglie alluvionate un invito a contattare i servizi sociali

Anche oggi il gruppo di lavoro del settore servizi sociali di contrà Mure San Rocco, coordinato dall’assessore alla famiglia e alla pace, Giovanni Giuliari, sta continuando a contattare telefonicamente le famiglie alluvionate per poter capire quali sono le esigenze primarie e potere così intervenire tempestivamente.
Delle famiglie alluvionate sono stati rintracciati 2289 numeri telefonici, tutti contattati più volte: hanno risposto alla chiamata 604 famiglie, 277 delle quali non hanno manifestato problemi rilevanti. La ricerca ha consentito invece di capire che la maggior parte delle persone ha difficoltà connesse all’allagamento di cantine e scantinati (149), mentre un numero più esiguo manifesta danni all’auto (48) e agli arredi (39). Altri problemi riguardano danni agli elettrodomestici (20) agli ascensori (6) agli impianti (14) mentre in alcuni casi vengono manifestate richieste di disinfestazione di garage e scantinati (19) o comunque in generale disagi ambientali (18).
Oggi sono impegnati 7 dipendenti comunali , 5 volontari che stanno ricontattando le 1779 famiglie che non hanno ancora risposto alla chiamata. Per abbattere i tempi, il settore Servizi sociali rinnova l’invito a coloro che ancora non fossero stati contattati a telefonare personalmente al numero 0444 222580.

Intanto, secondo i dati costantemente monitorati dall’assessorato alla famiglia e alla pace, nessuno ha lasciato le strutture messe a disposizione dal Comune, anzi 2 nuove persone hanno chiesto alloggio questa mattina e verranno ospitate all’Hotel Adele. Salgono quindi da 34 a 36 le persone ospitate nelle strutture messe a disposizione dal Comune: rimangono 21 gli sfollati alloggiati all’hotel Boscolo, 8 quelli all’IPark di Parco Città, 2 quelli all’Ipab San Camillo e 3 alle suore Poverelle, per un totale di 34 persone. Di queste, 3 nuclei familiari, composti da 11 persone avranno bisogno di ospitalità per un periodo presumibilmente lungo.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza