Nella pagina: Contenuto, Navigazione contestuale, Mappa del sito

Città di Vicenza

Città patrimonio UNESCO

Motore di ricerca

 

28/10/2009

Dal 16 novembre blocco dei mezzi più inquinanti. A gennaio ogni mercoledì pomeriggio fermi anche gli Euro 2 diesel

Lotta all’inquinamento atmosferico: anche quest’anno il Comune di Vicenza scende in campo con una serie di disposizioni per contrastare le polveri sottili. Questa mattina l’assessore all’ambiente Antonio Dalla Pozza ha ottenuto dalla giunta il via libera al pacchetto di restrizioni per l’inverno 2009-2010.

Fin dalle prossime settimane saranno i mezzi più inquinanti a subire lo stop alla circolazione dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18: a partire dal 16 novembre, anziché da gennaio come avvenne l’anno scorso, non potranno infatti circolare i veicoli Euro 0 ed Euro 1 e i ciclomotori a due tempi non catalizzati.

Il divieto vale per il centro e per buona parte dei quartieri di San Pio X, Stanga, San Francesco, Laghetto, Villaggio del Sole e San Lazzaro, ai quali si aggiungeranno per la prima volta anche le zone dei Pomari e del Mercato Nuovo, per una superficie di territorio pari al 51 % di quello cittadino dove risiedono 77 mila vicentini.

Il divieto resta in vigore fino al 18 dicembre e riprende dopo la pausa natalizia dall’11 gennaio fino al 31 marzo. Con una novità: a partire da gennaio ogni mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 18 la circolazione sarà vietata anche agli Euro 2 diesel. “Si tratta – spiega l’assessore Dalla Pozza – di una sperimentazione che introdurremo in previsione di un coinvolgimento più importante di questi mezzi nei divieti del prossimo anno. D’altra parte regioni come l’Emilia Romagna e la Lombardia già quest’anno hanno previsto restrizioni anche per questi veicoli”.

Il divieto, che potenzialmente potrà interessare quasi 25 mila veicoli, sarà mitigato da una serie di deroghe già in vigore lo scorso anno, tra le quali il permesso di circolazione a chi ha più di 65 anni, a chi accompagna o va a prendere i bambini a scuola (fino alle medie), a chi adotta il car pooling. In più, nell’ambito di un accordo che il Comune sta definendo con Aim, ci saranno degli sconti sui biglietti degli autobus per i cittadini coinvolti nelle misure di limitazione del traffico.

Una domenica senz’auto sarà organizzata in Primavera, probabilmente il 21 marzo in concomitanza con la Stravicenza, sempre che la domenica delle elezioni regionali sia confermata per il 28 marzo.

Nell’ordinanza che il settore ambiente e tutela del territorio sia avvia a definire per regolamentare il piano di intervento apparirà anche il divieto di riscaldare i locali non abitati e di impiegare i “soffiatori” delle foglie da parte di privati cittadini.

“Resta inteso – conclude Dalla Pozza – che in caso di situazioni di inquinamento acute, con apposita ordinanza del sindaco motivata da gravi rischi per la salute pubblica il Comune potrà disporre misure più restrittive. Per quanto mi riguarda, quindi, confermo l’impegno dell’amministrazione di Vicenza a proseguire nella lotta all’inquinamento con i mezzi che ha e gli effetti limitati che può ottenere a fronte della sostanziale inerzia di Regione Veneto e Provincia”.

Nei prossimi giorni nel sito internet del Comune saranno pubblicati il testo dell’ordinanza e saranno illustrati nel dettaglio i divieti, i percorsi consentiti e le deroghe previste.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

Come valuti questa pagina?


Realizzazione tecnica e management a cura della Direzione Sistemi Informatici Telematici S.I.T. e Statistica del Comune di Vicenza,
Comune di Vicenza - Corso A. Palladio 98 - tel. 0444 221111 - Supporto Tecnico a cura di Forma Srl: siti web, internet a Vicenza