Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

11/05/2010

It's my film Festival 2010, tre giorni dedicati agli Home Movies e al riuso dei film di famiglia

Dal 17 al 19 giugno Vicenza sarà la sede della prima edizione di It's my film Festival 2010. Un evento unico nel panorama italiano ed europeo di contaminazione tra pellicole di famiglia (8mm, Super8, 9.5 Pathé Baby, 16mm) e creatività cinematografica.
Lo splendido scenario di piazza Matteotti sarà teatro della manifestazione, mentre il cinema Odeon offrirà uno spazio al coperto. Entrambe le sedi dell’evento saranno ad accesso libero e gratuito.
Questa mattina l’iniziativa è stata presentatala Francesca Lazzari, assessore alla cultura del Comune di Vicenza, Dino Secco, assessore provinciale alle attività economiche e turismo, Maria Teresa De Gregorio, dirigente attività culturali e spettacolo della Regione Veneto, Carlo Libondi, presidente del “Centro Culturale Europeo del Veneto” di Vicenza (CCEV) e organizzatore della manifestazione, Donata Gallo, regista e curatrice della sezione “Incontri d’Autore” di It’s my film festival 2010 e Franco Venturella, dirigente CSA (Centro Servizi Amministrativi – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) di Vicenza.

“Un evento interessante ed originale “It’s my film festival” arriva a Vicenza proprio appena terminato l’anno scolastico – commenta l’assessore Lazzari -. 40 studenti di tre scuole cittadine, infatti, porteranno al festival i corti prodotti durante un corso specifico di linguaggio cinematografico, sceneggiatura e montaggio seguito durante l’anno. Un’iniziativa questa che fa parte di una serie di eventi legati al cinema che questa amministrazione sta promuovendo. In particolare, per questo progetto legato alle scuole ringrazio  Franco Venturella, dirigente CSA e tutti coloro che hanno collaborato”

“A nome del vicepresidente della Regione Marino Zorzato – riferisce De Gregorio, dirigente attività culturali e spettacolo della Regione Veneto - ricordo che il festival promuove anche una riflessione sull’identità europea. Infatti è un’occasione ed uno stimolo per comprendere come il grande progetto europeo sia stato reso possibile grazie al confronto e al dialogo tra identità culturali, stili di vita e tradizioni diverse. Oltre all’Italia sono tre i partner stranieri del progetto: Grecia, Slovenia e Ungheria”.

“Questo festival rappresenta un’utile iniziativa che consente di salvare il patrimonio storico raccolto dalle famiglie, nello specifico caso quei filmati che verranno proiettati in una sezione dedicata – interviene l’assessore provinciale Secco -. Il futuro della nazione c’è dove esiste un’identità.”

Anche l’on. Amalia Sartori, parlamentare europeo, che sostiene l’iniziativa, ha fatto pervenire una sua dichiarazione: “La storia è relativa alle comunità, alla loro evoluzione, ai rapporti tra le cose. La memoria invece è assoluta in quanto si nutre di simboli e di magia. Ecco il senso di affidare alle immagini della nostra memoria di ieri l’identità e la storia dell’Europa di oggi e di domani.”

Il Festival rappresenta la prima tappa di una serie di eventi organizzati dall’assessorato all’istruzione e alle politiche giovanili del Comune di Vicenza pensati per promuovere, coinvolgendo il pubblico degli appassionati e non, lo scenario comune e quotidiano della nostra memoria collettiva, cui hanno attinto anche i maestri del cinema italiano.
“La memoria ci chiama a scelte che sono etiche e culturali nello stesso tempo - sottolinea Alessandra Moretti, assessore all’istruzione e alle politiche giovanili del Comune di Vicenza -. Ecco perché il tema del passato da salvare e tramandare deve avere peso nella programmazione di un ente pubblico. Per questo l’assessorato alle politiche giovanili crede in It's my film Festival come strumento che favorisce il confronto tra i ragazzi delle videocamere e dei telefonini e i loro genitori e nonni, cresciuti in un mondo ancora di provincia, dove una cinepresa 8mm e Super8 regalava la magia di fare del cinema partendo dalla vita di tutti i giorni”.

Per tre giorni a Vicenza si riuniranno registi, critici del mondo cinematografico, rappresentanti di associazioni culturali e istituzionali, professionisti dell’audiovisivo per partecipare ad un festival ricco di contenuti. Il pubblico di appassionati di cinema e non che interverrà al festival potrà vedere 12 cortometraggi di autori europei partecipanti al concorso ai quali se ne affiancheranno altri prodotti da alcune  scuole superiori della città, tutti sul tema dell’identità europea. Tre gli eventi collaterali del festival: “Cineconfidenziale 2010” consentirà di vedere documenti privati e amatoriali raccolti a Vicenza nel 2009; “Storie private di identità collettiva” proporrà la visione di documenti “privati”, che spaziano dal secondo dopoguerra al 1980, provenienti dagli archivi cinematografici nazionali ed europei, tracce della nostra identità collettiva, conservata nelle vecchie bobine di celluloide dei filmati di famiglia e ora, per la prima volta, resi accessibili al grande pubblico; infine con “Incontri d’autore” verranno proiettati film autobiografici alla presenza degli autori.

It’s my film festival è organizzato dall’assessorato all’istruzione e alle politiche giovanili del Comune di Vicenza, da Regione Veneto, e CCEV-Centro culturale europeo del Veneto con il patrocinio dal Ministero dei Beni Culturali, dalla Provincia di Vicenza e daConfindustria Vicenza. Carlo Libondi, presidente del CCEV, ne è il direttore.

Il Festival è realizzato nell’ambito del progetto europeo Europe Home Movies Net(EHMN), promosso da Regione del Veneto e Commissione Europea, nel quadro del programma Cultura (2007-2013), in partnership con Grecia, Ungheria e Slovenia.

Saranno 12 i “corti” in concorso per l’ EHMN.2010, girati da altrettanti giovani cineasti europei che hanno previsto e utilizzato, per la produzione dei loro film, materiale proveniente da archivi privati di tutta Europa. 12 racconti che attraversano momenti cruciali della storia europea ancora vivi nella coscienza collettiva, come la Guerra Fredda e le trasformazioni familiari, sociali e culturali del Novecento.
Per stimolare la creatività degli artisti il concorso prevede l’utilizzo di almeno 50% di materiale filmico privato (home Movies), opportunamente accostato ad un restante 50% di materiale filmico contemporaneo, in una contaminazione di generi dal risultato molto accattivante. I 12 partecipanti sono stati selezionati da una giuria internazionale tra un gruppo di 30 che hanno partecipato al concorso EHMN.2010. Durante il festival sarà possibile vedere i 12 filmati tra cui verranno selezionati i tre vincitori da una giuria che assegnerà il premio Eurorfingerprint al miglior cortometraggio sull’identità europea. La giuria sarà composta da Adriano Aprà, storico e critico del cinema, Marco Bertozzi, documentarista e storico del cinema, e Amedeo Fago, autore teatrale e regista.

Il programma di It's my film Festival dedica una sezione particolare a cortometraggi prodotti dagli studenti delle scuole superiori invitati ad esprimersi sul senso dell’identità europea nel loro vissuto quotidiano.

La sezione è parte integrante del progetto europeo EHMN (Europe Home Movies Net) promosso dalla Regione del Veneto e dalla Commissione Europea all’interno del Programma Cultura 2007-2013 dell’UE ed intende stimolare il mondo giovanile ad una riflessione attenta e creativa sugli scenari attuali e futuri dell’identità europea, attraverso la produzione di “corti” realizzati con strumenti digitali amatoriali (videocamere, cellulari).

Il progetto coinvolge, per questa prima edizione di It's my film Festival, 40 studenti di tre istituti superiori vicentini (Liceo Classico “A.Pigafetta”, Liceo Scientifico “P.Lioy” e Liceo Scientifico “A.Quadri), che hanno seguito un breve,  ma intenso corso di linguaggio cinematografico, sceneggiatura e montaggio, assistiti da docenti ed esperti che si concluderà con la proiezione dei “corti” prodotti durante le giornate del Festival.
Il progetto formativo, realizzato a Vicenza, verrà esteso, nel corso del 2010, anche agli studenti dei paesi partner del programma EHMN (Slovenia, Ungheria e Grecia) con l’obiettivo di costruire una rete di scuole europee che, attraverso la tecnologia e il linguaggio degli Home Movies, produca e raccolga i contributi giovanili sul tema dell’identità europea.
L’edizione 2011 di It’s my film festival presenterà una sezione in concorso dedicata ai “corti” realizzati dagli studenti che hanno aderito al network EHMN.

Sono tre le sezioni collaterali del Festival. La retrospettiva “Storie private e identità collettiva”, a cura di Paolo Simoni e Gianmarco Torri in collaborazione con l’Associazione Home Movies presenterà, in prima nazionale, filmati europei della seconda metà del ‘900.
“Incontri d’autore”, curato da donata Gallo, regista documentarista,affiancherà alla proiezione di film autobiografici l’incontro con registi ed autori contemporanei. Interverranno Giacomo Campiotti con “Tre donne”, Amedeo Fago  con “A Laura”, Fiorella Infascelli con “Pa’”, Italo Moscati con “Occhi sgranati”, Stefano Rulli con “Un silenzio particolare”.
Cineconfidenziale 2010, che prevede la proiezione di documenti filmici privati e amatoriali, materiali preziosi per la memoria collettiva e fonti documentarie essenziali per lo studio dell’evoluzione storica e antropologica del territorio, raccolti a Vicenza durante l’edizione del 2009. con l’occasione verrà lanciata anche l’edizione 2010 estesa a tutte le province del Veneto.

Una sezione del festival verrà dedicata ad uno workshop propedeutico alla partecipazione da parte di enti culturali al progetto EHMN/2 nell’ambito del Programma Cultura 2007-2010 per l’ampliamento della rete europea Europe Home Movies Net.

Il programma
Giovedì 17 giugno
It’s my film festival avrà inizio giovedì 17 giugno al cinema Odeon dove, dalle 16 alle 17, e poi dalle 20 alle 21, verranno proiettati 4 dei 12 corti in concorso, mentre alle 17 sarà possibile conversare con gli autori dei corti. Dalle 17.30 alle 18 gli studenti del liceo scientifico Lioy racconteranno la loro esperienza cinematografica. Dalle 18 alle 19 spazio ad “Incontri d’autore”: alla proiezione di due film (“Pa’” e “Tre donne”, seguirà l’incontro con i rispettivi autori, Fiorella Infascelli e Giacomo Campiotti. La Galleria Pashà, in corso Palladio 138, alle 19 ospiterà un aperitivo con Infascelli, Moscati, Campiotti e con alcuni autori del concorso.
In serata, in piazza Matteotti, alle 21.30 dopo la visione di alcuni documenti di “Cineconfidenziale” e la visione del corto curato dal liceo Lioy, alle 22 sarà proiettato il film di Italo Moscati che sarà anche disponibile per una conversazione.
Venerdì 18 giugno
Dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 di venerdì 19 ci saranno due momenti dedicati all’evento del festival “Storie private e identità collettiva” nella sala Lampertico del cinema Odeon. Nel pomeriggio al cinema Odeon, dalle 16 alle 17, e poi dalle 20 alle 21, verranno proiettati 4 dei 12 corti in concorso, mentre alle 17 sarà possibile conversare con gli autori dei corti. Dalle 17.30 alle 18 gli studenti del liceo Pigafetta racconteranno la loro esperienza cinematografica. Dalle 18 alle 19 spazio ad “Incontri d’autore”: alla proiezione del film “Laura” seguirà l’incontro con l’autore Amedeo Fago. La Galleria Pashà, in corso Palladio 138, alle 19 ospiterà un aperitivo con Fago e con alcuni autori del concorso.
In serata in piazza Mattotti, alle 21.30 dopo la visione di alcuni documenti di “Cineconfidenzaile” e del corto curato dal liceo Pigafetta, alle 22 sarà proiettato il film di Alina Marazzi che sarà anche disponibile per una conversazione.
Sabato 19 giugno
La mattinata dell’ultima giornata, dalle 10 alle 13 (ala Lampertico del cinema Odeon), sarà dedicata al workshop, curato dall’associazione Home Movies, per sviluppare progetti di valorizzazione di materiali filmici provenienti da archivi privati europei.
Nel pomeriggio, al cinema Odeon, dalle 16 alle 17, e poi dalle 20 alle 21, verranno proiettati 4 dei 12 corti in concorso, mentre alle 17 sarà possibile conversare con gli autori dei corti. Dalle 17.30 alle 18 gli studenti del liceo scientifico Quadri racconteranno la loro esperienza cinematografica. Dalle 18 alle 19 spazio ad “Incontri d’autore”: alla proiezione del film “Un silenzio particolare” seguirà l’incontro con l’autore Stefano Rulli. La Galleria Pashà, in corso Palladio 138, alle 19 ospiterà un aperitivo con Rulli e con alcuni autori del concorso.

In serata, in piazza Mattoetti, alle 21.30 dopo la visione di alcuni documenti di “Cineconfidenziale” e del corto curato dal liceo Quadri, alle 22 il festival si concluderà con la cerimonia di premiazione e con la proiezione dei tre corti primi classificati.

La comunicazione della manifestazione è sostenuta nella comunicazione da: Rai Teche, Istituto Luce, Effetto Notte, Film Tv, Sentieri Selvaggi, Fuori Vista, Cinecorriere, FMCinema, Film&DVD, TVA Vicenza e Il Giornale di Vicenza.

L’iniziativa è stata inoltre sostenuta da: Burro De Paoli, Charme, Pasha, Alberto Biani, Oregon, Agenzia Palladio Viaggi.

Per informazioni: www.itsmyfilm.org , www.ehmn.eu, press@ehmn.eu, 329 7733380

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza