Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

21/06/2010

Strada di Saviabona, lavori in corso alle fognature fino a novembre. Si prevedono disagi alla circolazione: il Comune invita gli automobilisti a utilizzare le strade alternative

Durerà fino a novembre e inciderà pesantemente sulla viabilità, ma gli assessorati alla mobilità e ai lavori pubblici del Comune di Vicenza stanno già attuando tutti gli accorgimenti necessari per rendere il più sopportabile possibile a residenti e automobilisti uno degli interventi più importanti, necessari e delicati a Vicenza. Partono dopodomani, mercoledì 23 giugno, infatti, i lavori di Acque Vicentine su strada di Saviabona fino a stradella degli Zocca per il rifacimento di 850 metri della fognatura, compresa la separazione delle acque nere da quelle bianche. Il cantiere – che costerà solo per questa frazione circa 700 mila euro, cifra che va però sommata a quella per l’analogo intervento già ultimato su viale Cricoli per un costo complessivo di circa 1.300.000 euro - interesserà dapprima la rotatoria di fronte alla chiesa di Santa Maria Ausiliatrice per poi spostarsi, a partire da lunedì 28 giugno, su strada di Saviabona, dove il cantiere procederà a tratti. Per ora non sono previste chiusure della strada, ma solo brevi restringimenti temporanei in corrispondenza del cantiere, dove i veicoli procederanno a senso unico alternato.

“Ci rendiamo conto dei disagi a cui andranno incontro residenti e automobilisti, ma non avevamo scelta – ha spiegato l’assessore Antonio Marco Dalla Pozza (mobilità) questa mattina a palazzo Trissino, assieme al collega Ennio Tosetto (lavori pubblici) e al vicesindaco di Monticello Conte Otto, Claudio Benincà -. Non si tratta di un rattoppo stradale, ma della posa di una delle più importanti fognature, assimilabile alla rilevanza di un’autostrada, che arrivano da nord e che porta un servizio indispensabile ai cittadini. Stiamo facendo tutto il possibile per limitare al massimo i disagi, in primis dando il via al cantiere in estate, quando il numero di veicoli in circolazione è inferiore, ma anche con idonea segnaletica stradale, che avrà il compito di informare gli automobilisti e di invitarli a prendere strade alternative per arrivare a Monticello Conte Otto o da qui a Vicenza”.

Per limitare il più possibile il formarsi di code di veicoli su strada di Saviabona, infatti, in accordo con il Comune di Monticello Conte Otto, i cartelli consiglieranno fin dalla rotatoria dei Pilastroni a Dueville di raggiungere la città da strada Nicolosi o da strada Marosticana, dalla parte del ponte dei Carri, dove i lavori di riasfaltatura si chiuderanno questa settimana. Sul nodo di Saviabona, poi, e sullo stradone Nicolosi sarà la polizia locale di Vicenza a dirigere il traffico, alla quale potrebbe aggiungersi anche quella di Monticello, con la quale si sta studiando una convenzione per garantire un servizio a staffetta.

“Un coordinamento tra i Comuni come questo – ha infatti sottolineato Benincà - è molto importante, perché ci vede di fatto interessati come Comune confinante, in particolare a livello di traffico di attraversamento. Ringrazio quindi il Comune di Vicenza per averci coinvolti perché insieme si può offrire un servizio migliore alla popolazione”.    

“L’obiettivo è di chiudere il lavoro entro novembre – ha sottolineato Tosetto ripercorrendo le tappe fondamentali del cantiere -, ma a causa del maltempo abbiamo già perso una settimana, per cui ci auguriamo di avere un po’ più di fortuna e di recuperare strada facendo. Del resto si tratta di un cantiere complesso. Basti pensare che si scava fino a tre metri di profondità”.

Per quanto riguarda infine il trasporto pubblico, la linea 11 dell’autobus di Aim Mobilità rimarrà sul suo percorso durante tutta la fase di senso unico alternato. È anzi allo studio la possibilità di applicare al semaforo di cantiere - per la prima volta in città - il sistema Opticon, in modo che l’autobus accodato con il resto del traffico, nel momento in cui si presenta al semaforo, riesca ad ottenere l’allungamento del verde così da passare e rispettare quindi abbastanza puntualmente i tempi di percorrenza.

Qualora poi si rendesse necessaria la chiusura di strada di Saviabona nel periodo compreso tra il 26 luglio e il 20 agosto – come è stato concesso ad Acque Vicentine, ma solo sulla base di un reale ed effettivo beneficio alla prosecuzione dei lavori -, gli autobus effettueranno percorsi alternativi, che sono già allo studio.  

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza