Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

13/07/2010

La promozione culturale attraverso i manifesti di Franco Tizian in mostra allo spazio LAMeC

"Comunicare la cultura: un omaggio a Franco Tizian" è il titolo della mostra, promossa dall'assessorato alla cultura del Comune di Vicenza in collaborazione con Regione Veneto e AIM. Franco Titian, protagonista della vita culturale cittadina, prematuramente scomparso, ha lavorato proprio all'interno dell'assessorato alla cultura dal 1960 al 1966, componendo la grafica dei manifesti in una stagione particolarmente fervida di iniziative, animata da un’intensa passione di riscoperte culturali che avvicinavano un pubblico sempre maggiore alle proposte di musica, arte e spettacolo. Sapienza compositiva, singolare equilibrio di impaginazione, forza espressiva, sono le caratteristiche dei circa trenta manifesti esposti allo spazio LAMeC (piano terreno della Basilica Palladiana), che Tizian ha realizzato per la promozione di eventi quali la "Primavera a Vicenza" e il "Festival di Mozart", che comprendevano spettacoli e concerti, incontri e rappresentazioni dai migliori repertori internazionali, o le mostre come quella sui "Moderni Incisori Veneti"organizzata a palazzo Chiericati nel 1964.
"Comunicare la cultura" sarà inaugurata sabato 17 luglio alle 18.30 e vedrà la presenza dell'assessore Francesca Lazzari. La partecipazione è libera.
Con grande aggiornamento tecnico e teorico, impiegando un gusto moderno e capace di catturare con pochi tratti significativi l’essenza del messaggio da comunicare al pubblico, Franco Tizian ha saputo valorizzare l’attività culturale della città, impiegando una fantasia accorta ed entusiasta del "nuovo". Con un gruppo di amici creativi e intellettuali, ha saputo costruire una professionalità da graphic designer che al tempo era ancora attorniata da un’aura indistinta, sospesa tra pura creatività e mestiere tecnico. Fare grafica negli anni Sessanta, infatti, significava usare mascherine, sagome di carta, materiali plastici, e impiegare caratteri mobili anche di grandi dimensioni: un lavoro di vero e proprio artigianato e manualità, oltre che di creatività.
Franco Tizian è stato anche autore di campagne promozionali e pubblicazioni di settore,  occupandosi di concetti e teorie di comunicazione, percezione dei messaggi e sistema dei segni, chiedendosi se anche per questo campo si possa parlare di “stile”, come per l’arte, giungendo alla conclusione che un designer debba essere pronto soprattutto ad interpretare i desideri del committente più che ad esprimere una sua linea personale, riconoscibile a priori. Nelle sue opere grafiche, infatti, vige un personalissimo denominatore complessivo, un gusto sottinteso, rigoroso e fresco, complesso ma apparentemente leggiadro, poiché, come diceva lui stesso, “la creatività è qualcosa di più dell’originalità, qualcosa di più dell’idea, e soprattutto molto di più della trasgressione gratuita e della provocazione. Creatività è il valore aggiunto”.
La mostra resterà aperta al pubblico fino al 15 agosto, tutti i giorni tranne il lunedì, dalle 10.30 alle 13 e dalle 15 alle 19. Ingresso libero. Informazioni allo 0444 222122, uffmostre@comune.vicenza.it.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza