Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

25/11/2009

Pronta per il consiglio comunale la delibera sul garante dei diritti dei detenuti

“L’istituzione del garante dei diritti dei detenuti a breve in consiglio comunale”. Lo annuncia il sindaco Achille Variati che questa mattina ha presentato alla giunta la proposta di deliberazione elaborata sulla scorta della proposta avanzata dal consigliere comunale del Pdl Francesco Rucco e di un appello ricevuto dalla Camera penale vicentina. 

Il garante è un organo di garanzia che in ambito penitenziario ha funzione di tutela delle persone limitate o private della libertà personale. Riceve segnalazioni sul mancato rispetto della normativa penitenziaria e dei diritti fondamentali dell’uomo, e si rivolge all’autorità competente per chiedere spiegazioni, sollecitando gli adempimenti o le azioni necessarie. È una figura che nasce in Svezia nel 1809 e si diffonde poi molto lentamente fino ad esser presente in quasi tutti i Paesi europei. In Italia manca la figura del garante nazionale, ma esistono i garanti regionali, provinciali e comunali.

“Reputo questo provvedimento – ha commentato Variati – doveroso perché è inerente ai diritti della cittadinanza che il Comune di Vicenza, come previsto nel suo statuto, promuove”.

Il garante sarà nominato dal sindaco attraverso una valutazione dei curricula presentanti in seguito alla promozione della carica. La nomina avverrà tra persone che risiedono a  Vicenza d’indiscusso prestigio nel campo delle scienze giuridiche, dei diritti umani, delle attività sociali negli istituti di prevenzione e di pena, nei centri di servizio sociale.

Il garante, che si appoggerà per la sua attività all’ufficio comunale del difensore civico, avrà in particolare il compito di promuovere l’esercizio dei diritti e delle opportunità di partecipazione alla vita civile e di utilizzo dei servizi comunali dei detenuti, con riferimento ai diritti fondamentali, alla casa, al lavoro, alla formazione, alla cultura, all’assistenza, alla tutela della salute e allo sport. Sarà suo compito anche promuovere iniziative di sensibilizzazione pubblica sul tema dei diritti dei detenuti.

Si tratta di una carica gratuita, della durata di 5 anni.

 

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza