Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

Navigazione

Uffici

Uffici del Comune: sedi, orari, telefoni, e-mail e attività

23/04/2010

Giovanni Impastato, fratello di Peppino, questa mattina a palazzo Trissino, “Sono fiducioso e convinto che il nostro paese saprà reagire alla mafia perché è traumatizzato ma vivo”

Questa mattina la vicesindaco Alessandra Moretti e il presidente del consiglio comunale Luigi Poletto hanno accolto Giovanni Impastato, fratello di Peppino assassinato nel 1978 dalla mafia per la sua attività politico-culturale anti mafiosa.
Impastato è in città per partecipare questa sera al dibattito “Le mafie esistono (anche nel Nord)” organizzato dai Giovani democratici e dalla Rete degli studenti della provincia di Vicenza al Salone d’Onore del Palazzo delle Opere Sociali in piazza Duomo e rivolto in particolar modo ai giovani.
“Quest’anno l’amministrazione comunale si è impegnata per sviluppare il tema della legalità – commenta la vicesindaco Moretti - sostenendo numerose iniziative che hanno coinvolto gli studenti, tra cui l’incontro di Rita Borsellino con i ragazzi delle scuole medie, la partecipazione a Milano alla “Giornata della legalità”, l’organizzazione della “Serata sulla legalità” che si è tenuta mercoledì 21, l’adesione ad “Avviso pubblico”, la “Cena della legalità” prevista a maggio. Oggi accogliamo Giovanni Impastato che racconterà la sua esperienza agli studenti vicentini. Per questo possiamo essere orgogliosi di sostenere, attraverso testimonianze forti e vere, l’impegno verso l’educazione alle regole e alla legalità che continueremo a portare avanti.”
“Vorremmo che nel nostro paese la mafia fosse estirpata - interviene il presidente del consiglio comunale Poletto -. Sviluppare azioni di contrasto alla mafia significa togliere l’acqua dove la mafia nuota difendendo l’indipendenza della magistratura e combattendo la corruzione, per esempio. Morti come quella di Peppino ci devono sollecitare ad essere più decisi.”
“Sono fiducioso e convinto che il nostro paese saprà reagire alla mafia perché è traumatizzato ma vivo – sostiene Giovanni Impastato -. L’anno scorso ci sono state molte manifestazioni importanti in questo senso, ma c’è dispersione e mancanza di concretezza. E’ necessario che venga portato avanti un progetto politico unitario e forte che testimoni la vicinanza delle istituzioni perché solo così le cose possono cambiare. In questi anni la storia di Peppino è stata ricordata grazie al film “I cento passi”, ma accanto a questo io stesso mi sono impegnato a portare un messaggio non solo di impegno civile, ma anche educativo ai numerosi ragazzi che ho incontrato nelle scuole.”
All’incontro hanno partecipato anche alcuni consiglieri comunali e gli organizzatori della serata.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?

Mappa del sito

Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza